IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO]


Io mi dissocio.

Mi preoccupano gli elettori del PDL, ma mi terrorizzano coloro che vedono nel PD un’alternativa.

Mi dissocio da chi insulta gli italiani e da chi colpevolizza strumentalmente il popolo degli elettori per questa crisi planetaria senza precedenti. E’ una vergogna.

Come faccio a non pensare che chi mette in giro certi post (“italioti”, “coglioni che hanno votato il nano di merda”, “L’Italia è nella merda per colpa del vostro voto” e tanti altri), le fonti primarie, non ricevano finanziamenti x click? Chi ha votato contro Berlusconi poteva votare per un’opposizione vera (Rifondazione e tanti altri) che invece ha preso talmente pochi voti da essere scomparsa dalla scena politica grazie a questa vergognosa legge elettorale del “voto utile”. Nessuno ha votato Berlusconi? Dove sono finiti? Eppure le percentuali di una vittoria “imbarazzante” parlavano della grande maggioranza degli italiani! Come nessuno sembra aver votato il PD… questi dove sono?

Visto che si fa della puerile e disonesta, oltre che contro producente, dietrologia, ricordiamo che se il popolo italiano si è precipitato alle elezioni votando a grande maggioranza il PDL lo ha fatto in mancanza di un’alternativa politica e soprattutto lo ha fatto dopo che il governo Prodi ha terrorizzato i suoi stessi elettori dimostrandosi non capace di governare e non capace di capire lo spirito italiano. La vittoria che nel 2008 ha conseguito Berlusconi è stata al limite di una sana democrazia… al nord Italia si sono registrate percentuali da plebiscito e a seguito di queste elezioni la “finta sinistra”, il PD, si è liberata della vera sinistra la quale è scomparsa a causa dei NON voti di coloro che oggi criticano il governo e la finta opposizione. Ora tutti si definiscono di estrema sinistra. Ma il PD, torno a chiedere, chi lo ha votato?

Mentre nel 2008 c’erano dei motivi dettati dalle contingenze politiche per votare il PDL, non vi erano motivi per votare il PD in quanto rappresentava proprio quel governo dal quale gli italiani sono scappati via terrorizzati tra le braccia di Berlusconi.

In presenza di una palese disonestà intellettuale nei confronti del proprio popolo IO MI DISSOCIO!

Da tutte quelle correnti e movimenti popolari di “protesta” che portano come bandiera la finta e strumentale neutralità partitica e politica come forma di inganno per attirare polli in buona fede, elettori o ex elettori di PD e PDL, quando invece è palese dalle loro propagande che si tratta di correnti puramente antiberlusconiane con finalità partitiche ben definite (PD) e sicuramente finanziate, IO MI DISSOCIO.

La nostra esterofilia ci rende ciechi e stolti. Secondo lo Standard & Poor’s la Francia mantiene tripla A‎. E’ facile dopo che il loro “amato” Sarkozy ha bombardato la costa D’Avorio per accaparrarsi illecitamente e vigliaccamente il monopolio del cacao. Ma i francesi non si sputtanano, non si chiamano coglioni o francesoti o lecchini di Sarkozy. Per leggere queste notizie bisogna raschiare i bassifondi della struttura dell’informazione globale:

*******************************************

Che fine ha fatto Laurent Gbagbo? L’ex presidente della Costa D’Avorio è stato fotografato in canottiera l’ultima volta a Abidjan, nella stanza 470 dell’Hotel de Golf, prigioniero a seguito di un assalto ai sotterranei dell’albergo dove si era asserragliato. I suoi sostenitori affermano che un’unità speciale francesi, la “Force Licorne“, ha attaccato il bunker con elicotteri, razzi e carri armati. La Francia ha una presenza militare in Costa d’Avorio dal 2002 (?) per “garantire la democrazia“.  Le sue truppe sono intervenute in poche ore su mandato dell’Onu per far rispettare il risultato elettorale a favore di Ouattara. Un risultato difficile da valutare data la scarsità di controlli sulle modalità del voto e comunque si trattava di un fatto interno. Di fatto in Costa d’Avorio, il maggior produttore ed esportatore mondiale di semi di cacao, era in corso una guerra civile risolta unilateralmente da un intervento armato straniero. Le prime a rallegrarsi dell’azione francese sono state le compagnie internazionali di cacao. Immediatamente dopo la caduta di Gbagbo, sono state ritirate le sanzioni economiche della UE contro la Costa d’Avorio che avevano portato il prezzo mondiale del cacao a 3.775 dollari la tonnellata (il più alto degli ultimi 34 anni). Gbagbo aveva richiesto il pagamento di una tassa per l’esportazione del cacao che molte compagnie erano ormai preparate a pagare anche per evitare la perdita di quantitativi destinati alla distruzione pari a un valore di 1,3 miliardi di dollari. L’accettazione, ormai prossima, delle tasse sul cacao avrebbe rafforzato Gbagbo.
Il colonialismo è rinato dalle sue ceneri, bombarda la Libia, in cui è in corso una guerra civile,  ha in Egitto come interlocutore le forze armate, da sempre vicine agli Stati Uniti, occupa Iraq e Afghanistan, è presente con basi navali e aeree in Pakistan e in Arabia Saudita. Si fa la guerra per esportare la democrazia dove la democrazia non c’è mai stata, come se la democrazia fosse un carico di banane. I conflitti non si dichiarano neppure più. Prima si bombarda e poi si chiede il permesso in Parlamento. Come direbbe Napolitano è il “naturale sviluppo della scelta compiuta dall’Italia a marzo“. Ma, a marzo, l’Onu decise di istituire una “No Fly Zone“, un’area di interdizione aerea, non di bombardare Tripoli per ammazzare Gheddafi.
I vecchi riferimenti dell’Occidente, da Gbagbo a Mubarak, da Ben Alì a Gheddafi, non sono più utili. I neo colonialisti gli affari li vogliono fare in prima persona sotto la foglia di fico dell’Onu, ma le guerre per le materie prime (perché altro non sono) porteranno ad altri conflitti. Ronald Marchal, esperto in politica africana del CNRS, ha dichiarato (fonte: “The Independent“) sulla Costa D’Avorio: “Finirà molto male in Africa. Molti africani penseranno che, ancora una volta, la Francia pensa solo ai suoi interessi in modo violento e che questo non risolverà nulla“.

*******************************************

Ma nonostante questo le correnti pacifiste e indignate considerano Sarkozy un grande e Berlusconi un coglione. Ma attenzione, a farlo non sono gli stranieri, ma proprio gli italiani! Tutto questo fa molto bene alla nostra economia, lo sanno tutti. Scherzi a parte, quello che è sicuro è che tutto questo fa molto bene all’economia francese. “MERCI ITALIE”.

Ma tutto questo non lo dico perchè “non si sa”, ma perchè si sa e si fa finta di non sapere, a scapito del popolo. Questo è inaccettabile e deve finire. La vera rivoluzione è liberarci da questi impostori, partire dalla verità e poi passare a Montecitorio… ma con le idee chiare!

Il popolo occidentale è stato vittima di un sistema criminale, il popolo non si criminalizza mai. Sono vittime gli elettori del PDL, del PD come di Obama e sono vittime anche coloro che fanno girare contenuti che offendono i cittadini, o peggio contenuti di propaganda politica al loro carnefice… voglio pensare che lo facciano perché trascinati dall’odio per questo sistema e dalla bravura che i politici ancora hanno o sempre avranno nell’essere capaci di manipolare il popolo. Confido nella onestà intellettuale dei cittadini. X-Files “Ci voglio credere”

PIER PAOLO PASOLINI:

Io so. Ma  non ho le prove. Non ho nemmeno indizi. Io so perché sono un intellettuale, uno scrittore, che cerca di seguire  tutto ciò che succede, di conoscere tutto ciò che se ne scrive, di  immaginare tutto ciò che non si sa o che si tace; che coordina fatti  anche lontani, che mette insieme i pezzi disorganizzati e frammentari di  un intero coerente quadro politico, che ristabilisce la logica là dove  sembrano regnare l’arbitrarietà, la follia e il mistero. Tutto ciò fa parte del mio mestiere e dell’istinto del mio mestiere.  Credo che sia difficile che il mio “progetto di romanzo”, sia sbagliato,  che non abbia cioè attinenza con la realtà, e che i suoi riferimenti a  fatti e persone reali siano inesatti“.

IO SO E MI DISSOCIO.

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

La Francia bombarda la costa D’Avorio e diventa prima potenza mondiale per il cacao. I francesi: “Berluconi démission!”

La diversità consiste nel coraggio di dire la verità. Non ci fermerà nessuno.

Da Twitter il tam-tam della Rivoluzione. Diamole voce per tutti noi!

Le ragioni del SI, le ragioni del NO e le ragioni del POPOLO SOVRANO

Michele Santoro: come compromettere 30 anni di carriera sottovalutando la rete e non solo…

Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: PER FAVORE, SI DIMETTA!

**********************************************

Da oggi anche su Facebook: Diventa nostro fan qui!

About these ads
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Luca Rivoli

Pensare di nuovo da persone libere per ritornare a essere liberi.

Vedi tutti gli articoli di Luca Rivoli

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

19 commenti su “IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO]”

  1. vittorino Dice:

    sono Italiano e nel condividere completamente quanto scritto, voglio ribadire un concetto che mi pare perso:
    - sono Italiano e voglio essere governatgo da Italiani, nel bene e nel male, che posso cambiare se non mi soddisfano o se non condivido le loro idee.
    per questo motivo, anche se ce ne sarebbero altri, ma soprattutto per questo motivo: NON ACCETTO DI ESSERE GOVERNATO DA OBAMA, DA SARKOSY, DALLA MERKEL . . .
    SVEGLIA . . . dalla padella nella brace, senza colpo ferire . . . dove siamo Italiani ? ? ?

    Rispondi

Trackback/Pingback

  1. La Francia bombarda la costa D’Avorio e diventa prima potenza mondiale per il cacao. I francesi: “Berluconi démission!” | Pensare Liberi - 18 settembre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  2. La diversità consiste nel coraggio di dire la verità. Non ci fermerà nessuno. | Pensare Liberi - 18 settembre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  3. Prove tecniche di libero pensiero… OMOSESSUALITA’ DI MASSA. | Pensare Liberi - 18 settembre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  4. Le ragioni del SI, le ragioni del NO e le ragioni del POPOLO SOVRANO | Pensare Liberi - 18 settembre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  5. La vecchia politica sta morendo. La nuova politica avanza, ma attenti a impostori e sciacalli! | Pensare Liberi - 18 settembre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  6. Siamo tutti liberi di pensare, ma pensiamo liberamente? | Pensare Liberi - 18 settembre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  7. Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: PER FAVORE, SI DIMETTA! | Pensare Liberi - 18 settembre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  8. Michele Santoro: come compromettere 30 anni di carriera sottovalutando la rete e non solo… | Pensare Liberi - 18 settembre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] | Pensare Liberi – 18 settembre 2011 [...] Michele Santoro: come compromettere 30 anni di carriera sottovalutando la rete e non solo… [...] [...]

  9. Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI | Pensare Liberi - 19 settembre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  10. TUTTI IN PIEDI!… MANCANO LE SEDIE: STORIA DI EROI, NANI E MAGNACCIA INTERNAZIONALI | Pensare Liberi - 19 settembre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  11. Pensare Liberi ha bisogno di nuovi redattori NoTav, Antiequitalia, Diritto alla casa, Scienza, Politica, Sovranità Monetaria… | Pensare Liberi - 23 settembre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  12. Il governo frena sulla norma “ammazza-blog”. Disinnesco o zuccherino? Informiamoci | Pensare Liberi - 29 settembre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  13. Arrivederci Marco – Travaglio abbandona “Passaparola” sul blog di Grillo « Libera Mente News - 4 ottobre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  14. Marco Travaglio lascia Passaparola. Sul blog di Beppe Grillo quasi nessuno è stupito | Pensare Liberi News - 5 ottobre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  15. Manifestazione 15 ottobre Roma – PRESENZE IN PIAZZA | Pensare Liberi News - 15 ottobre 2011

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  16. Manipolazioni di massa – Siamo tutti liberi di pensare, ma pensiamo liberamente? | Pensare Liberi News - 23 marzo 2012

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

  17. La vecchia politica sta morendo. La nuova politica avanza, ma attenzione agli impostori | Pensare Liberi News - 23 aprile 2012

    [...] IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.659 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: