Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo

5 ottobre 2011

Cultura e Società


Beppe Grillo, dopo aver litigato con De Magistris e Sonia Alfano, rompe con Il Fatto, bollando come un “residuato” il suo direttore e giudicandola non abbastanza pura per condividere le battaglie del Movimento 5 stelle. Finisce la collaborazione con Marco Travaglio. Sul suo blog Grillo aveva attaccato i “giornalisti schierati, residuati dell’Unità che ha sempre vissuto di contributi pubblici”. Marco Travaglio ha poi annunciato l’interruzione della videorubrica settimanale Passaparola, ospitata dal maggio 2008 dal sito di Beppe Grillo.

Marco Travaglio parla di “impegni” che lo porterebbero a non riuscire a fare le cose bene e che quindi qualcosa deve pur lasciare.

Pubblicizza il nuovo programma di Santoro che a detta del giornalista gli porterà via molto tempo.

Software per la Tua Pubblica Assistenza

I commenti dei lettori del blog di Grillo, quindi i sostenitori del M5S, non lasciano molto spazio a questi arrampicamenti. C’è aria di campagna elettorale a lungo termine e basta leggere “il fatto quotidiano” per rendersi conto che la linea politicizzata e partitica del giornale, come di tutti i giornali, non può essere compatibile con il movimento di Grillo, apartitico e apolitico e da sempre ostile nei confronti di giornalisti, giornali e TV.

Abbiamo affrontato direttamente l’argomento proprio in due dei nostri ultimi articoli:

“…perchè non è vero che non c’è la libertà di stampa… la libertà di stampa c’è ancora, ma sono scomparsi i giornalisti…” Beppe Grillo nel 2008

In uno dei nostri precedenti articoli abbiamo scritto: <<I giornali vogliono continuare a essere liberi di fare informazione di parte e pilotata, con finalità politiche e partitiche e difenderanno il loro reale lavoro con tutte le armi a loro disposizione. Noi, come tutti i blogs informati sui fatti facendo informazione e non subendola, non li aiuteremo in questa lotta sleale, causa di profonda disinformazione del popolo italiano, nonchè di profonda divisione del popolo stesso… Divide et impera…

Noi crediamo nella disciplina dell’auto informazione, della ricerca delle fonti e della loro verifica, noi crediamo in un’informazione veramente libera. Noi siamo i bloggers.

La disinformazione sulla rete è allo stesso livello di quella di TV e giornali, soprattutto se si parla di testate giornalistiche informatiche. Qualcuno pensa ingenuamente che il solo fatto che un quotidiano diventi totalmente “online” significhi automaticamente che questo venga epurato da faziosità, partitismi e finanziamenti politici.

Ciò che contraddistingue la rete da TV e giornali è un fattore fondamentale: la rete offre un’informazione “attiva” e non passiva; questo comporta però uno sforzo in più che i cittadini devono fare per poter essere informati, per auto informarsi, per essere detective di se stessi. Peccato che questo sforzo, questo spartiacque tra passato e futuro dell’informazione, siano disposti a farlo ancora in pochi, così che anche in rete si cade nell’informazione passiva, predigerita, strumentale, a pagamento e di parte.>>

Leggiamo cosa ne pensano i lettori del blog di Grillo al riguardo di questo divorzio lampo e quali ritengano siano le possibili motivazioni:

No scusate, non capisco una cosa: ora Beppe non può criticare neanche Padellaro che sul Fatto segue una linea piuttosto ambigua riguardo al Movimento 5 Stelle? Se la mia memoria non erra anche il Fatto ha dato qualche colpo basso a Beppe e al Movimento, uno degli ultimi un articolo su una presunta censura del blog nei confronti di due pseudo-comici che hanno fatto una canzoncina banale su Beppe e sul Blog. Allora tutto ciò cosa vuol dire? Che se Travaglio fa il Passaparola sul blog di Beppe, allora Beppe non può scrivere nulla contro il Fatto? O che se Travaglio fa il passaparola sul blog non può essere contro qualche opinione di Beppe? Ma su, per favore, finiamole con le STRONZATE! E’ evidente che tra il Movimento (non Beppe) e la linea del Fatto ci siano evidenti frizioni, e Travaglio ha signorilmente evitato di finire in mezzo a future polemiche. D’altronde già sulla questione del referendum il Fatto e La Repubblica ci prendono per il culo, sciorinandolo come atto di democrazia. Per me anche il Mattarellum è una porcata visto che nei collegi uninominali, finché regnerà la DISINFORMAZIONE e il VOTO DI SCAMBIO non ci sarà possibilità di far emergere forze nuove. Io sono per la petizione Parlamento Pulito per la quale ho aspettato 2 ore in fila prima di firmare, per me quella è una legge elettorale! Aprite gli occhi perché ci stanno fottendo alla grande, e solo questo blog dice le cose senza censure e peli sulla lingua. L’unica cosa che condivido con molti utenti è che Beppe è troppo isolato, la sua figura è troppo centrale e ne dovrebbero emergere di nuove.

————————————————————————————

“Marco ha deciso di interrompere Passaparola.”
e ‘sti cazzi ce lo vogliamo mettere?
glielo avranno imposto per fare “Comizi d’amore” e lui, come tutte le anime pie che si vendono, si è venduto.
amen.
è ora di dare una rinfrescata.
tra l’altro come ho sempre scritto, M. Travaglio era diventato un gatekeeper del SISTEMA.
parlava solo di BERLUSCONI, distraendo da quelli che sono i veri problemi e i veri nemici (leggasi UE, FMI, BCE e compagnia cantante).
chiariamoci: molti amici mi dicono che quando schiatta il BERLUSKA faranno festa. io DI PIU’.
ciò non toglie che, SOLO PER DIRE L’ULTIMA NEFASTA OMISSIONE DI TRAVAGLIO, ha continuato pedissequamente a occuparsi di mister B. e delle sue troione, e non ha detto una parola, non una minuscola opinione, un cenno, niente, nada, nisba, zero, sul più GRAVE ATTO REAZIONARIO e di RESTAURAZIONE verificatosi ai danni di un paese OCCIDENTALE dopo la seconda guerra mondiale: cioè una LETTERA (sarebbe più appropriato definirla AVVERTIMENTO MAFIOSO) di due PESCICANI BANCHIERI (DRAGHI E TRICHET) inviata a mo’ di DICHIARAZIONE DI GUERRA a un GOVERNO (per quanto composto da mafiosi, corrotti e ladri) che è pur sempre il PRIMO ORGANO ISTITUZIONALE DI UN PO-PO-LO SO-VRA-NO!
non se n’è accorto nessuno, e TRAVAGLIO anche se n’è accorto, ha fatto il finto tonto.
MARCO TRAVAGLIO ci lascia?
Aristicazzi.
Ci vorrebbe uno che ha una visione mooolto più ampia dei fatti del mondo…uno tipo PAOLO BARNARD, per esempio…uno che ha pagato e sta pagando in prima persona il CORAGGIO DELLE SUE IDEE.
e che potrebbe insegnare molte molte cose e aprire le menti ai veri obbiettivi da colpire per LIBERARCI DAL GIOGO DELLA SCHIAVITU’.

————————————————————————————

Ma vogliamo leggere il giornale diretto (vice diretto) da Travaglio “Il Fatto Quotidiano”?
La linea politica e apertamente partitica in stile “L’Unità^10″ poteva essere compatibile con la lucidità e la genuina apartiticità di Grillo?
Sono mesi che mi chiedo del perchè di questa assurda collaborazione con un giornalista AD PERSONAM, informato solo sui fatti di una persona e che ha contribuito, insieme a tutta la classe giornalistica, a mantenere gli italiani in uno stato ti grave e totale disinformazione sui veri problemi del sistema occidentale.
Il fatto quotidiano è duramente impegnato in una battaglia politica molto ben identificabile ed avversa persino a Grillo e al M5S.
E’ sotto gli occhi di tutti (?) basta farsi una rassegna stampa la mattina.
Non aggiungo altro nella speranza di non essere il solo a pensarla su questa linea.

————————————————————————————

Non so se Grillo non abbia pubblicato le motivazioni di questo gesto, se Travaglio non le abbia fornite o se si sia ritenuto meglio stenderci un velo su, sta di fatto che è una mancanza di rispetto verso chi seguiva questo appuntamento. Sarebbe doveroso spiegare.
A parte questo, rimpiango la precisione di Travaglio sulle questioni giudiziarie, non tutto il resto, compresa la sua linea politica miope su Fli e il suo battage sulla destra presentabile ed il liberalesimo buono.
E non posso che quotare Beppe grillo, quando afferma che se il giornalismo nuovo che avanza è quello del Fatto Quotidiano stiamo freschi: scappellamenti a Destra, titoli strillati, parolacce, italiano così così, alcune interviste che lasciano il tempo che trovano, iniziative come l’ultima che supportava la richiesta di scioglimento forzoso delle Camere che mi hanno fatto cadere le braccia… (non che non mi piacerebbe vederle sciolte, le Camere, ma il modo proposto è una forzatura istituzionale, tale e quale quelle che usa Berlusconi per governare).
Insomma, non una gran perdita se no, ripeto, per l’eccellente lavoro di documentazione.

Tra l’altro non posso a questo punto non pensare che il Passaparola sia servito da grosso trampolino di lancio per il giornale, pubblicizzandolo presso un grosso bacino di navigatori di internet. Non voglio dire che è così, però in assenza di spiegazioni mi viene da pensarlo (oltre alla coincidenza con l’attacco a Padellaro).
In attesa di smentite e spiegazioni, ovviamente.

————————————————————————————

Caro Beppe Grillo è stato un grave errore la critica a Padellaro poi a che pro non l ho capita e la Fattoquotidiano per due motivi uno un progetto editoriale come quello del fatto in cui ci sono Giornalisti come Marco Lillo Marco Travaglio Luca Telese oltre a Padellaro colombo che non prende contributi statali letto da molti lettori anche del tuo Blog il Fatto è nato anche per la popolarità di Marco Travaglio acquisita anche con il passaparola ora Beppe dimostra di essere Uomo leader ed essere capace di dire ho sbagliato perché un uscita di quel tipo non era necessaria se no come Moretti Dixit con leader Cosi non vinceremo MAI.

Appare chiaro che la separazione tra un giornalista in generale e Grillo non è da considerarsi altro che come “la fine di un’eccezione”.

Inutile e ridondante aggiungere commenti ai commenti e lasciamo il materiale a disposizione per la libera riflessione dei lettori.

Veniamo alle motivazioni e ai saluti ufficiali:

“Il Passaparola di Marco Travaglio iniziò il 19 maggio 2008. Da allora è andato in onda in diretta streaming sul blog (e qualche rara volta in registrata) tutte le settimane fino allo scorso lunedì. Chiunque ha potuto inserirlo nel suo sito. Marco ha deciso di interrompere Passaparola. Io non posso che ringraziarlo per quanto ha fatto finora, sperando che sia un arrivederci. Grazie ancora Marco.” Beppe Grillo

“Cari amici, come già sapete ho deciso di interrompere il Passaparola dopo 3 anni e 4 mesi perchè faccio troppe cose e, da quando trascorro gran parte del mio tempo a Roma come vicedirettore del Fatto Quotidiano, rischio di non farle bene come dovrei e vorrei. Inoltre, fra un mese, partirà il nuovo programma “Comizi d’amore” di Michele Santoro, che comporterà un altro notevole dispendio di energie. E’ stata una splendida avventura, quella del Passaparola. Ringrazio Beppe, Casaleggio, Canestrari e tutti gli amici che mi hanno seguito. Non mancheranno le occasioni per reincontrarci, a cominciare dal “Fatto”, da “Comizi d’amore” e da qualche puntatina qua e là in giro per l’Italia. A presto, grazie a tutti di tutto”. Marco Travaglio

Fonte Libera Mente News

Software Magazzino Tracciabilità Big

Oltre la notizia – Approfondimento:

DIVENTA NOSTRO FAN SU FACEBOOK E SOSTIENICI DIFFONDENDO

About these ads
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

About Giorgio Fiore

Ricercatore autonomo di informazioni basilari per la vita e la dignità delle persone.

Vedi tutti gli articoli di Giorgio Fiore

Iscriviti

Subscribe to our RSS feed and social profiles to receive updates.

26 commenti su “Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo”

  1. Gekos Says:

    Ci sono in giro centinaia di video e di articoli di Grillo dove dice esplicitamente che i giornali e le TV sono finite e devono finire, sono il passato e che i giornalisti non esistono più.
    Per me travaglio non rappresenta un’ecceziona al sistema giornalistico nemico della vera informazione. Se tu chiedi a un tedesco qualcosa sul signoraggio ti sa dire molte cose, se gli chiedi dei cicli solari e del massimo solare che sta investendo la terra ti sa dire vita, morte e miracoli, se gli chiedi “cosa è la free energy” te lo sa dire etc.

    Se fai domande del genere a un italiano ti prende per un esaltato complittista new age, se ti va bene, che si fa di erba. E sapete che non esagero.

    Allora chi ha il dovere di informare i cittadini? L’organo di informazione che è composto anche dall’ordine dei giornalisti, dai giornali e TV.

    Rispondi

  2. Stefano Says:

    Le giustificazioni di Travaglio passano come un evidente scusa e fanno decisamente pensare male. La situazione è semplicemente questa, la collaborazione di Travaglio con Grillo è stata del tutto fuori luogo, dal momento che non condividono il motore determinante del M5S: la sincera aparticità e l’informazione vera senza nessun tipo di manipolazione.

    Rispondi

  3. Sonia Says:

    immaginavo che Travaglio potesse uscire di scena e ne sono pure contenta. Non condivido il suo modo di fare informazione e con Grillo non centra proprio nulla e proprio per questo non ho mai capito la sua presenza del blog..Comunque a me Travaglio mi ha solo che fatto un piacere……….

    Rispondi

  4. Nadia Says:

    La rottura di Travaglio è dovuta ha ben altro che ai suoi troppi impegni….ma dai ma chi ci deve credere. Grillo non abbiamo bisogno di un giornalista venduto……………

    Rispondi

  5. mino5stelle Says:

    E finalmente anche il fatto quotidiano è libero di scorazzare nelle valli della disinformazione partitica in funzione della politica.
    Basta leggere i titoli degli ultimi giorni e da oggi inizia una nuova era!
    Ha ragione Grillo, basta con TV e giornali, impariamo a informarci da soli!!
    Che differenza c’è tra il fatto, libero, repubblica, il giornale e l’unità? E tra il TG3 e il TG4? Solo un numero…
    Non mi spaventano i cittadini che credono che un giornale sia migliore di un altro o che un tg sia migliore di un altro.

    Rispondi

  6. mondocineroma Says:

    Pura luce che squarcia le tenebre: ecco cos’è il tuo post… A tratti addirittura così abbagliante da costringere a socchiudere gli occhi… tale l’impatto delle verità che condividi! E sono certo che tu faccia questo per lanciare un chiaro segnale a tutti i sostenitori di quello che secoli fa era il “panem et circenses”, ovvero pane e giochi per sedare il popolo, ed oggi è diventato: “Panino dal McDonald’s e Calcio!”. Leggi tutto su-> http://mondocineroma.wordpress.com/2011/10/05/panem-et-circenses-no-panino-del-mc-donalds-e-calcio/

    Rispondi

  7. Vento dell'Ovest Says:

    “Hei, Travaglio!” – “Eh?” – “PRRRRRRRR!”

    Rispondi

  8. Paolo Says:

    Comunque, se il blog di Grillo perde Travaglio e pubblicizza Benetazzo io dico che perde parecchio … Secondo me, non vincera’ mai la parte sinistra ( se ancora ha un senso questa parola ) dello schieramento, perche’ come al solito e’ una lotta tutti contro tutti … E’ parte della storia della sinistra !! Come all’epoca del fascismo, si continuava a litigare e ci si divideva a Parigi, con tutti i partiti messi fuorilegge e con i militanti e classe dirigente al confino o incarcerati !! Neanche in quelle condizioni estreme sono riusciti a trovare l’unita’ !! Nella destra, alla caduta dell’ultimo Prodi sono passati in 2 giorni dagli insulti ai baci e abbracci, occupando il paese con i risultati nefasti che ancora stiamo pagando … E poi il nuovo che avanza chi sarebbe ?? Casini ? Rutelli ? Vendola ? Minestre riscaldate che non portano da nessuna parte …

    Rispondi

  9. elis. Says:

    bene senza travaglio,ancora meglio senza grillo,perfetto senza nessuno,vediamo cosa succede.

    Rispondi

  10. Online Discount Codes Says:

    It’s awesome designed for me to have a web page, which is beneficial for my knowledge. thanks admin

    Rispondi

  11. vincenzo annibale Says:

    vivo alle pendici del vesuvio ho letto la lista dei candidati m5s la piu’ lunga delle altre un buon segno ma suggerirei a grillo di aprire gli occhi e di dividere il grano buono dalla zizzania certi cognomi figli e nipoti di candidati e ricandidati gia noti nella black list ”’infiltrati” che vorrebbero cavalcare l’onda perdonami grillo per la schiettezza pare siano in la coda al collocamento per un posto hai dato a loro chiare ed inevocabili spiegazioni sei certo che hanno capito

    Rispondi

  12. http://blastamasta.pl Says:

    After going over a few of the articles on your web page, I really like your way of blogging.
    I book-marked it to my bookmark website lit and will be checking back in the near future.
    Take a look at myy website as well and tell me your opinion.

    Rispondi

Trackbacks/Pingbacks

  1. Arrivederci Marco – Travaglio abbandona “Passaparola” sul blog di Grillo « Libera Mente News - 5 ottobre 2011

    [...] la notizia – Approfondimento: Marco Travaglio lascia Passaparola. Sul blog di Beppe Grillo quasi nessuno è stupito Share this:TwitterFacebookEmailLinkedInLike this:LikeBe the first to like this [...]

  2. DDL intercettazioni – obbligo di rettifica, articolo 1 comma 29, l’ammazza blog – analisi | Pensare Liberi News - 5 ottobre 2011

    [...] Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo [...]

  3. DDL intercettazioni – Il comma 29 non è più ammazza blog | Pensare Liberi News - 6 ottobre 2011

    [...] Due giorni fa abbiamo appreso del “divorzio” tra Marco Travaglio e Beppe Grillo e il fatto ha costituito per noi spunto di sintesi riguardo il tema della rivoluzione culturale e del tessuto sociale in metastasi del Bel Paese. Appare chiaro che la separazione tra un giornalista in generale e Grillo non è da considerarsi altro che come “la fine di un’eccezione”. Infatti la linea politicizzata e partitica del giornale, come per tutti i giornali, non può essere compatibile con il movimento di Grillo, apartitico e apolitico e da sempre ostile nei confronti di giornalisti, giornali e TV. [Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo] [...]

  4. Beppe Grillo non parla più di “signoraggio bancario” e di “cure proibite contro il cancro”. Analizziamo la cosa. | Pensare Liberi News - 11 ottobre 2011

    [...] Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo [...]

  5. Paolo Barnard – Eurozona – Analisi di un complotto franco-germanico | Pensare Liberi News - 7 novembre 2011

    [...] Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo [...]

  6. 10 Euro per continuare ad avvelenare il sangue di un popolo sempre più diviso | Pensare Liberi News - 7 novembre 2011

    [...] Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo [...]

  7. Quanti milioni di euro diamo ogni anno ai giornali per farci ingannare e disinformare? | Pensare Liberi News - 2 dicembre 2011

    [...] Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo [...]

  8. Quel pazzo venerdì – Inaspettatamente un giorno diverso | Pensare Liberi News - 2 dicembre 2011

    [...] Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo [...]

  9. Beppe Grillo – Ora la casta è pentita “era meglio se lo lasciavamo parlare del signoraggio!” | Pensare Liberi News - 18 aprile 2012

    [...] Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo [...]

  10. Grillo unisce tutti. Massoni, media, complottisti all’unisono e la benedizione di Napolitano | Pensare Liberi News - 7 settembre 2012

    [...] Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo [...]

  11. Ecco tutta la verità su Grillo, Casaleggio e Sassoon | Pensare Liberi News - 13 settembre 2012

    [...] Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo [...]

  12. LA GRANDE ESPERIENZA DEI PARTITI POLITICI – CON LORO SIAMO IN BUONE MANI ! | Pensare Liberi News - 19 settembre 2012

    [...] Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo [...]

  13. Anonimo - 19 novembre 2012

    [...] Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo | Pensare Liberi News Eh, come passa il tempo e come sono coerenti, i fidanzatini. [...]

  14. La verità su Grillo, Casaleggio e Nuovo Ordine Mondiale. Ma ne siamo proprio sicuri? | Pensare Liberi News - 8 febbraio 2013

    [...] Marco Travaglio lascia Passaparola. Poco stupore dal blog di Beppe Grillo [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.681 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: