Un granello di sabbia – Mai più da soli


Stiamo assistendo a qualcosa di grande impatto emotivo, di commovente risveglio delle coscienze: la riscoperta della solidarietà come mezzo per combattere i mali di una società decadente e i cui valori sono vacui, gli esempi non edificanti, le ingiustizie dilaganti.

Noi uomini e donne che riteniamo di essere più sensibili a questi segnali abbiamo una grande responsabilità: fare sì che il messaggio di solidarietà arrivi ovunque, che raggiunga quanti più soggetti possibili. Lo scopo è quello di creare un vasto movimento d’opinione e di pressione, ma non solo. Questo movimento dovrà avere scopi sociali ben evidenti e definiti, arrivare la dove le istituzioni hanno fallito o non vogliono arrivare, solidarizzare con il prossimo senza salire in cattedra, senza parlare a vuoto, solidarizzare con i fatti.

Non vorrei mai più vedere, come mi è accaduto l’altro giorno, una donna decorosamente vestita, con un bimbo nella carrozzina, all’ingresso del supermercato, discretamente e con evidente imbarazzo tendere la mano per chiedere l’elemosina. Ho capito che i miei problemi sono gravi ma ci sono tanti, troppi altri che hanno problemi come e più di me.

Io ho deciso che non girerò la testa dall’altra parte, ho deciso che mi batterò perché non abbiano più ad accadere episodi del genere. Occorre fare qualcosa e fare presto, in troppi soffrono per la miseria, per la malagiustizia, per la malasanità, per la solitudine e, per l’indifferenza e per centinaia di altri motivi.

Non mi illudo di avere la formula per la soluzione di tutti i problemi, ma spero che unendoci gli uni agli altri potremo trasformare la nostra debolezza in una grande forza, una forza dirompente in grado di cambiare molte cose e sanare molti mali.

Uniamo le nostre mani, formiamo una catena, non lasciamo più che nessuno resti solo, con i nostri corpi ergiamo il muro della compassione per il prossimo. Chi mi conosce sa che non sono religioso, ma sono fermamente convinto che il bene fatto da un laico vale almeno quanto il bene fatto da un religioso. Quindi non badiamo alle differenze di fede e per una volta sentiamoci parte di un unico corpo che si chiama umanità. Lasciamo da parte la politica e le controversie, uniamoci per aiutarci l’un l’altro, formiamo un unico grande gruppo, un gruppo che sia da contenitore per tutti gli altri gruppi, i quali senza perdere la loro identità, potranno agire nel sociale.

Creiamo un movimento di mutuo soccorso ed a quella povera mamma che si umiliava ad elemosinare dinanzi al supermercato regaliamo un briciolo di dignità, aiutiamola a sopravvivere, a riprendersi e domani lei, insieme a tutti noi, aiuterà un’altra persona in difficoltà.

Lo so che è un progetto ambizioso, forse un po’ visionario, ma se non ci proviamo non sapremo mai se poteva riuscire.

Io sono solo un misero granello di sabbia, ma insieme a tutti voi intendo creare una grande spiaggia, un approdo sicuro, una mano tesa, un abbraccio fraterno.

Credo che in ogni cuore alberghi l’amore per i propri simili, anche a più di due zampe, dimostriamolo concretamente.

Io ho qualche idea e ve la sottoporrò, voi sottoponetemi le vostre proposte e insieme, tenendoci per mano, potremmo anche riuscire ad attraversare i momenti bui.

Luigi Orsino (un sognatore che spera di svegliarsi ed accorgersi che quel sogno è diventato realtà)
Contattatemi: 338 65 84 893   e-mail: orsinoluigi@libero.it

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

Software Magazzino Tracciabilità Big

About these ads

About Luigi Orsino

Studi di medicina non completati per dedicarmi alla vera grande passione della mia vita: Fare l'imprenditore. Purtroppo sul mio cammino ho incontrato un mostro che si chiama camorra contro cui ho lottato duramente e lungamente. Ancora oggi continuo a lottare, e a subire intimidazioni ed attentati, ma per fermarmi dovranno uccidermi. Ma forse da morto la mia voce si leverà ancora più alta e arriverà ancora più lontana. Il mio cruccio? Dovermi confrontare ogni giorno con lo Stato che solo a parole aiuta chi si ribella ma nella realtà ti consegna alla burocrazia che completa l'opera dei camorristi. Amo scrivere, di tutto: articoli, racconti, romanzi, poesie. Gli animali, tutti, sono miei simili. Adoro guidare, in off road soprattutto.

Vedi tutti gli articoli di Luigi Orsino

Iscriviti

Subscribe to our RSS feed and social profiles to receive updates.

23 commenti su “Un granello di sabbia – Mai più da soli”

  1. Nicastro Damiano - 97100 Ragusa Says:

    Mi sento molto vicino alle persone più deboli, spesso ignorate nei loro bisogni.

    Ignorare i bisogni degli altri è una cosa molto triste.
    Ancora più triste è avere dei doldi in banca e che questi spariscono dalla banca e non si recuperano più per virere i pochi anni che restano, senza una sicurezza economica, e solo per colpa di gente ingorda che prende i soldi di chi è più debole, nascondendosi dietro un’istituzione.

    Dottor Passera,
    Banca Intesa San Paolo
    La invito pubblicamente a spiegare perché nel 2004 avete nascosto alla Magistratura di Ragusa diretta dal Procuratore Capo Dottor Agostino Fera, il c/c 10/645629 di Campo Innocenza Maria e perché non avete mai risposto agli Esposti-Denuncia del 30 dicembre 2009 ma avete atteso tanti anni senza rispondere lasciando morire la Signora Innocenza Maria nel dolore di chi si è vista privare dei propri soldi.

    Complimenti Dott. Passera!!!

    Damiano Nicastro

    CORRADO PASSERA.wmv
    San Paolo” “San Paolo IMI” “Presidente Berlusconi” “Dott. Agostino Fera” “Procura di Ragusa” “conto corrente” Maria “Innocenza Maria” ” …
    di AAAAAAAAA3170 | 13 ore fa | 0 visualizzazioni

    Rispondi

  2. Nicastro Damiano - 97100 Ragusa Says:

    CORRADO PASSERA.wmv
    San Paolo” “San Paolo IMI” “Presidente Berlusconi” “Dott. Agostino Fera” “Procura di Ragusa” “conto corrente” Maria “Innocenza Maria” ” …
    di AAAAAAAAA3170 | 13 ore fa | 0 visualizzazioni

    Rispondi

  3. Romina Says:

    La speranza è quella di tanti granelli di sabbia, tanti da formare una splendida spiaggia dove tutti possono star bene…..

    Rispondi

  4. giovanni pancari Says:

    Luigi, sono con te!
    Nicastro Damiano, so tanto su Fera….. se vuoi contattami !

    Rispondi

    • nicastro damiano Says:

      Signor Giovanni Pancari,
      La prego ed invito caldamente a dirci quello che dice di sapere sul Procuratore Capo dott. Agostino Fera, che sicuramente potrebbe esserci utile a comprendere meglio la vicenda. Grazie
      Damiano Nicastro

      Rispondi

  5. giovanni pancari Says:

    non so se è permesso … io provo:
    mia mail: pindaro33@virgilio.it
    Skype: giovanni.pancari
    fisso: 095327245

    Rispondi

  6. nicastro damiano Says:

    Ecco come anche l’On.le Mario draghi ha dimostrato la sua totale indifferenza e scarsa sensibilità verso i deboli derubati e invece ha….

    A questo grave Esposto Denuncia, non ha mai risposto.

    Certo, sapendo che oggi riveste un ruolo importante, questi fatti non ci rassicurano….

    “On.le Gov. Mario Draghi..
    Oggetto: conto corrente n. 10/645629 acceso presso la Filiale della Banca San Paolo IMI di Ragusa…
    Lo 06.04.2004 il Comando Guardia di Finanza di Torino notifica a San Paolo IMI richiesta di accertamenti bancari emessa dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Ragusa.
    La Filiale San Paolo IMI di Ragusa il 10/08/2004 comunicava … il solo conto corrente n. 10/645666. Nessun accenno del conto corrente n. 10/64 56 29 viene fatto dalla Banca San Paolo IMI alla Guardia di Finanza.
    Il 12 luglio 2007 l’indagata Arestia Giovanna, nell’interrogatorio reso alla Guardia di Finanza di Ragusa dichiara: “ed ho curato l’apertura di un suo conto avente numero 10/64 56 29”…..
    Io sono stata titolare per molti anni del conto corrente n. 10/645629 su cui vi erano delle ingenti somme di denaro, conto il quale è anche servito per effettuare delle delicate operazioni finanziarie le quali ho svolto con la consulenza dell’Avvocato Nobile Giovanni e poi dell’Avvocato Nobile Carmela.
    Tale conto corrente, non è stato mai riportato dalla Banca San Paolo IMI alla Guardia di Finanza. Tantomeno ho potuto mai sapere dalla Banca San Paolo IMI dove siano finite le ingenti somme di denaro che vi avevo depositate….
    Il 19 giugno 2007 il CTU Giuseppa Marraro scrive alla dott.ssa Tomatis segretaria del Direttore Generale di San Paolo IMI, e facendo riferimento ai “colloqui telefonici intercorsi”, ”, rappresenta l’incarico avuto dal Sost. Procuratore dott. Emanuele Diquattro e chiede gli originali di due assegni tratti dal conto corrente 10/64 56 29….. Il CTU Giuseppa Marraro ha avuto colloqui telefonici con la Signora Tomatis ma non riceve da questi nessuna risposta.
    Ragusa 30 dicembre 2009 Campo Innocenza Maria”
    Damiano Nicastro

    Rispondi

Trackbacks/Pingbacks

  1. SPAZIO ALLA LOTTA – Il 17 novembre in piazza per rivoltare il Diritto allo Studio | Pensare Liberi News - 16 novembre 2011

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

  2. SOLIDARIETA’ | Pensare Liberi News - 18 novembre 2011

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

  3. UNO SGUARDO OLTRE | Pensare Liberi News - 22 novembre 2011

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

  4. Alluvione a Messina, i morti sono tre – La situazione peggiora, ATTENZIONE !! | Pensare Liberi News - 23 novembre 2011

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

  5. VESUVIO… PENSACI TU | Pensare Liberi News - 25 novembre 2011

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

  6. LAVAVETRI | Pensare Liberi News - 5 dicembre 2011

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

  7. Fratelli | Pensare Liberi News - 10 dicembre 2011

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

  8. SGOMBERI E SFRATTI: più che un incubo, oramai, è una bomba a orologeria… | Pensare Liberi News - 30 dicembre 2011

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

  9. La Forza d’Urto della rivolta in Sicilia. Operazione vespri siciliani, le Cinque giornate della Sicilia e i Forconi. Quando la rivoluzione parte dalla Sicilia | Pensare Liberi News - 16 gennaio 2012

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

  10. Voci dal Fronte Siciliano dei Forconi, mentre i colletti bianchi della rivoluzione storcono il naso | Pensare Liberi News - 18 gennaio 2012

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

  11. Movimento dei Forconi. La rabbia nel cuore della protesta. Interroghiamoci, semmai, sulle assenze | Pensare Liberi News - 19 gennaio 2012

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

  12. Comunicato per i lettori di Pensare Liberi – Non faremo gossip. Non ci presteremo a sciacallaggio mediatico | Pensare Liberi News - 21 gennaio 2012

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

  13. Movimento dei Forconi – Esplode la protesta in tutta Italia, taxi e blocco dei TIR | Pensare Liberi News - 23 gennaio 2012

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

  14. Blocco della Sardegna – Coordinamento, determinazione e idee molto chiare | Pensare Liberi News - 25 gennaio 2012

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

  15. LA FABBRICA DEI SENZA TETTO – Aste giudiziarie: collusi e corrotti funzionari che calpestano i diritti umani | Pensare Liberi News - 30 gennaio 2012

    [...] Un granello di sabbia – Mai più da soli [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.667 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: