Equitalia – Leggiamo solo i titoli e non il contenuto – Siamo davvero a questo livello di apatia?

13 dicembre 2011

AntiEquitalia


Si legge continuamente in rete di questa notizia – ANSA:

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2011/12/12/visualizza_new.html_12830679.html

Stop aste Equitalia per beni pignorati

A vendere contribuente che recuperera’ cifra eccedente debito

(ANSA) – ROMA, 12 DIC – I beni espropriati da Equitalia ai debitori verso il Fisco, non saranno piu’ messi all’asta dall’Agenzia, ma saranno venduti dal contribuente. Lo prevede un emendamento alla manovra approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze della Camera, presentato da Giulio Calvisi (Pd).    Il debitore vendera’ il bene pignorato o ipotecato e consegnera’ l’intera somma ad Equitalia, che interverra’ all’atto della cessione, ma che restituira’ al contribuente la somma che eccede il proprio debito.

Viene postata su i social networks continuamente, senza commenti da parte dei lettori, questa notizia, come se fosse buona, come fosse un traguardo dei cittadini, una sconfitta di Equitalia, una battaglia vinta.

Non leggeremo solo il titolo della notizia, ovviamente apriremo il link e ne leggeremo il contenuto.

Sintetizzando, Equitalia si è sbarazzata anche dell’onere di sostenere le aste e ora, grazie a questo emendamento da rivoluzione francese, per il popolo (!!!???), fa vendere l’immobile al debitore, costretto a farlo, il quale consegnerà tutti i soldi del ricavato della vandita a Equitalia, la quale si riserverà di ridare indietro l’eventuale somma in eccesso ai debiti nei suoi confronti (nei confronti dell’erario, dello Stato, ma in questo momento storico cosa cambia?!)

Un po’ come in Cina dove fucilano i “disobbedienti” e poi mandano a casa dei parenti delle vittime il bossolo del proiettile con le dovute spese militari a loro carico.

Quindi, se hai pagato 20 anni di mutuo e non riesci a pagarlo per i successivi 10 o 15 anni, se non hai potuto pagare una multa, se non hai potuto pagare un prestito, allora non solo ti pignorano la casa, ma ti “costringono” (vogliono far passare il concetto di “concedono”) a vendertela da solo (con i cani da guardia a seguirti in quanto Equitalia interverrà all’atto della cessione)

Leggere solo i titoli… insomma… siamo davvero giunti a questi livelli di apatia?

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

DIVENTA NOSTRO FAN SU FACEBOOK E SOSTIENICI DIFFONDENDO

Software Magazzino Tracciabilità Big

About these ads
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

About Giorgio Fiore

Ricercatore autonomo di informazioni basilari per la vita e la dignità delle persone.

Vedi tutti gli articoli di Giorgio Fiore

Iscriviti

Subscribe to our RSS feed and social profiles to receive updates.

7 commenti su “Equitalia – Leggiamo solo i titoli e non il contenuto – Siamo davvero a questo livello di apatia?”

  1. Luigi Orsino Says:

    Alla stazione centrale di Napoli, a volte, ancora ci trovi il furbetto,con contorno di compari, che fanno il giochetto delle “tre carte”, in pochi ci cascano. Equitalia e i suoi committenti, da perfefetti gabellieri inquisitori, cercano di fare il maggior danno possibile, incassare il massimo con ogni mezzo, cercando di allontanare da se le nuvolaglie nere che si addensano minacciose. Equitalia è una società privata incaricata di incassare crediti insoluti, usa sistemi persecutori ed è antipatica anche alle pietre della strada. Dunque corre rischi, quali? Che in periodo di elezioni, non dimentichiamo che il governo Monti non è stato vidimato dal voto popolare e che dunque vi dovranno essere nuove elezioni, al più presto si spera, per lo Stato appoggiare una gang di usurai patentati può essere compromettente, meglio prendere le distanze. Meglio ancora consigliare agli esattori di tenere un profilo più basso per un po’, solo per un po’ beninteso, quel tanto che basta per mandare gli italiani alle urne come il solito branco di pecore. I cervelloni di Equitalia, neanche si sono sforzati tanto a mascherare le loro mascalzonate e ora propongono al poveraccio finito nella loro trappola: “Metti da solo la testa sul ceppo, saremo rapidi e indolori e quel che resta, se e quando resta, te lo restituiamo”. Mi chiedo se ti tolgono la casa, la vendono e poi tra il lusco e il brusco, come e quando dicono loro, se anche mai avverrà, ti restituiscono qualcosa, cosa te ne fai? Un’altra casa non la compri, e nel frattempo che fanno tutti i loro bravi conteggi, complicati sicuramente e lunghi certamente, dove vai a vivere? Ma si sa la legge ha la benda sugli occhi e mena gran mazzate, peccato che colpisca i bersagli che vuol colpire. Qualcosa non mi torna.
    Luigi Orsino

    Rispondi

  2. Nicastro Damiano Says:

    Grazie al Vostro serio lavoro di informazione.

    Rispondi

  3. RAFFAELE Says:

    MA TI OBBLIGA CHE ? LA BRUCIO PIUTTOSTO LA CASA MA A LORO NON VA NIENTE

    Rispondi

    • Gekos Says:

      AHAHAHAHAH, Rido per stima e per spirito di iniziativa.
      E’ geniale la tua idea. Condivido al 100% – la casa la bruci piuttosto che darla a questi criminali. Non guadagni tu, ma nemmeno loro cazzo…

      Gekos

      Rispondi

  4. Gigi Says:

    Quella della notifica è una storia vecchia di anni. Questo concetto da me sempre tenuto in considerazione perchè quando leggo una legge e/o regolamento bado più ai cavilli che alle stronzate che contiene, è stato da me sempre ribadito a colleghi di lavoro ed amici, ma mi avevano sempre dato torto perchè è la ricevuta che fa fede. Ma fede di cosa se le raccomandate o atti ingiuntivi vengono lasciati a chicchessia senza titolo. Il mio concetto è basilare, se l’incaricato della consegna dell’atto non trova la persona intestataria della cartella, riprova e/o va sul luogo di lavoro. Insomma tale atto deve essere notificato alla persona interessata con tanto di lettura ed annotazione degli estremi della C.I.. In 40 anni di lavoro in un settore diverso ma analogo, dove con le notifiche non si scherza, mi sono sempre comportato in tal modo e mai ho avuto grane e/o creato disservizi e/o arrecato danni alla persona interessata
    Cordiali Saluti Gigi

    Rispondi

Trackbacks/Pingbacks

  1. Sentenza rivoluzionaria: giuridicamente inesistente una multa via raccomandata | Pensare Liberi News - 6 gennaio 2012

    […] Equitalia – Leggiamo solo i titoli e non il contenuto – Siamo davvero a questo livello di apatia… […]

  2. EQUITALIA: ISTRUZIONI PER L’ABUSO – Per non diventarne vittime | Pensare Liberi News - 24 gennaio 2012

    […] Equitalia – Leggiamo solo i titoli e non il contenuto – Siamo davvero a questo livello di apatia… […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.684 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: