Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità


Alcuni giorni fa ho letto la notizia di una trentaquattrenne che è deceduta  (Valeria Lembo – NDR) perchè le sono stati somministrati 90 milligrammi di vinblastina al posto dei 9 previsti per curare una forma di linfoma.

Il tutto è avvenuto presso il policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo. Non desidero polemizzare e criticare le strutture del sud, ma ribadire che ciò che ho scritto in precedenza non sono fantasie.

Questo caso mi fa riflettere ed è vera la mia supposizione che i pazienti vengono scelti. Nel senso che bisogna essere colti e con spirito burlone! Non posso fare accuse specifiche, ma sospetto che chi è “bella, simpatica, colta, decisa” abbia più possibilità umane. I medici con me hanno un rapporto diretto perchè quando ero in ospedale, nel reparto oncologico, avevo dei libri da leggere e tra i tanti, quello sulla “mafia bianca” e le situazioni in Sicilia: quando hanno saputo che insegnavo, mi hanno proposto un “tentativo” per bloccare le metastasi… io pronta, ho accettato. E’ andata bene e poteva non andare…

E’ vergognoso che nel nostro Paese accadano simili episodi. Sono sopravvissuta al tumore, esisto e sono stata fortunata ad essere stata curata in modo eccellente, ma ho la sensazione di aver condotto un gioco macabro con la vita.

E alla casta questa considerazione non tange. Alla casta se muore una giovane donna, ma cosa può importare? Alla casta se io non mi reggo in piedi, se qualche malato ha bisogno di cure può riguardare? No, no e no. Questi politici vogliono i nostri voti e con questo razzismo praticato e consolidato, hanno il coraggio di pretendere il potere?

E’ vergognoso, che queste persone dall’animo infingardo si pongano alla guida di un popolo.

Nicola Abbagnano ha detto che “il vivere è espressione dell’idea della vita” e quindi la vita va affrontata con dignità. Il mio rifugio è la filosofia che ogni giorno mi purifica l’anima. La casta non sa che il cancro uccide.

Il tempo

Sono io
dopo tempo…
Gli occhi sorridono
dopo il buio,
il baratro.
Sono io….
ma chi sono?
Ho perso,
ho vinto
e ho di nuovo perso
il gioco
di questa vita
bella
che respiro,
che desidero.
Niente è come prima.

Rosa Mannetta

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

DIVENTA NOSTRO FAN SU FACEBOOK E SOSTIENICI DIFFONDENDO

Software Gestionale Pubbliche Assistenze

About these ads
, , , , , ,

Informazioni su Rosa Mannetta

Mi chiamo Rosa Mannetta e sono una malata di cancro in follow-up da tre anni. Ho affrontato la chemioterapia a bersaglio molecolare e dopo cure devastanti, sono qua a raccontare situazioni inenarrabili. Insegno lingua italiana agli stranieri. Assumo dei farmaci che mi rendono stanca, con una notevole astenia e spesso mi devo assentare, con la decurtazione dello stipendio, come tutti i dipendenti pubblici. Ciò mi succede perchè le commissioni mediche non mi hanno riconosciuto l’art. 33 della legge 104 del 1992 e ho solo l’art. 21, cioè non sono sottoposta a trasferimenti. Sono la portavoce di tanti miei amici malati di cancro e mi hanno detto che devo segnalare la situazione dell’abbandono in cui viviamo, della dignità negata, dei pregiudizi espressi e non, della mancanza di affetto delle persone che dovrebbero esserci vicine. E’ da tempo che descrivo questa situazione, ma sono una voce che muore nel deserto delle coscienze, delle sensibilità inermi. Noi malati sopravvissuti, siamo dei naufraghi in balia del vento, su una zattera improbabile. Siamo in un periodo di grande crisi istituzionale, ma noi non possiamo essere cittadini di un Paese che non considera le nostre rivendicazioni. Forse ho sbagliato a sottopormi a 8 cicli di chemioterapia e a 40 sedute di radioterapia…. Chissa’…..

Vedi tutti gli articoli di Rosa Mannetta

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

22 commenti su “Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità”

  1. Rosa Dice:

    Voglio uscire dalla paura: mi fanno pressioni che devo smetterla di parlare! Non mi ha fermato il cancro e non mi fermo piu’. Sto dando fastidio in alcuni ambienti, in alcune pseudo associazioni di volontariato. Ci sono delle associazioni anticancro che fanno parte dello sfruttamento dei proventi statali……Per fortuna non tutte. Altre si dedicano sul serio ai non abbienti, ai pazienti che non si possono permettere l’acquisto di una parrucca. Rosa Mannetta

    Rispondi

  2. Liliana Dice:

    Ciao Rosa, volevo ringraziarti per il lavoro che stai svolgendo su un argomento che ha mille sfaccettature.
    Il cancro, infatti, non è solo una malattia neoplastica, ma è un sistema sociale, politico, farmaceutico, industriale e molto altro ancora.

    Liliana

    Rispondi

  3. Rosa Dice:

    Condivido cara Liliana. Sostenetemi perchè la battaglia è lunga. Non bisogna fermarsi di fronte ai commenti negativi. Grazie, sei una persona splendida. Ciao e buona giornata. Rosa Mannetta.

    Rispondi

  4. Rosa Mannetta Dice:

    “La realtà che supera la fantasia” Il 30 luglio scorso mi trovavo in spiaggia e mi sono tranciata di netto il dito anulare nella sdraio. Ho recuperato il moncone nella sabbia e sono andata al pronto soccorso di Termoli e lì mi hanno diagnosticato che bisognava amputare il dito. Non vi erano possibilità diverse…anzi il dirigente del reparto mi ha dato un bracciale con l’effige di S. padre Pio e mi ha consigliato di andare al policlinico di Bari. Verso le ore 19,00 ho telefonato al centralino e la dottoressa di turno, mi ha ordinato di raggiungere Bari, attraverso l’adriatica e alle 23,30 mi avrebbero operato con urgenza. Sono giunta al policlinico prima di mezzanotte e mi hanno riposizionato il dito con un intervento locale. Il dottore Emilio Vollono mi ha detto che era stato fatto un tentativo e poi sono stata ricoverata per cinque giorni. Il mese di agosto l’ho trascorso, viaggiando ogni 2 giorni per effettuare le medicazioni al policlinico stesso. Ora, ho recuperato il dito ed anche la funzionalità. Emilio è diventato un grande amico e desidero segnalare la professionalità di tutto il reparto di chirurgia ricostruttiva del policlinico di Bari. Nel nostro Paese esistono dei centri di eccellenza e non tutto è da criticare…..ci sono anche dei casi in cui la sanità non funziona….ma occorre evidenziare la perizia e l’umanità quando sono stupefacenti. Nella mia città, il reparto di oncologia è un centro di ricerca di eccellenza e il professore che lo dirige è uno scienziato di fama mondiale. I medici hanno sempre avuto un rapporto diretto e sincero con me…..cosa dire? I pregiudizi superano la cultura e voglio ringraziare la redazione di “pensare liberi news” che mi ha dato la possibilità di esprimere il mio “modus vivendi”. Rosa

    Rispondi

  5. fabio argiolas Dice:

    Reblogged this on Fabio Argiolas.

    Rispondi

  6. icittadiniprimaditutto Dice:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Rispondi

Trackback/Pingback

  1. ALLARME TUMORI IN CAMPANIA – Aumentano i casi di cancro rispetto alla media nazionale | Pensare Liberi News - 17 gennaio 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  2. Tra malessere e irresponsabilità – Le cure per il cancro esistono eccome | Pensare Liberi News - 2 febbraio 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  3. La neve paralizza l’Irpinia | Pensare Liberi News - 9 febbraio 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  4. In Italia il popolo dov’è? | Pensare Liberi News - 16 febbraio 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  5. La decadenza sociale – Il popolo avvolto dalla piovra | Pensare Liberi News - 27 febbraio 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  6. La realtà del malato oncologico: una storia vera | Pensare Liberi News - 28 febbraio 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  7. Festa della donna – L’8 marzo: una festa esecrabile | Pensare Liberi News - 8 marzo 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  8. La violenza spirituale | Pensare Liberi News - 4 aprile 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  9. Il vero significato della Pasqua | Pensare Liberi News - 6 aprile 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  10. Lo stato che uccide | Pensare Liberi News - 10 aprile 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  11. La bufera nei partiti e la rabbia del popolo | Pensare Liberi News - 17 aprile 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  12. Gli effetti della crisi – Quando di tasse si muore | Pensare Liberi News - 7 maggio 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  13. Lo squallore della politica e le ingiustizie sociali | Pensare Liberi News - 21 maggio 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  14. Il crimine orribile | Pensare Liberi News - 1 giugno 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  15. Violenza sulle donne. Occorre farsi qualche domanda in più. | Pensare Liberi News - 6 giugno 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

  16. Disabili in sciopero per ottenere il ripristino del fondo non autosufficienti | Pensare Liberi News - 22 giugno 2012

    [...] Non solo il cancro è letale – Tra casta e malasanità [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.660 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: