LA GIUSTIZIA


Noi Italiani ci siamo sempre ritenuti un popolo dotato di grande umanità, aperto alle più aliene culture, ospitali e uniti da un senso di fraterna solidarietà che travalica, e sconfigge, i anche i campanilismi più esasperati. Eppure stiamo assistendo, da alcuni anni a questa parte, ad un imbarbarimento, non già dei costumi, ma della cosa pubblica. Evidentemente il fenomeno della collusione generalizzata tra le organizzazioni criminali ed i poteri politici è passato ad un livello superiore: la politica ha assunto autonomamente comportamenti e metodi mafiosi.

Per la casta politica il singolo non ha più alcun peso nè alcuna rilevanza, i suoi diritti sono trascurabili e assumono una qualche importanza solo in quanto possono esprimere il loro parere attraverso il voto. Ovviamente la cupola politica non poteva sopportare l’idea che dei semplici cittadini potessero con il loro voto privarli del potere accumulato, sfilare loro la poltrona di sotto le chiappe.

La soluzione era lì pronta e sotto il loro naso, tanto vicina ed evidente che per molto tempo hanno fatto fatica ha notarla, bastava che tra loro vi fosse un sordido quanto occulto accordo, una sorta di patto per la spartizione del potere, un’alleanza che attraversa trasversalmente tutte quelle che furono correnti politiche ed ancor prima partiti. Per cui, allo stato attuale, poco importa a chi si da il proprio voto, il potere viene comunque spartito in parti uguali tra gli appartenenti alla “cupola”, importante è che noi poveri imbecilli si creda che esistano ancora differenze tra ideologie e tra uomini di potere. Insomma hanno messo su una bella truffa per gabbarci, per farci credere che esista ancora quella cosa chiamata democrazia, che mai veramente fu sfiorata neanche in tempi migliori e con uomini ben più onesti.

Il risultato è che il singolo cittadino diviene solo un produttore di benessere che i signori della politica fagocitano avidamente, lasciando a noi solo briciole sempre più scarse. Poco o nulla a loro importa se gran parte della popolazione soffre, che il malessere dilaga, che la povertà aumenta in modo esponenziale, loro sono interessati ad accumulare solo denaro e potere. In virtù di questo piano criminoso hanno creato dei meccanismi attraverso i quali riescono a spremere sangue dalle rape, noi, anche quando sangue non ce n’è più. L’artificiosa creazione di crisi e recessioni economiche, seguite da brevi momenti di ripresa è parte di un grande progetto per creare un differenziale economico che genera un flusso di liquidità che solo i grandi gruppi finanziari possono godere, e con loro i poteri forti della politica e delle mafie, o meglio della politica mafiosa.

Oggi noi siamo governati da una oligarchia che di fatto è divenuto un regime, tanto aggressivo e sottilmente raffinato da far sorridere sulla grossolanità dei vari regimi autoritari del passato.

Ovviamente questi delinquenti hanno dei complici e dei fiancheggiatori, coloro che vivendo sotto il tavolo su cui essi banchettano posso pascersi dei resti delle loro abbuffate.

Io non credo, anzi, sono sicuro che tale situazione non sarà sopportata in eterno, spero, anzi ne sono certo, che presto un unico grido ci unirà e la nostra voce sarà tanto forte da far rotolare nella polvere i nostri aguzzini. Le trombe che fecero cadere le mura di Gerico al paragone sembreranno lievi melodie. Non può essere altrimenti: loro, i malavitosi della politica, non saranno mai sazi e noi non potremo resistere in eterno ai loro assalti. Anche il cane più mansueto se stretto in un angolo mena morsi.

Oggi molti di noi patiscono umiliazioni e sofferenze, siamo costretti a subire gli stupri di chi si sente superiore a noi ed anzi neanche ci considera come loro simili ma solo come delle cose da sfruttare, degli oggetti atti al raggiungimento dei loro obbiettivi.

Continuino pure su questa strada e molte teste cadranno nella polvere, non vendetta ma giusta aspirazione e sacrosanta rivendicazione di giustizia.

Luigi Orsino

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

DIVENTA NOSTRO FAN SU FACEBOOK E SOSTIENICI DIFFONDENDO

Software Gestionale Pubblica Assistenza

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Luigi Orsino

Studi di medicina non completati per dedicarmi alla vera grande passione della mia vita: Fare l'imprenditore. Purtroppo sul mio cammino ho incontrato un mostro che si chiama camorra contro cui ho lottato duramente e lungamente. Ancora oggi continuo a lottare, e a subire intimidazioni ed attentati, ma per fermarmi dovranno uccidermi. Ma forse da morto la mia voce si leverà ancora più alta e arriverà ancora più lontana. Il mio cruccio? Dovermi confrontare ogni giorno con lo Stato che solo a parole aiuta chi si ribella ma nella realtà ti consegna alla burocrazia che completa l'opera dei camorristi. Amo scrivere, di tutto: articoli, racconti, romanzi, poesie. Gli animali, tutti, sono miei simili. Adoro guidare, in off road soprattutto.

Vedi tutti gli articoli di Luigi Orsino

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

6 commenti su “LA GIUSTIZIA”

  1. Onur Dice:

    Karl srcvie:E in ogni caso prima di parlare di legalita, bisognerebbe avere il buon senso di piantarla di stare alleati col partito di berlusconi, verdini, dell’utri, cosentino, brancher, ecc

    Rispondi

Trackback/Pingback

  1. IL PATTO VIOLATO – Più agevole l’accesso al credito per le vittime di camorra | Pensare Liberi News - 13 febbraio 2012

    [...] LA GIUSTIZIA [...]

  2. IL POTERE OCCULTO | Pensare Liberi News - 15 febbraio 2012

    [...] LA GIUSTIZIA [...]

  3. LO STATO SOCIALE | Pensare Liberi News - 29 febbraio 2012

    [...] LA GIUSTIZIA [...]

  4. BISCAZZIERE E SPACCIATORE | Pensare Liberi News - 2 marzo 2012

    [...] LA GIUSTIZIA [...]

  5. ASSOCIAZIONI ANTIRACKET – UN NUOVO BUSINESS | Pensare Liberi News - 5 marzo 2012

    [...] LA GIUSTIZIA [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.658 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: