Il cancro durante la grande crisi economica, un business sempre verde da decine di miliardi di euro…


In questo periodo storico, in cui ci troviamo di fronte alla più grande crisi economica e sociale a memoria d’uomo, ci si chiede sempre più spesso quali siano i settori che non risentono di questa depressione almeno dal punto di vista economico. Chiunque, senza alcun bisogno di competenze di mercato, può capire che il settore sempre verde, il settore più fiorente è quello dell’industria farmaceutica e nello specifico, il prodotto che da più soddisfazioni ai suoi investitori è il cancro. Oggi una persona su 3 è destinata ad ammalarsi di tumore!

Vi consiglio spassionatamente la visione di questo filmato e nell’interesse di tutti sarebbe opportuno approfondire visionando tutti e 14 i filmati facente parte di questo studio. Per il sistema sani non valiamo niente, morti non valiamo niente. Generiamo business e ricchezza solo nello stato di “non morti”. A voi le riflessioni. Buona visione.

Non è la sanità ad essere stata privatizzata, ma la nostra salute!

Approfondiremo sempre di più questi argomenti. Seguiteci!

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

————————————————————————–

Da oggi anche su Facebook: Diventa nostro fan qui!

Software Gestionale Pubblica Assistenza

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Marco Cutolo

Passione per la ricerca e per la comunicazione.

Vedi tutti gli articoli di Marco Cutolo

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

9 commenti su “Il cancro durante la grande crisi economica, un business sempre verde da decine di miliardi di euro…”

  1. Rosa Dice:

    In questo articolo è evidente che il cancro è un investimento per le case farmaceutiche, per il sistema sanitario….non vi dico che cosa ci sia dietro la “ricerca”. Mi hanno curato con chissà quali sostanze velenose!!!!. Sono qua, in vita, perchè forse il mio organismo ha retto, perchè il mio sistema immunitario ha reagito. E gli altri? Non tutti vivono….parecchi muoiono tra atroci sofferenze. Poi esiste un Razzismo tra malati:va avanti chi ha incoscienza e coraggio, cultura e personalità…chi ha “la capa tosta”, cioè, chi ha la testa dura. Grazie, Marco, Per La Forza DI Dire La Verità.
    Un saluto sincero.
    Mi complimento perchè mi avete ascoltato: ribadisco, in tutta Italia, solo la Redazione di “Pensare Liberi”, mi ha permesso di esprimermi. La mia testimonianza è scomoda per tante persone..Per le associazioni anticancro che non sempre sono come dovrebbero, per alcuni medici che prendono “percentuali” per usare un certo chemioterapico. C’è un medico a capo di un’associazione che raccoglie i fondi facendo comprare il sacco di frutta…ed è stato il primo lupo famelico che quando era ministro della sanità, ha commesso reati di peculato e corruzione. Sono libera di pensare e vado avanti.
    Un grazie ai lettori.
    Rosa

    Rispondi

    • Marco Cutolo Dice:

      Rosa, siamo orgogliosi del lavoro che ci stai aiutando a fare e del prezioso contributo che stai dando da quando sei in redazione.
      Grazie a te.
      Marco

      Rispondi

    • pagel9284 Dice:

      Sono d’accordo,io avevo questo sentore già anni fa…sono sicuro che la cura esiste,da qualche parte,ma putroppo siamo retti da governi “invisibili” che lucrano e sfruttano miliardi di persone,lobbies economico-finanziarie senza scrupoli e anche le malattie sono un business…appunto, serviamo tutti come eventuali malati di media-lunga scadenza,mentre come persone sane o guarite/guaribilli non rendiamo un cazzo,quindi non serviamo. Non a caso sono ,molto interessato a libri e articoli web che trattano dei poteri della mente,tra cui l’autoguarigione.Sarò pure un illuso,ma mi schifa l’idea di contribuire ad arricchire certa risma amorale di lobbisti massoni senza scrupoli nè umanità.

      Rispondi

  2. Rosa Dice:

    Marco, in redazione stiamo facendo un grande lavoro e stiamo dimostrando che da nord a sud, noi abbiamo le idee chiare. Ringrazio sempre i lettori perchè sono coloro che ci stimolano ad essere creativi. Un saluto, Rosa

    Rispondi

  3. Io Dice:

    Il video e l’intero canale Youtube su cui era stato postato è stato rimosso. È possibile offrire una fonte alternativa?

    Rispondi

  4. mago prof. silva Dice:

    il motivo della crisi economica e’ semplice, ma i media tacciono.
    PRIMA DI TUTTO LA COLPA E’ DELLA GRANDE IMMIGRAZIONE , SECONDO E’ PERMETTERE AI CINESI DI FAR FALLIRE GLI IMPRENDITORI ITALIANI PROPONENDO PRODOTTI SCARSI MA A BUON PREZZO .
    IMMAGINATEVI AVERE A CASA VOSTRA PER ALCUNI GIORNI QUATTRO O CINQUE OSPITI A MANGIARE BERE E DORMIRE , LA SCUSANTE CHE VENGONO A FARE LAVORI CHE GLI ITALIANI RIFIUTANO NON REGGE , QUI IL RAZZISMO NON CENTRA PER IL SEMPLICE FATTO CHE PERSONE INTELLIGENTI CONSIGLIAVANO DI AIUTARE I POVERI, A CASA LORO E NON ANDARE CONTRO NATURA , PROVATE A METTERE INSIEME ANIMALI DI DIVERSE RAZZE O DIVERSI LUOGHI, SI UCCIDONO, ANCHE QUI LA SCUSA CHE SIAMO PIU’ INTELLIGENTI DEGLI ANIMALI NON REGGE LA RIPRESA E’ DIFFICILE E FORSE
    NON AVVERRA’ MAI , IL FATTO CHE LA GERMANIA VA FORTE , E’ PERCHE’ SI E’ PRESA TUTTO IL MERCATO DEGLI EX COMUNISTI , QUESTI HANNO ASSOLUTO BISOGNO DEI PRODOTTI TEDESCHI . L’UNICA SOLUZIONE E’ QUELLA DI RIMANDARE GLI IMMIGRANTI AL LORO PAESE AIUTANDOLI FINANZIARIAMENTE SUBITO, E PROMETTERE, QUANDO SI PUO’ AIUTARLI IN FUTURO A PROGREDIRE CON TECNICHE E SOLDI . STACCARSI DALL’EUROPA NON E’ UNA TRAGEDIA L’ITALIA HA TANTE RISORSE . RICORDATEVI DEL PROVERBIO CHE DICE: POCA BRIGATA VITA BEATA

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.660 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: