LA GRANDE ESPERIENZA DEI PARTITI POLITICI – CON LORO SIAMO IN BUONE MANI !


Recentemente sento dire da più parti che il M5S non avrebbe tra le sue fila le persone con la necessaria esperienza per gestire la macchina amministrativa, sia a livello locale che – ancor meno – a livelli più alti. Questa cosa se permettete è opinabile. I leader tradizionali affermano, bisogna dire con grande senso dell’umorismo più nero e becero, che se invece continuiamo ad affidarci a gente più …”navigata”, quella cioè proveniente dalla militanza dei partiti tradizionali, quella – per intenderci – che fa della politica una professione (pura contraddizione in termini) e quindi abituata a gestire la cosa pubblica in nostra vece, non correremo  nessun rischio e quindi dovremmo – a loro dire – avere delle garanzie. Se poi mettiamo in conto le ultime parole del Cavaliere, che in un sussulto di commovente patriottismo, dichiara che non può stare a guardare lo scempio (di cui anche lui è artefice/causa) che l’attuale esecutivo sta facendo, e quindi si ritrova a dover decidere di scendere nuovamente in campo, sempre per salvare noi  (povero!), allora il teatrino è completo.  In poche parole i partiti tradizionali hanno la faccia tosta di ricordarci la loro “professionalità”, quell’innata abnegazione a rubare e a delinquere. Si, perché rubare e delinquere nelle loro mani è diventata una forma d’arte quasi perfetta. E quindi taluni personaggi si chiedono (giustamente allarmati) per quale motivo dovremmo rischiare di mettere il nostro futuro nelle mani di una compagine o di un movimento politico che non ha nessuna “esperienza” in tal senso ? Io personalmente non so ancora a chi darò il mio voto (se e quando andrò a votare), ma tutti noi dovremmo chiederci  come sia possibile immaginare di mandare dentro il parlamento gente che non ha nessuna esperienza nel gestire/rubare il denaro pubblico ma, ancora più importante, come possiamo immaginare di mandare al potere persone che non hanno nessuna esperienza nel fottere il cittadino scrivendo leggi assurde in totale spregio del diritto, della logica e del buon senso, della solidarietà e della giustizia sociale ? E che dire dell’esperienza che possono vantare invece i partiti tradizionali in campo economico e finanziario ? Come possiamo dimenticare quelle manovre plurifantamiliardarie “salva tutto” degne di un ottovolante impazzito ? Ma ce le vogliamo scordare ? Ma volete mettere oltre 60 anni di esperienza e impegno in tutto questo ? Esperienza, impegno, professionalità, e soprattutto umiltà. Quell’umiltà che traspare ad es. nel comportamento di un ministro della Repubblica che si ritrova ad avere improvvisamente tra i propri cespiti un appartamento ubicato di fronte al Colosseo a Roma, senza che lui ne sappia qualcosa !! Troppo umile e generoso per ricordarsi come   ne sia venuto in possesso.  Sono commosso. E che dire del fatto che tutta ‘sta gente per anni ha dovuto sopportare il peso di decisioni importanti prese per conto nostro, quali ad es. adesioni a Patti e Trattati vari in campo internazionale, tutto fatto e deciso senza dare a noi poveri cittadini mentecatti (ma soprattutto ignoranti) il minimo disturbo di capire in cosa ci stavamo cacciando ? Lo hanno fatto per noi ! Quel peso lo hanno portato loro sulle loro spalle, come Atlante porta il globo sulle sue! Ma dovremmo ricordarci tutti insieme il fatto che i nostri eroi (si, sono degli eroi!!) hanno tolto dalle spalle dello Stato l’aggravio di gestire la sovranità monetaria, la nostra sovranità monetaria, e di cedere questo peso insopportabile e assurdo alle banche private, sicuramente più professionali e preparate per questo ingrato compito.

Volete mettere tutte quelle volte che sono successe delle stragi e loro per non arrecarci un dispiacere non hanno mai voluto farci sapere il perché e il per come di queste stragi ? Quindi, amici, ravvediamoci  finché siamo in tempo per evitare lo sconquasso sociale che potrebbe derivare dal rischio di una possibile gestione sana e responsabile di un paese. Secondo me, non lo potremmo reggere a lungo e scoprire cosa significa essere governati con onestà e buona fede potrebbe essere peggio di uno shock anafilattico!! E questa è una cosa che non può essere permessa. Pertanto, i vari PDL, PD (o PD-L, fate voi), UDC, Presidente della Repubblica, sindacati, Confindustria, Kgb, Cia , n’tricche e n’tracche e anche il Circolo del Cucito e la LIPU e tutto il codazzo di faccendieri che ruota attorno al potere italico come un maialino attaccato alla mammella di mamma scrofa, ci stanno doverosamente avvisando. No amici, stiamo attenti e vigiliamo, non è possibile che si possa essere così ingrati! Ma che ? Affidarci a cittadini normali sollazzati da un comico quando c’è gente seria come loro ?  E dove non possono arrivare loro ci sono i tecnici. Si, i tecnici. Prendetela come una forma di profilassi, ad ulteriore garanzia di serietà e competenza nella gestione della cosa pubblica. Quindi, che questo scempio non accada. D’altronde loro hanno sempre lavorato per noi, per il … Paese. E l’esperienza loro ce l’hanno, e rimarremo in buone mani.

Buona fortuna a tutti.

Software per la Tua Pubblica Assistenza

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

,

About Giovanni Mole'

Non sono un giornalista, non sono nemmeno laureato, ho un’istruzione mediocre perché mediocre è stata la mia carriera scolastica. Però, come tantissime altre persone di questo strano pianeta, ho molte cose da dire, perché penso tanto, mi interrogo su moltissime questioni, più o meno importanti, e quindi cerco avidamente delle risposte. Sono molto passionale e ho molte passioni e interessi. Sono informato più o meno su tutto quello che mi circonda, la realtà del mio tempo. Realtà che faccio fatica ad accettare e che mi provoca un certo disagio. Mi piace comunicare, parlare (scrivere in questo caso) se ho delle cose concrete da dire, pensieri sensati da tirar fuori. Diversamente, se ho dubbi o ignoranza, preferisco il silenzio. Meglio ascoltare. Non sono un uomo di fede, lo sono stato. O credevo di esserlo. Ma rispetto (anzi, invidio) profondamente chi ha fede, chi crede che ci sia un Dio che ancora non si sia stancato di noi. Quindi non mi piace il pregiudizio, sotto qualunque forma. Ho rispetto delle opinioni altrui, anche di quelle che avverso nel modo più acceso, ma se non sono d’accordo su una cosa non vuol dire che non sia pronto a cambiare idea e ricredermi. Se lo ritengo giusto e necessario.

Vedi tutti gli articoli di Giovanni Mole'

Iscriviti

Subscribe to our RSS feed and social profiles to receive updates.

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.672 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: