Il bilancio di un’estate


In una rubrica con relativa corrispondenza,  il nostro Pasolini scriveva che “c’è il sole, l’estate, la domenica all’aria aperta…”

Ed ecco l’estate sta per finire: alcuni di noi sono tornati al lavoro, altri sono senza lavoro. E’ questa la desolazione. Come fare per vivere?

Gli operai dell’ ALCOA, l’Ilva di Taranto, gli operai della Carbon Sulcis, i precari nella scuola: sono persone che affrontano una vita irta di difficoltà. L’Italia rischia di essere travolta dalla crisi e perché i Lorsignori al potere non diventano persone straordinarie e degne di esserlo? Le mie osservazioni potrebbero sconfinare nell’antipolitica, nel qualunquismo, ma la politica dov’è? Se abbandonare un Paese e guardare al potere personale significa governare, allora si devono rieducare tutti gli italiani. Non abbiamo dignità e siamo dominati dalla signora Merkel, una donna autoritaria che di noi, come popolo, non conosce nulla.

Camus affermava che “l’uomo è il risultato delle convenzioni sociali” e voleva dire che nessuno è libero di esistere. L’estate sta per concludersi e i problemi si sono inaspriti. Una parte della vecchia politica forma le antiche abitudini: sento che si sta sviluppando un neoclientelismo peggiore di quello dei tempi di “cosa nostra”-mafia-corruzione-dei rappresentati dello Stato.

Il messaggio
Un incontro
tanti incontri
tanti amici.
E poi  non si è più giovani
non si è più in carriera.
Un messaggio al telefono
ma non arriva al cuore.
Il cuore è altro.
Sorvolerei il mare…
il mare che non c’è.

-

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

Da oggi anche su Facebook: Diventa nostro fan qui!

Software Gestionale Pubblica Assistenza

, , , , ,

About Rosa Mannetta

Mi chiamo Rosa Mannetta e sono una malata di cancro in follow-up da tre anni. Ho affrontato la chemioterapia a bersaglio molecolare e dopo cure devastanti, sono qua a raccontare situazioni inenarrabili. Insegno lingua italiana agli stranieri. Assumo dei farmaci che mi rendono stanca, con una notevole astenia e spesso mi devo assentare, con la decurtazione dello stipendio, come tutti i dipendenti pubblici. Ciò mi succede perchè le commissioni mediche non mi hanno riconosciuto l’art. 33 della legge 104 del 1992 e ho solo l’art. 21, cioè non sono sottoposta a trasferimenti. Sono la portavoce di tanti miei amici malati di cancro e mi hanno detto che devo segnalare la situazione dell’abbandono in cui viviamo, della dignità negata, dei pregiudizi espressi e non, della mancanza di affetto delle persone che dovrebbero esserci vicine. E’ da tempo che descrivo questa situazione, ma sono una voce che muore nel deserto delle coscienze, delle sensibilità inermi. Noi malati sopravvissuti, siamo dei naufraghi in balia del vento, su una zattera improbabile. Siamo in un periodo di grande crisi istituzionale, ma noi non possiamo essere cittadini di un Paese che non considera le nostre rivendicazioni. Forse ho sbagliato a sottopormi a 8 cicli di chemioterapia e a 40 sedute di radioterapia…. Chissa’…..

Vedi tutti gli articoli di Rosa Mannetta

Iscriviti

Subscribe to our RSS feed and social profiles to receive updates.

5 commenti su “Il bilancio di un’estate”

  1. Rosa Says:

    Chiedo scusa ai lettori. Ho commesso un errore di digitazione. Nel periodo ” Le mie osservazioni potrebbero sconfinare nell’antipolitica, nel qualunquismo, ma la politica dov’è? “, ho scritto “nel quale egoismo”…….intendevo e ribadisco, “nel qualunquismo”.
    Perdonatemi….può succedere. Rosa Mannetta

    Rispondi

  2. cacciatricedisogni Says:

    Purtroppo è davvero come dici Rosa, sono totalmente in linea con te
    per quanto hai scritto. Un amaro autunno attende un po’ tutti noi.
    Anch’io ho sempre pensato e detto che i Lorsignori oltre alle chiacchiere
    dovrebbero fare i fatti, ma davvero. Sarebbe davvero un segnale positivo
    e senza dubbio incoraggiante se farebbero come giusto che sia, “auto-tassarsi”
    diminuendo i loro stipendi dorati, come tutti. Ma a quanto pare, parlano solo
    di aria fritta, i fatti dicono questo. Voglio sperare che la situazione generale
    migliori, soprattutto per quelle persone che non hanno più un lavoro, e che
    possano riavere la loro dignità.
    Un caro saluto, Lori.

    Rispondi

Trackbacks/Pingbacks

  1. Ascoltando i commenti della gente… | Pensare Liberi News - 25 settembre 2012

    [...] Il bilancio di un’estate [...]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.672 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: