Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: PER FAVORE, SI DIMETTA!


OGGETTO: Richiesta ufficiale, dei sottoscritti cittadini, di dimissioni immediate del presidente del consiglio, Onorevole Silvio Berlusconi.

*****************

Presidente, nonostante l’oggetto della richiesta sia molto chiaro, intendiamo spiegarLe dettagliatamente quali sono le motivazioni che ci portano sostanzialmente a supplicarLa di dimettersi.

Le nostre motivazioni sono sicuramente diverse, nel loro complesso, rispetto a quanto sia abituato a sentirsi dire ormai quotidianamente.

Veda presidente, i sottoscritti fanno parte di un gruppo di persone libere, di cittadini italiani che hanno deciso di unire le forze per contribuire alla divulgazione di quelle informazioni di carattere sociale, scientifico e politico che vengono tenute nascoste alla popolazione proprio da quella politica e da quel potere, in genere, che Lei rappresenta. La rassicuro già sul fatto che non apparteniamo a nessuna corrente politica, ne a Suo favore, ne, tanto meno, a Suo sfavore. Tra di noi c’è chi L’ha votata a suo tempo, come c’è chi Le ha votato contro (oggi nessuno di noi rifarebbe quelle scelte, essendo quella politica ormai morta e noi non votiamo certo i fantasmi); eppure questo non ci crea problemi, anzi ora siamo qui a chiederLe di uscire dalla scena politica per sempre.

Dicevamo delle nostre motivazioni. Le consigliamo di leggere sino in fondo la presente, in quanto la richiesta ha delle argomentazioni che crediamo originali, quindi anche per Suo diletto potrà leggere finalmente qualcosa di diverso dopo 15 anni di rullo compressore sempre sugli stessi identici argomenti; giorno per giorno, settimana per settimana, mese per mese, anno per anno. Siamo diventati pazzi e sia clemente e comprensivo con la nostra pazzia, ma la colpa è anche indirettamente Sua!

Veniamo alle motivazioni conosciute e scontate, ma dovute e fondate:

La Sua condotta morale come concittadino di questo paese non è più compatibile con i valori di tutte quelle brave persone che si stanno impegnando con grande fatica, con sacrifici e pesanti privazioni, nel cercare di consegnare ai loro figli un futuro migliore rispetto a quello che è stato loro consegnato. Queste persone si impegnano sia nel sociale, con gruppi, associazioni, blog o liste civiche, sia nel privato nella “semplice” educazione dei figli. Noi crediamo che tutte queste persone, ma diciamo pure tutti i nostri concittadini, meritino di meglio, meritino un presidente del consiglio ligio.

Dal punto di vista del Suo ruolo politico e istituzionale, la situazione non cambia di molto rispetto al privato. E’ un politico, una persona potente, importante e come tutti coloro che appartengono a questa categoria (soprattutto in Italia) ha rapporti e legami con personaggi di dubbia moralità, le cui azioni e conoscenze sono spesso riconducibili a quelle della malavita organizzata.

Ora… noi non siamo degli ingenui, ne tantomeno degli sprovveduti. Sappiamo molto bene che quello che Le stiamo personalmente rimproverando accomuna TUTTA l’attuale classe politica italiana e gran parte della classe politica mondiale (soprattutto occidentale). Infatti le Sue dimissioni altro non sarebbero che l’inizio di una grande esodo verso casa di TUTTA la classe politica italiana. Si, le cose stanno cambiando drasticamente per Voi della “vecchia guardia”, noi cittadini Vi vogliamo tutti a casa (possibilmente in esilio, si vedrà… al NOSTRO buon cuore…) e questa prospettiva è molto più reale e vicina di quanto Lei stesso, con la sua lungimiranza e capacità statistica, possa immaginare.

Le rimproveriamo anche il non essersi distinto tra tutti gli esponenti della classe politica, non avendo intrapreso nessuna misura correttiva nei confronti delle vere ingiustizie alle quali siamo ora mai sottoposti da anni. Ha avallato un sistema di gestione privatizzata della salute e sa benissimo che decine di migliaia di bambini muoiono ogni anno in Italia per leucemia e tanti altri per malattie che non dovrebbero avere. Sia noi di “Pensare Liberi” che Lei sappiamo benissimo di cosa striamo parlando. Non si è distinto, non si è opposto per quasi 20 anni all’attuale sistema monetario il quale sa benissimo essere un sistema CRIMINALE che ha levato la vita e continua a levarla a milioni di persone nel terzo mondo e che ora ha rovinato la vita di padri, madri, figli, intere famiglie a causa della propaganda criminale alla quale ci avete sottoposti. Valori ed esempi consumistici, sistema economico basato sul debito, espropriazione della nostra moneta, svendita del nostro paese e mille altri crimini inelencabili in questa sede.

Molti sociologi, penso in particolare a Francisco Mele nel suo saggio “Mio caro nemico“, sostengono che oggi la guerra in occidente si combatta tra le persone. Siamo in guerra, quindi Lei, come tutta la classe politica italiana e internazionale, è a tutti gli effetti un criminale di guerra! Siete tutti criminali di guerra e avrete la Vostra Norimberga come è giusto che sia (già ci pregustiamo Rosy Bindi, tenuta a rispondere a domande come “chi le ha commissionato il sabotaggio del metodo del Prof. Di Bella?“). Onorevole Berlusconi, sarà in ottima compagnia!

A questo punto si starà giustamente chiedendo “perché ancora una volta devo essere io per primo a essere indagato, accusato, detestato?”. In effetti la Sua domanda ha senso, visto che tutta l’attuale classe politica italiana si è macchiata e continua a macchiarsi degli stessi Suoi reati (zoccola più zoccola meno).

E’ giusto che Le rispondiamo: Lei si deve immediatamente dimettere, presidente, perché NOI cittadini italiani che abbiamo scelto di contribuire attivamente al cambiamento di questo paese e non solo, noi, dicevamo, abbiamo da fare! Abbiamo ben altro a che fare che pensare a Lei e fino a che Lei rimarrà ostinatamente ancorato a quella cazzo di poltrona, tutta la stampa sarà occupata a parlare di Lei invece che dei problemi reali, i giornali continueranno a ricevere finanziamenti a pioggia, a diluvio, pur di portare avanti la missione di eliminarLa politicamente sputtanandoLa continuamente 365 giorni l’anno. Perchè ex giornalisti come Santoro e Travaglio ci servono, mentre ora, pagati per farlo o meno che siano, vivono la loro vita da zombie del giornalismo, letteralmente ossessionati da Lei e soltanto da Lei. BERLUSCONI, DELL’UTRI, MANGANO, MILLS E RUBY – BERLUSCONI, DELL’UTRI, MANGANO, MILLS E RUBY – BERLUSCONI, DELL’UTRI, MANGANO, MILLS E RUBY – BERLUSCONI, DELL’UTRI, MANGANO, MILLS E RUBY – BERLUSCONI, DELL’UTRI, MANGANO, MILLS E RUBY – BERLUSCONI, DELL’UTRI, MANGANO, MILLS E RUBY….

Non ce la facciamo più presidente! Tutta l’Italia che dovrebbe aiutarci è completamente assuefatta dalla Sua immagine e non fa che venirLe dietro ossessionatamente e meccanicamente, proprio come gli zombie immaginati da Romero. NOI NON VOGLIAMO PIU’ SENTIRLA NOMINARE, SIAMO  ORAMAI ALLA NAUSEA!!!

Abbiamo bisogno della stampa, dei giornalisti, della TV, di internet, delle istituzioni, dei magistrati per cambiare questo benedetto paese! Ma come facciamo se ora tutti sono impallati e in stallo sulle SUE malefatte??

Inoltre questo paese vive una profonda crisi democratica perchè siamo l’unico paese occidentale a non avere un’opposizione! La colpa non è direttamente Sua, ci mancherebbe, ma sa perfettamente che fino a che Le resterà in politica non esisterà mai una fazione politica con programmi concreti e non esisterà mai, di conseguenza, un’alternativa al Suo governo!  La finta opposizione italiana è da venti anni che non si occupa più di politica e di programmi, lo sappiamo. Vent’anni passati avendo Lei come unico e personale obiettivo. L’opposizione ha le ragnatele oramai e prima che possa essere in grado, eventualmente, di goverrnare o di “opporsi” al governo ci vorranno come minimo dieci anni di riabilitazione politica!

Beppe Grillo… poveraccio, ci viene da piangere, ma lo ha visto poverino come è ridotto per colpa Sua? Non dorme la notte, La sogna, La vive di giorno! 15 anni fa ci insegnava a ragionare con la nostra testa… ci ha spiegato come funziona questo sistema criminale, ci ha insegnato a tenere i nostri figli alla larga dalla Walt Disney e dalla Nestlè e dagli psicofarmaci. Ci ha insegnato come curarci, ci ha insegnato COSA CAZZO AVETE COMBINATO DAL DOPOGUERRA A OGGI, SENZA SCRUPOLO ALCUNO, sulla pelle di giovani, bambini, donne, vecchi, feti, cani, gatti, porci, foreste….. PER QUALCHE DOLLARO IN PIU’. E ora? Grillo, come L’Oscar Roberto Benigni… ce li siamo giocati… sino a che Lei non se ne sarà andato non li riavremo mai più! Forse Grillo sta uscendo dal tunnel da solo eh, lo vediamo… cazzo sono giorni che non la nomina!!! Forse ce la fa… Ma gli altri non ce la fanno, non ce la possono fare anche perché costoro prendono un sacco di soldi e sono sovvenzionati, direttamente e indirettamente, da un sistema di finanziamenti politici ad hoc, per vivere PER LEI… e noi questo lo sappiamo molto bene e da fonti dirette…

Onorevole presidente del consiglio, sia umano, ci facci il piacere…. se ne vadi!

Se ne vada a casa e riposi in pace… am… Grazie!

In fede

Luca Rivoli

Giorgio Fiore

Marco Cutolo

Barbara Ciocche (sottoscritto il 18-09-2011)

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO]

La Francia bombarda la costa D’Avorio e diventa prima potenza mondiale per il cacao. I francesi: “Berluconi démission!”

Michele Santoro: come compromettere 30 anni di carriera sottovalutando la rete e non solo…

Siamo tutti liberi di pensare, ma pensiamo liberamente?

Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI

———————————————————————–

Da oggi anche su Facebook: Diventa nostro fan qui!

Annunci
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Marco Cutolo

Passione per la ricerca e per la comunicazione.

Vedi tutti gli articoli di Marco Cutolo

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

25 commenti su “Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: PER FAVORE, SI DIMETTA!”

  1. Rosario Sardo Dice:

    Stavo per andare a dormire e ho detto “fammi andare sul sito di pensare liberi per vedere se ci sono novità”… E MI RITROVO QUESTA BOMBA DI ARTICOLONE??!!
    COMPLIMENTI E BUONANOTTE ANCHE A VOI, SPERANDO CHE DOMANI MATTINA NON VI INGABBINO 🙂
    Non ci ferma più nessuno 😉
    Saluti!!!

    Rispondi

    • Angelo Corsato Dice:

      Tranquillo, l’unico che prima o poi ingabbiano e Berlusca!!!

      Rispondi

    • pia Dice:

      il problema di questo paese non è berlusca,lui è solo l’immagine speculare dell’italico popolo perchè è questo popolo che lo ha sostenuto e vivificato sia perchè non è stato capace di informarsi nel 1994 su questo personaggio e sia perchè a molti conveniva avere l’illegalità e la corruzione come tratto distintivo del paese.L’ignoranza soprattutto è stata la carta vincente della melma rappresentata dal berlusca,ha trovato terreno fertile per attecchire dopo un presidente del consiglio prescritto per associazione mafiosa,dopo un sistema di tangenti che era divenuto la regola,questo paese ha scelto un’altro degno rappresentante che accumunava tutte e due gli aspetti.Il vero problema è la mancanza di senso civico,di consapevolezza e di mancanza di dignità dei cittadini italiani ma per fortuna c’è una minoranza evoluta che sin dall’inizio del degrado ha continuato a lottare affinchè questa non divenisse completamente la penisola dell’illegalità ma negli anni la vergogna è cresciuta insieme al fango,allo squallore misero che questi personaggi elargivano a piene mani con l’assenzo di molti.Non sono mai stati fatti gli italiani e ancora una volta è da lì che bisognerà ricominciare.

      Rispondi

      • Luca Rivoli Dice:

        Sostanzialmente il senso dell’articolo e della lettera è proprio questo. Berlusconi non è il vero problema italiano, come non lo è per tutto il resto del mondo.
        Si chiedono fortemente le sue dimissioni proprio perchè si possa finalmente tornare a parlare dei veri problemi del paese. E fino a che Berlusconi sarà in politica non esisteranno giornali, giornalisti, media, TV e politici che si vogliano occupare del bene pubblico. Questo atteggiamento è il male tipico della nostra Italia, ma così come Berlusconi non è la causa dei problemi italiani, non è nemmeno la soluzione ai mali. Per questo la richiesta di dimissioni è sincera e apartitica oltre che onestamente apolitica e leggendo l’articolo sino in fondo questo è anche molto chiaro. Come abbiamo scritto nella premessa alla lettera si tratta di una richiesta le cui motivazioni sono inedite rispetto a quanto circola in rete.

        Grazie per il suo commento.

        Redazione

        Rispondi

  2. mimmo1968 Dice:

    Ragazzi ma lo avete letto bene il post? Berlusca magari lo ingabbieranno ma forse c’è di peggio e se non c’è di peggio allora diciamo che sullo stesso livello ci sono tutti!!

    Rispondi

  3. berlusconivattene Dice:

    LO AVETE SCRITTO PER ME IMMAGINO! GRAZIE??? AHAHAHAHAH
    Siete riusciti a farmi ridere su una cosa per cui mi ci avveleno il fegato!!

    Ciao

    Rispondi

  4. Mariabel Dice:

    SE NE VADI, SE NE VADI!! 🙂
    Fossi in voi segnalerei il post a qualche giornale in guerra con berlusca, tipo repubblica o l’unità 😉
    Lo pubblicano al volo!!!

    Rispondi

    • Luca Rivoli Dice:

      Gentile Mariabel, grazie per il tuo commento.
      Avremmo potuto inoltrare il post a repubblica.it o all’unità, ma non sarebbe stato leale.
      Il nemico va cacciato, ma pensiamo che debba essere sempre fatto con lealtà… e i giornali italiani, come i “giornalisti”, non sanno nemmeno più il significato di questa parola…
      Che ne pensi?
      Grazie e un saluto

      Rispondi

    • Luca Rivoli Dice:

      Già mandato al movimento 5 stelle e segnalato sul blog di Grillo 😉

      Rispondi

  5. paccottino favara Dice:

    Per sottoscriverla? Per favore Berlusconi VADI VIA VADI….

    Rispondi

  6. fabrizio Dice:

    BERLUSCONI DIMETTITI HAI ROVINATO L’ITALIA E FATTO RIDERE IL MONDO SPARISCI MA X SEMPRE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  7. Rossana Dice:

    Berlusca..: spessarì de pressi puru!

    Rispondi

  8. Benedetto Dice:

    Sig. Presidente sono un imprenditore agricolo della provincia di palermo sono molto sdegnato nella posizione in cui ci troviamo noi agricoltori .Vorrei dare un’idea per rilanciare l’economia dell’italia. Il sistema  semplice fare in modo che qualsiasi impiegato, imprenditore, lavoratore autonomo o penzionato si scaricherebbero le spese tipo ( farmaci, pane, pasta, viaggi, colazione al bar anche il gratta e vinci) e fare in modo che si il cittadino a controllare la ricevuta fiscale in quanto gli serve per scaricarsela e mettere una % di tassa uguale per tutti solo nell’utile a fine anno . Cos uno se non vuole farsi tassare il suo utile compra ci che gli serve

    Rispondi

    • Marco Cutolo Dice:

      In Italia esistono lobbies che infulenzano il nostro parlamento. Queste lobbies (es. Rotary) tutelano categorie quali gioiellieri e medici (inclusi dentisti) le cui ricchezze si basano quasi esclusivamente sul nero.
      La sua soluzione è semplice, efficace e brillante, ma non sarà mai messa in pratica senza un radicale cambio strutturale del nostro tessuto sociale.

      Rispondi

Trackback/Pingback

  1. Michele Santoro: come compromettere 30 anni di carriera sottovalutando la rete e non solo… | Pensare Liberi - 11 giugno 2011

    […] contro Santoro, la scorsa settimana è stata la volta del suo antagonista Silvio Berlusconi con questo post. Prima o poi tocca a tutti. Abbiamo l’interesse comune di contribuire nell’attività […]

  2. La Francia bombarda la costa D’Avorio e diventa prima potenza mondiale per il cacao. I francesi: “Berluconi démission!” | Pensare Liberi - 18 settembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: PER FAVORE, SI DIMETTA! […]

  3. IO SO E MI DISSOCIO. [AGGIORNATO] | Pensare Liberi - 18 settembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: PER FAVORE, SI DIMETTA! […]

  4. La diversità consiste nel coraggio di dire la verità. Non ci fermerà nessuno. | Pensare Liberi - 18 settembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: PER FAVORE, SI DIMETTA! […]

  5. GIORGINO NAPOLITANO: “UNA CARIATIDE YANKEE E GUERRAFONDAIA AL QUIRINALE” | Pensare Liberi - 18 settembre 2011

    […] *************************** Altri articoli che ti potrebbero interessare: Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: PER FAVORE, SI DIMETTA! […]

  6. La vecchia politica sta morendo. La nuova politica avanza, ma attenti a impostori e sciacalli! | Pensare Liberi - 18 settembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: PER FAVORE, SI DIMETTA! […]

  7. Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI | Pensare Liberi - 19 settembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: PER FAVORE, SI DIMETTA! […]

  8. BERLUSCONI SI E’ DIMESSO: FESTEGGIAMENTI IN PIAZZA [AGGIORNATO] | Pensare Liberi News - 13 novembre 2011

    […] https://pensareliberi.com/2011/06/08/lettera-aperta-al-presidente-del-consiglio-silvio-berlusconi-per… […]

  9. La vecchia politica sta morendo. La nuova politica avanza, ma attenzione agli impostori | Pensare Liberi News - 23 aprile 2012

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: PER FAVORE, SI DIMETTA! […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: