Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI


[Aggiornamento 19-09-2011: Nell’atto notificato agli indagati i pubblici ministeri svelano l’identita’ delle donne «indotte all’attività di prostituzione esercitata in favore di Silvio Berlusconi». Ci sono grandi nomi del mondo dello spettacolo, compresa Manuela Arcuri, che tuttavia rifiutò. Scrivono infatti i pm: «Gianpaolo Tarantini la indusse a prostituirsi in favore di Silvio Berlusconi con la promessa che lo stesso l’avrebbe favorita per la conduzione del festival di Sanremo, non riuscendo a portare a termine il suo proposito a causa del rifiuto opposto della stessa».

Altre donne, al contrario, accettarono lo scambio e parteciparono alle “serate galanti” organizzate nelle residenze del Presidente del Consiglio: Maria Teresa De Nicolò, detta Terry (palazzo Grazioli), Carolina Marconi, Daniela Lungoci (villa San Martino), Francesca Lana, Hawa Kardiatau, Karen Buchanan (palazzo Grazioli), Camille Charao Cordeiro (Palazzo Grazioli), Barbara Montereale (villa Certosa), Sara Tommasi, Sebbar Fadoua (Palazzo Grazioli), Chiara Guicciardi (palazzo Grazioli), Vanessa di Meglio, Sonia Carpentone, Roberta Nigro (palazzo Grazioli), Maria Josefa De Brito Ramos (palazzo Grazioli), Grazia Capone (Arcore e villa San Martino), Luciana de Freitas Francioli (Arcore), Michaela Pribisova, Maria Ester Garcia Polanco (centro Messeguè di Melezzole), Mariasole Caci (Arcore), Ioana Visan, Barbara Guerra, Patrizia D’Addario (palazzo Grazioli), Sara Tommasi, Lucia Rossini (palazzo Grazioli) ]

*****************

OGGETTO: Richiesta ufficiale, dei sottoscritti cittadini, di dimissioni immediate del presidente del consiglio, Onorevole Silvio Berlusconi.

*****************

Presidente, nonostante l’oggetto della richiesta sia molto chiaro, intendiamo spiegarLe dettagliatamente quali sono le motivazioni che ci portano sostanzialmente a supplicarLa di dimettersi.

Le nostre motivazioni sono sicuramente diverse, nel loro complesso, rispetto a quanto sia abituato a sentirsi dire ormai quotidianamente.

Veda presidente, i sottoscritti fanno parte di un gruppo di persone libere, di cittadini italiani che hanno deciso di unire le forze per contribuire alla divulgazione di quelle informazioni di carattere sociale, scientifico e politico che vengono tenute nascoste alla popolazione proprio da quella politica e da quel potere, in genere, che Lei rappresenta. La rassicuro già sul fatto che non apparteniamo a nessuna corrente politica, ne a Suo favore, ne, tanto meno, a Suo sfavore. Tra di noi c’è chi L’ha votata a suo tempo, come c’è chi Le ha votato contro (oggi nessuno di noi rifarebbe quelle scelte, essendo quella politica ormai morta e noi non votiamo certo i fantasmi); eppure questo non ci crea problemi, anzi ora siamo qui a chiederLe di uscire dalla scena politica per sempre.

Dicevamo delle nostre motivazioni. Le consigliamo di leggere sino in fondo la presente, in quanto la richiesta ha delle argomentazioni che crediamo originali, quindi anche per Suo diletto potrà leggere finalmente qualcosa di diverso dopo 15 anni di rullo compressore sempre sugli stessi identici argomenti; giorno per giorno, settimana per settimana, mese per mese, anno per anno. Siamo diventati pazzi e sia clemente e comprensivo con la nostra pazzia, ma la colpa è anche indirettamente Sua!

Veniamo alle motivazioni conosciute e scontate, ma dovute e fondate:

La Sua condotta morale come concittadino di questo paese non è più compatibile con i valori di tutte quelle brave persone che si stanno impegnando con grande fatica, con sacrifici e pesanti privazioni, nel cercare di consegnare ai loro figli un futuro migliore rispetto a quello che è stato loro consegnato. Queste persone si impegnano sia nel sociale, con gruppi, associazioni, blog o liste civiche, sia nel privato nella “semplice” educazione dei figli. Noi crediamo che tutte queste persone, ma diciamo pure tutti i nostri concittadini, meritino di meglio, meritino un presidente del consiglio ligio.

Dal punto di vista del Suo ruolo politico e istituzionale, la situazione non cambia di molto rispetto al privato. E’ un politico, una persona potente, importante e come tutti coloro che appartengono a questa categoria (soprattutto in Italia) ha rapporti e legami con personaggi di dubbia moralità, le cui azioni e conoscenze sono spesso riconducibili a quelle della malavita organizzata.

Ora… noi non siamo degli ingenui, ne tantomeno degli sprovveduti. Sappiamo molto bene che quello che Le stiamo personalmente rimproverando accomuna TUTTA l’attuale classe politica italiana e gran parte della classe politica mondiale (soprattutto occidentale). Infatti le Sue dimissioni altro non sarebbero che l’inizio di una grande esodo verso casa di TUTTA la classe politica italiana. Si, le cose stanno cambiando drasticamente per Voi della “vecchia guardia”, noi cittadini Vi vogliamo tutti a casa (possibilmente in esilio, si vedrà… al NOSTRO buon cuore…) e questa prospettiva è molto più reale e vicina di quanto Lei stesso, con la sua lungimiranza e capacità statistica, possa immaginare.

Le rimproveriamo anche il non essersi distinto tra tutti gli esponenti della classe politica, non avendo intrapreso nessuna misura correttiva nei confronti delle vere ingiustizie alle quali siamo ora mai sottoposti da anni. Ha avallato un sistema di gestione privatizzata della salute e sa benissimo che decine di migliaia di bambini muoiono ogni anno in Italia per leucemia e tanti altri per malattie che non dovrebbero avere. Sia noi di “Pensare Liberi” che Lei sappiamo benissimo di cosa stiamo parlando. Non si è distinto, non si è opposto per quasi 20 anni all’attuale sistema monetario il quale sa benissimo essere un sistema CRIMINALE che ha levato la vita e continua a levarla a milioni di persone nel terzo mondo e che ora ha rovinato la vita di padri, madri, figli, intere famiglie a causa della propaganda criminale alla quale ci avete sottoposti. Valori ed esempi consumistici, sistema economico basato sul debito, espropriazione della nostra moneta, svendita del nostro paese e mille altri crimini inelencabili in questa sede.

Molti sociologi, penso in particolare a Francisco Mele nel suo saggio “Mio caro nemico“, sostengono che oggi la guerra in occidente si combatta tra le persone. Siamo in guerra, quindi Lei, come tutta la classe politica italiana e internazionale, è a tutti gli effetti un criminale di guerra! Siete tutti criminali di guerra e avrete la Vostra Norimberga come è giusto che sia (già ci pregustiamo Rosy Bindi, tenuta a rispondere a domande come “chi le ha commissionato il sabotaggio del metodo del Prof. Di Bella?“). Onorevole Berlusconi, sarà in ottima compagnia!

A questo punto si starà giustamente chiedendo “perché ancora una volta devo essere io per primo a essere indagato, accusato, detestato?”. In effetti la Sua domanda ha senso, visto che tutta l’attuale classe politica italiana si è macchiata e continua a macchiarsi degli stessi Suoi reati (zoccola più zoccola meno).

E’ giusto che Le rispondiamo: Lei si deve immediatamente dimettere, presidente, perché NOI cittadini italiani che abbiamo scelto di contribuire attivamente al cambiamento di questo paese e non solo, noi, dicevamo, abbiamo da fare! Abbiamo ben altro a che fare che pensare a Lei e fino a che Lei rimarrà ostinatamente ancorato a quella cazzo di poltrona, tutta la stampa sarà occupata a parlare di Lei invece che dei problemi reali, i giornali continueranno a ricevere finanziamenti a pioggia, a diluvio, pur di portare avanti la missione di eliminarLa politicamente sputtanandoLa continuamente 365 giorni l’anno. Perchè ex giornalisti come Santoro e Travaglio ci servono, mentre ora, pagati per farlo o meno che siano, vivono la loro vita da zombie del giornalismo, letteralmente ossessionati da Lei e soltanto da Lei. BERLUSCONI, DELL’UTRI, MANGANO, MILLS E RUBY – BERLUSCONI, DELL’UTRI, MANGANO, MILLS E RUBY – BERLUSCONI, DELL’UTRI, MANGANO, MILLS E RUBY – BERLUSCONI, DELL’UTRI, MANGANO, MILLS E RUBY – BERLUSCONI, DELL’UTRI, MANGANO, MILLS E RUBY – BERLUSCONI, DELL’UTRI, MANGANO, MILLS E RUBY…. (la lista si allunga e si aggrava con Lele Mora, Emilio Fede, Tarantini, con al seguito moltissime donne dello “spettacolo”)

Non ce la facciamo più presidente! Tutta l’Italia che dovrebbe aiutarci è completamente assuefatta dalla Sua immagine e non fa che venirLe dietro ossessionatamente e meccanicamente, proprio come gli zombie immaginati da Romero. NOI NON VOGLIAMO PIU’ SENTIRLA NOMINARE, SIAMO  ORAMAI ALLA NAUSEA!!!

Abbiamo bisogno della stampa, dei giornalisti, della TV, di internet, delle istituzioni, dei magistrati per cambiare questo benedetto paese! Ma come facciamo se ora tutti sono impallati e in stallo sulle SUE malefatte??

Inoltre questo paese vive una profonda crisi democratica perchè siamo l’unico paese occidentale a non avere un’opposizione! La colpa non è direttamente Sua, ci mancherebbe, ma sa perfettamente che fino a che Lei resterà in politica non esisterà mai una fazione politica con programmi concreti e non esisterà mai, di conseguenza, un’alternativa al Suo governo!  La finta opposizione italiana è da venti anni che non si occupa più di politica e di programmi, lo sappiamo. Vent’anni passati avendo Lei come unico e personale obiettivo. L’opposizione ha le ragnatele oramai e prima che possa essere in grado, eventualmente, di goverrnare o di “opporsi” al governo ci vorranno come minimo dieci anni di riabilitazione politica!

Beppe Grillo… poveraccio, ci viene da piangere, ma lo ha visto poverino come è ridotto per colpa Sua? Non dorme la notte, La sogna, La vive di giorno! 15 anni fa ci insegnava a ragionare con la nostra testa… ci ha spiegato come funziona questo sistema criminale, ci ha insegnato a tenere i nostri figli alla larga dalla Walt Disney e dalla Nestlè e dagli psicofarmaci. Ci ha insegnato come curarci, ci ha insegnato COSA CAZZO AVETE COMBINATO DAL DOPOGUERRA A OGGI, SENZA SCRUPOLO ALCUNO, sulla pelle di giovani, bambini, donne, vecchi, feti, cani, gatti, porci, foreste….. PER QUALCHE DOLLARO IN PIU’. E ora? Grillo, come L’Oscar Roberto Benigni… ce li siamo giocati… sino a che Lei non se ne sarà andato non li riavremo mai più! Forse Grillo sta uscendo dal tunnel da solo eh, lo vediamo… cazzo sono giorni che non la nomina!!! Forse ce la fa… Ma gli altri non ce la fanno, non ce la possono fare anche perché costoro prendono un sacco di soldi e sono sovvenzionati, direttamente e indirettamente, da un sistema di finanziamenti politici ad hoc, per vivere PER LEI O CONTRO DI LEI… e questo lo sappiamo molto bene e da fonti dirette…

Onorevole presidente del consiglio, sia umano, ci facci il piacere…. se ne vadi!

Se ne vada a casa e riposi in pace… am… Grazie!

In fede

Redazione – “Pensare Liberi”

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

———————————————————————–

Da oggi anche su Facebook: Diventa nostro fan qui!

Annunci
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Giorgio Fiore

Ricercatore autonomo di informazioni basilari per la vita e la dignità delle persone.

Vedi tutti gli articoli di Giorgio Fiore

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

30 commenti su “Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI”

  1. Sergio Dice:

    D’accordissimo Berlusconi se ne deve andare, a quest’ora doveva già essere lontano dalla vita politica e dagli sguardi di noi italiani, che viviamo nella sua ossessione malata.

    Rispondi

  2. Sara Dice:

    Sì, però anche noi italiani andiamo oltre a questo pazzo scatenato, che vive di protagonismo e di onnipotenza. E’ il nostro continuo interesse nello scoprire le schifezze che ha fatto che lo tengono ancorato ancora sulla sua poltrona.

    Rispondi

  3. Irene Dice:

    Il problema non è il grande porcile che ha messo su berlusconi. Certo quello che ha fatto, è letteralmente vergognoso e ignobile, ma non l’ha fatto certo costringendo queste ” adorabili ” donnine. Il vero problema sta nel mettere il riflettore e continuando a dare attenzione, perdendo di vista ciò che è davvero importante, cioè pensare solo a come cambiare un mondo ormai finito, Pensando esclusivamente a questo, solo così berlusconi diventerà un problema risolto e archiviato.

    Rispondi

  4. Escort Dice:

    Il problema è che Berlusconi rappresenta l’italiano medio in larga maggioranza…

    Rispondi

  5. carlo belluomini Dice:

    purtroppo nella testa dell’unto ci sono 2 cose che lo preoccupano : i processi e le sue aziende! Non dimentichiamoci che all’atto della sua entrata in politica,mediaset aveva circa 8 milioni di debiti!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

Trackback/Pingback

  1. Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI - Noi - 19 settembre 2011

    […] Continua a leggere >> […]

  2. Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: PER FAVORE, SI DIMETTA! | Pensare Liberi - 19 settembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  3. TUTTI IN PIEDI!… MANCANO LE SEDIE: STORIA DI EROI, NANI E MAGNACCIA INTERNAZIONALI | Pensare Liberi - 19 settembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  4. GIORGINO NAPOLITANO: “UNA CARIATIDE YANKEE E GUERRAFONDAIA AL QUIRINALE” | Pensare Liberi - 19 settembre 2011

    […] *************************** Altri articoli che ti potrebbero interessare: Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  5. Oltre 30.000 Lettori attivi – 650.000 visite in 3 mesi – E’ la Verità che VINCE !! | Pensare Liberi - 20 settembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  6. Prostituzione – da “mestiere” di alcune a valore sociale per adulte e adolescenti | Pensare Liberi - 21 settembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  7. Pensare Liberi ha bisogno di nuovi redattori NoTav, Antiequitalia, Diritto alla casa, Scienza, Politica, Sovranità Monetaria… | Pensare Liberi - 23 settembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  8. Emigrare in Canada per fuggire dalla crisi socio-economica? Rigidi protocolli, ma successo assicurato! | Pensare Liberi - 25 settembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  9. Emigrare in Canada per fuggire dalla crisi? Rigidi protocolli, ma successo assicurato! | Pensare Liberi - 25 settembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  10. Bagnasco, la rabbia del premier «E’ un attacco che non meritavo» « Libera Mente News - 27 settembre 2011

    […] anche: Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI Share this:TwitterFacebookEmailLinkedInLike this:LikeBe the first to like this […]

  11. Il governo frena sulla norma “ammazza-blog”. Disinnesco o zuccherino? Informiamoci | Pensare Liberi - 29 settembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  12. Generosità industriale: Diego della Valle farà le scarpe a tutti, ma prima tocca al Cavaliere | Pensare Liberi News - 3 ottobre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  13. Arrivederci Marco – Travaglio abbandona “Passaparola” sul blog di Grillo « Libera Mente News - 4 ottobre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  14. Marco Travaglio lascia Passaparola. Sul blog di Beppe Grillo quasi nessuno è stupito | Pensare Liberi News - 5 ottobre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  15. La Lega pronta alle elezioni – Bossi: meglio votare prima del 2013 « Libera Mente News - 6 ottobre 2011

    […] la notizia – Approfondimento: Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI Share this:TwitterFacebookEmailLinkedInLike this:LikeBe the first to like this […]

  16. Paolo Barnard – Eurozona – Analisi di un complotto franco-germanico | Pensare Liberi News - 7 novembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  17. BERLUSCONI SI E’ DIMESSO: FESTEGGIAMENTI IN PIAZZA | Pensare Liberi News - 13 novembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  18. Sotto la banca la capra crepa | Pensare Liberi News - 23 novembre 2011

    […] alle misure Monti vale anche per il governo Berlusconi e per chi c’era prima di lui (i vari D’Alema, Dini) colpevoli di non essersi distinti negli […]

  19. Quanti milioni di euro diamo ogni anno ai giornali per farci ingannare e disinformare? | Pensare Liberi News - 2 dicembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  20. Quel pazzo venerdì – Inaspettatamente un giorno diverso | Pensare Liberi News - 2 dicembre 2011

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  21. Il 45% delle universitarie si prostituisce e invade il mondo del lavoro – Tra famose e non | Pensare Liberi News - 19 giugno 2012

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  22. La cultura e le donne di oggi | Pensare Liberi News - 27 giugno 2012

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  23. Il significato morale di una nazione: è l’Italia da ricostruire | Pensare Liberi News - 18 luglio 2012

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  24. Il bilancio di un’estate | Pensare Liberi News - 20 settembre 2012

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

  25. Ascoltando i commenti della gente… | Pensare Liberi News - 25 settembre 2012

    […] Lettera aperta al presidente del consiglio Silvio Berlusconi: ABBIA LA DIGNITA’ DI DIMETTERSI […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: