VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario


Ci sono cose che sono soggette per natura alla cosiddetta “moda”, come l’abbigliamento, la capigliatura, le auto, persino usi e costumi, ma non tutto può seguire la moda. Oggi si tende pericolosamente ad affrontare la vita in timeline, come su Twitter. Una cosa passa e via! avanti un’altra.

I problemi, per loro definizione, non possono essere soggetti alla moda. Dei problemi se ne parla per cercare di trovare una soluzione e sino a che il problema persiste. Dieci anni? Mille anni? I problemi non rispondono al tempo, ma a una sola cosa: la soluzione.

Dedichiamo questo articolo a tutti i genitori perchè si informino e vigilino sulla salute dei loro figli tenendo ben presente due fattori fondamentali:

  1. La salute è stata privatizzata da molti anni ormai da parte delle industrie farmaceutiche. Da morti non valiamo nulla, da sani non valiamo nulla. L’unico modo perchè possiamo rappresentare un guadagno per le industrie farmaceutiche è quello di essere malati da curare. L’alternanza di stato tra sano e malato rappresenta il volano, la biella, del business farmaceutico e il controllo di questa alternanza è stato spinto all’esasperazione anno dopo anno, dal dopo guerra sino ai giorni nostri.
  2. I medici non curano in base alle loro competenze, nè in base alle loro ricerche, ma secondo i protocolli sanitari nazionali e internazionali, dettati a cascata dall’OMS (organizzazione mondiale della sanità). Se i medici non seguono questi protocolli qualsiasi cosa accada al paziente loro ne sono diretti responsabili e le assicurazioni non pagano, né le assicurazioni personali nè quelle delle strutture ospedaliere. Se i medici e le strutture ospedaliere seguono i protocolli invece, tutto ciò che accade ai pazienti, inclusa la morte, non è loro responsabilità. Tutti i casi in cui un medico o una struttura sanitaria sono stati tenuti a rispondere dinanzi a un tribunale sul loro operato riguardano, in qualche modo, la violazione (per distrazione o negligenza) dei protocolli sanitari. Se volete sapere come cureranno voi e i vostri figli allora leggete questi protocolli. Il protocollo sanitario rappresenta la “licenza di uccidere” da parte del sistema sanitario internazionale.

Abbiamo affrontato più volte questi temi nel blog. In calce troverete, come sempre, gli articoli correlati per gli approfondimenti. E’ fondamentale sapere e fare sapere.

Abbiamo scritto in precedenza: <<[…] Crediamo sia giunto il momento di iniziare a indagare severamente su questo palese sistema terroristico sanitario finalizzato al business! E’ strano come le pandemie rientrino da sole dopo che il mercato si sia saturato dei relativi prodotti farmaceutici, primi fra tutti i vaccini. Non è necessario iniettarsi il vaccino per sconfiggere questi batteri, basta acquistarlo su larga scala e tutto passa… ovviamente con i soldi dei contribuenti. Certo, siamo nell’era di internet, quindi anche i vaccini sono WIFI!!!

Oltre allo svuotamento delle nostre tasche, spesso le ripercussioni sulla salute delle persone che si sono sottoposte a vaccini e cure mediche, hanno rappresentato un danno, in termini di vite umane, ben superiore a quello causato dal batterio o virus di turno. Lo sconcerto sale nel momento in cui veniamo a sapere (scoprire?) che la storia delle vaccinazioni, dal dopoguerra a oggi, è tristemente piena di questi casi.

Le industrie farmaceutiche e il sistema sanitario mondiale devono porre fine a questi atteggiamenti criminali o finiranno con l’ammazzarci tutti! Non siamo medici, fortunatamente (entreremo successivamente, in un apposita inchiesta, nel merito di questa esclamazione), e di conseguenza abbastanza informati dal raccomandarvi cautela. Informiamoci prima di sottoporre noi e i nostri figli a qualsiasi trattamento sanitario, in particolare se si tratta di vaccinazioni “coatte”, è nel nostro diritto, la salute deve ritornare a essere nostra […]>> Tratto da [Salute, la nuova frontiera del terrorismo internazionale. E’ il momento di E.Coli!!]

Vi lasciamo ora alla testimonianza diretta e alle parole di Giorgio Tremante, padre di 3 figli vittime dei vaccini così come altri milioni di casi nel mondo, nonchè rappresentante ufficiale dei “danneggiati da vaccino italiani” nominato dal Ministero della Salute dal 2008.

Software per la Tua Pubblica Assistenza

—————————————————————————————————–

HO VOLUTO PREPARARE MINUZIOSAMENTE IL MIO INTERVENTO PER LEGGERLO POI ALLA CERIMONIA UFFICIALE D’INTITOLAZIONE DEL GIARDINO AI MIEI FIGLI MARCO E ANDREA, VITTIME DEI VACCINI, DEL 4 AGOSTO 2011. IL MOTIVO PRINCIPALE CHE MI HA INDOTTO A FARE CIO’ E’ SICURAMENTE DA ADDEBITARSI AL MIO CARATTERE, TALVOLTA TROPPO IMPULSIVO, CHE FORSE, MI AVREBBE SPINTO AD ANDARE ADDIRITTURA “SOPRA LE RIGHE”.

Ecco così il mio “pacato” intervento:

“Signore e signori, Autorità presenti,

Un cordiale saluto unito al ringraziamento per la vostra vicinanza  in una occasione da tempo attesa e sollecitata.

Grazie alla consapevolezza ed all’impegno delle autorità civili del nostro comune, in particolare del Sindaco Flavio Tosi e dell’assessore , viene, probabilmente per la prima volta al mondo, dedicata un’area pubblica a persone che sono decedute in conseguenza dei danni subiti per la pratica obbligatoria delle vaccinazioni. L’intitolazione porta il nome dei Fratelli Tremante, Marco ed Andrea, ma con loro sono ricordate tutte le vittime delle vaccinazioni e le famiglie che nel dolore e nel silenzio hanno visto fin qui soffocata la loro dignità umana. Sì, perché il silenzio indifferente è doloroso, tanto quanto la malattia provocata che conduce alla morte.

Per questo tutte le famiglie delle vittime e dei danneggiati in conseguenza della pratica vaccinale obbligatoria sono oggi idealmente qui, con noi, e le sento particolarmente vicine assieme ai miei figli Luca, unico a non avere subito danni, e Alberto, gemello di Andrea, icona vivente delle atrocità che possono essere causate dai vaccini. Finalmente tutte le vittime e i danneggiati per la pratica obbligatoria delle vaccinazioni hanno un luogo in Verona, per ora il primo e unico, in cui riconoscersi ed essere riconosciuti come tali. Mi sono vicini in questo momento e ringrazio i miei parenti più stretti: mi hanno supportato e spesso sopportato in questi anni temendo, a volte, che fossi pazzo o visionario. Un ringraziamento anche al personale che ha garantito negli ultimi nove anni l’assistenza continua ad Alberto, con professionalità e partecipazione sentita, mantenendo così una parvenza di normalità alla vita quotidiana. Sono nove anni che è mancata Franca, sposa e madre che ha vissuto con dignità e nel silenzio il dolore che io, per il mio carattere battagliero, ho invece urlato in faccia al mondo. Se ne è andata, stroncata da un tumore al cui insorgere non sono stati certamente estranei gli strapazzi, le ansie  e la sofferenza interiore: i mesi trascorsi nelle sale di rianimazione, accanto ai figli, le notti trascorse per anni accanto al letto di Alberto, nella nostra stanza matrimoniale trasformata in una sala di rianimazione per consentirgli la sopravvivenza, contro ogni logica medica che ne aveva già previsto la fine precoce. Oggi questa giornata è dedicata anche a lei che sta assieme ai nostri due figli nel cielo, oltre le nubi impalpabili, dopo avere calpestato per anni gli aculei spinosi delle nostre incalcolabili sofferenze.

Oggi non voglio elencare le prevaricazioni, le ottusità e le angherie subite in nome di teorie e presunte verità scientifiche che non vogliono essere seriamente sottoposte a verifica critica. Chi lo desidera ha la possibilità di documentarsi ampiamente e di mettere a confronto intelligentemente le diverse posizioni. I dati che stanno in questo momento emergendo, anche negli Stati Uniti, sono impressionanti.

Desidero piuttosto salutare e ringraziare uno scienziato di fama internazionale, il prof. Giulio Tarro, che con onestà e grande coraggio ha riconosciuto ed attestato il danno vaccinale per Andrea ed Alberto e indicato la strada alternativa da seguire per curare Alberto, una strada che gli ha permesso di essere oggi qui con noi e di festeggiare il suo trentacinquesimo compleanno. Altri stupendi medici hanno aiutato Alberto nel suo percorso di vita, tra i quali il prof. Lorenzo Torelli, illustre rianimatore, e il prof. Valsè Pantellini. A questi e ad altri medici meravigliosi, che porto impressi nella mente e nel cuore, che hanno saputo resistere alla contestazione  dell’ufficialità scientifica, vanno la mia stima e la mia riconoscenza.

Una dedica desidero farla anche a tutti quei genitori che mi contattano tramite internet per raccontare il loro dolore nello scorgere nei figli i primi segni di quelli che oggi chiamiamo “danni da vaccino” e la rabbia e l’impotenza nel chiedere: “cosa fare?”.

Già: “il danno da vaccino”, quella piccola, quasi insignificante, per le case farmaceutiche, tassa da pagare per una totale ed efficace protezione dalle malattie infettive! Una bassissima percentuale di reazioni avverse, si dice, dove la colpa sembra non essere più del vaccino ma del sistema immunitario che non reagisce correttamente. Ma le percentuali non sono così basse come le case farmaceutiche, che stilano le statistiche, vorrebbero far credere e soprattutto la colpa non è dei nostri bambini. Mi appello ad ogni medico, perché il problema venga affrontato con occhio più aperto e libero da verità precostituite, perché l’intolleranza ai vaccini sia studiata in profondità, perché si accertino tutti i casi di reazione avversa, perché i genitori delle vittime non siano lasciati soli prima della vaccinazione e dopo all’insorgere eventuale del danno.

Un ringraziamento pubblico lo devo a Flavio Tosi, per quanto ha fatto come assessore regionale alla sanità, fino alla cancellazione nel 2008 dell’obbligatorietà delle vaccinazioni nel Veneto, e per la sensibilità mostrata da sindaco nei confronti della mia famiglia, che si concretizza tra l’altro con l’intitolazione di questa area verde a Marco ed Andrea.

Devo però segnalare che la “non obbligatorietà” non risolve da sé il problema del danno: vuole rendere libera la scelta del genitore, che dovrebbe consapevolmente valutare benefici e rischi di questa pratica medica. Orbene i presunti benefici vengono ampiamente illustrati negli ambulatori; i rischi molto meno, per non dire per niente!

Allora un genitore come può consapevolmente valutare e decidere?

E quando si smetterà di far sentire colpevole, di cosa poi (?), un genitore che opti per la non vaccinazione ? Un appello devo quindi rivolgerlo alle nostre autorità sanitarie regionali, perché sia data una informazione completa ai genitori, che li renda veramente liberi nella loro decisione: c’è in questo una precisa responsabilità morale e professionale. E se, come indica lo stesso prontuario sanitario, la vaccinazione con virus vivo non va effettuata in soggetti con una qualsiasi carenza immunitaria, perché non proporre i necessari accertamenti preventivi?

Un grazie desidero rivolgerlo anche al Vescovo Mons. Giuseppe Zenti, per una presenza ed una vicinanza già  lungamente richiesta ed attesa in chi lo ha preceduto come pastore della Chiesa di Verona e della Chiesa di Roma. A lei Eccellenza , la cui voce sarà certamente più ascoltata della mia, chiedo di sollecitare la Chiesa ad avere uno sguardo libero su questa problematica, capace di non farsi ingannare dalla propaganda delle grandi case farmaceutiche, e di sollecitare i medici che si ispirano al Vangelo, oltre che al giuramento di Ippocrate, affinché siano effettivamente al servizio della libertà di coscienza dei genitori dando una corretta e completa informazione ed erigendosi a difesa della vita, esigendo una ampia ricerca sui danni vaccinali, libera dai condizionamenti dei grandi interessi economici.

L’ultimo appello è per i “media”: tocca a voi cercare, ascoltare e far conoscere la verità di tanti bambini e bambine ed anche adulti vittime inconsapevoli di lesioni irreversibili da vaccino, che limitano e limiteranno il loro sviluppo psicofisico e la loro crescita umana. Sono molti, molti di più di quanto comunemente si pensi.

E, se non ci avete pensato fino ad ora, questa giornata la  dedico anche a voi.

Giorgio Tremante

—————————————————————————————————–

Al Signor Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, e a tutti i Capi di Stato del mondo.

Questo toponimo, nel quale sono incisi solo due nomi, Marco e Andrea Tremante, vuol raffigurare l’immagine di moltissimi altri esseri, per ora, ancora senza nome che sono stati immolati sull’altare di una pseudo-scienza speculativa che, ancora domina nel nostro Stato sul piano economico imponendo il suo volere che si traduce nell’obbligatorietà della pratica vaccinatoria. Solo la Regione Veneto, in tutto il nostro Paese, l’ha tolta ufficialmente fin dal gennaio 2008. Perché le altre regioni italiane non hanno seguito questo esempio?  Perché il dramma delle reazioni avverse, anche mortali, alle vaccinazioni è stato e vuole ancora rimanere un “TABU'”? Perché queste “VITTIME” non sono ancora considerate “EROI” come chi è deceduto in guerra, si dice, per il bene della Patria? Le chiedo, signor Presidente, di fare appello alla sua sensibilità e alla coscienza di ogni italiano, che lei legalmente rappresenta, in modo tale che anche queste sfortunate creature possano riposare in pace avvolte dal “tricolore”.

Giorgio Tremante, padre di Marco, Andrea e di…..Alberto.

 —————————————————————————————————–

Questa è la locandina che il Comune di Verona ha fatto stampare per la Cerimonia d’intitolazione del giardino ai miei figli Marco e Andrea “VITTIME DEI VACCINI”.

E’ mia precisa intenzione creare una “FONDAZIONE” per la ricerca di “TUTTI” i danni provocati dai vaccini. Chiunque voglia aderire a tale progetto si metta in contatto con me, o sulle pagine di fb  (http://www.facebook.com/giorgio.tremante) o direttamente scrivendo a:

Tremante Giorgio – via Danilo Preto,8 -37133 Verona-Italy

Email: giorgiotremante@libero.it

Software Magazzino Tracciabilità Big

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

DIVENTA NOSTRO FAN SU FACEBOOK E SOSTIENICI DIFFONDENDO

Annunci
, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Barbara Ciocche

Mi chiamo Barbara Ciocche, vivo a Milano, ho 31 anni e sono una psicologa. Penso che la massima realizzazione per una donna sia quella di essere mamma. Redattrice del blog "Pensare Liberi". Esprimo le mie opinioni, racconto verità nascoste, oso andare oltre per il futuro...

Vedi tutti gli articoli di Barbara Ciocche

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

40 commenti su “VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario”

  1. Ghebura's Eye Dice:

    Purtroppo se facessimo l’intero elenco di malattie vere e presunte per le quali le persone vengono obbligatoriamente curate, non finiremmo più!

    Il problema, nel nostro tempo, è la paura di morire: ci si affida troppo ad una filosofia medica che scaccia questo problema, come se curarsi dalle malattie renda immortali, ma alla fine si muore comunque…

    Ci sarebbe, tuttavia, anche un problema di “boccaloneria” delle persone: una volta che i media “inniettano” nel loro sistema una notizia, questa entra nel cervello della gente e non c’è modo di farla uscire! La gente crede a quanto viene detto, non pensano di verificare di persona quello che viene detto dai media e questo genera la linfa di cui le ditte farmaceutiche si nutrono per inventare malattie sempre diverse di anno in anno…alcune perdurano da tempo, altre sono sparite! Fortunatamente con la suina è andata meglio di quel che si sperava: merito di tanti blog e siti web che hanno fatto notare i comportamenti “strani” dei media….e, infatti, poco tempo dopo due ditte farmaceutiche si è scoperto che avevano agito in maniera poco chiara per gonfiare il problema!

    Io lo dico sempre, spesso per niente perché la gente non ascolta, ma si deve prestare una grandissima attenzione ai medici e alla medicina…non sempre dicono la verità oggettiva, ma la loro verità!

    Vostro, G.E.

    Rispondi

    • Roberto Cacina Dice:

      Sono d’accordo. Conosco l’ambiente dei medici e posso affermare che la medicina non è una scienza, ma un’opinione. Inoltre la vera scienza non viene applicata, ma solo, appunto, i protocolli sanitari che non interpretano le conoscenze mediche, ma il volere delle grandi multinazionali. Complottismo? Chi è caduto in mano ai medici sa che è realtà.

      Un medico che ti dice “chi inventerà la cura per il raffreddore gli daranno il Nobel” e tu, non medico che gli rispondi “dottore la cura è stata inventata e all’inventore gli sono stati conferiti DUE Nobel e si chiama Linus Pauling”.

      Ora voi vi fidereste di un meccanico che vi dice “il primo che inventa la marmitta per non far rumore gli daranno il Nobel”… onestamente… voi… vi fareste aggiustare la macchina da questo meccanico?

      I medici oggi sono come “quel” meccanico. Esperienza personale… in ospedale a mio padre gli portavo l’acido ascorbico e ho convinto il primario a documentarsi e dopo averlo fatto ha disposto che a mio padre venissero iniettati 3 grammi di ascorbato di sodio (la vitamina c che hanno negli ospedali iniettabile per endovena non essendo in forma acida) al giorno nell’imbarazzo del reparto e sto parlando dell’ospedale più grande di Europa e uno dei più famosi di Italia.

      Rispondi

  2. Sara Dice:

    I vaccini sono una grande trappola. Tutti sanno i discorsi che girano intorno ai danni che possono provocare, ma nonostante questo a fare i vaccini c’è sempre la fila.
    Informiamoci in maniera autonoma, solo noi genitori abbiamo davvero a cuore la salute dei nostri figli.

    Rispondi

  3. Fabrizio Spirito Libero Dice:

    non o parole! posso dirti che condivido il tuo dolore e la tua rabbia! un abbraccio fraterno

    Rispondi

  4. dr. GPaolo Vanoli Dice:

    Un recente articolo sulla stampa italiana del 2010 riportava quanto segue:

    Corrompevano governi, medici e funzionari di molti stati per vendere i loro prodotti.
    – Stavolta l’accusa nei confronti dei Big Pharma, i colossi del farmaco, è clamorosa. E viene direttamente dal dipartimento di Giustizia americano e la Sec, la Consob statunitense, che hanno aperto un’indagine su alcune tra le più grandi e potenti multinazionali del settore farmaceutico, tra cui le quattro sorelle Merck, Bristol-Myers Squibb, GlaxoSimthKline e AstraZeneca.

    Lo riporta il Wall Street Journal, secondo il quale i colossi del farmaco corrompevano i governi di numerosi paesi, tra i quali anche l’Italia, oltre a Brasile, Cina, Germania, Polonia, Russia e Arabia Saudita.
    – Le Big Pharma hanno ricevuto una lettera del Dipartimento di Stato che chiede loro di giustificare alcuni movimenti di denaro. 

    Le industrie farmaceutiche monopolizzano l’informazione sulla nostra salute e creano quotidianamente nuovi malati per aumentare i loro guadagni.
    Big Pharma non ha nessun interesse a che il paziente guarisca ma, anzi, l’intento spesso è quello di causare nuove malattie per alimentare la vendita dei loro farmaci e Vaccini.

    Sappiamo che Big Pharma produce farmaci e vaccini, e che questa lobby esercita pressioni per vendere i suoi prodotti, quindi possiamo concludere che le case farmaceutiche pur di vendere fanno carte false, non rivelano i danni che possono produrre i loro prodotti, pubblicano sulle riviste che esse finanziano, studi fasulli, falsi, od addomesticati, ed hanno collusioni con tutti gli stati, italia compresa..cio’ significa che ad esempio il Ministero della Salute, non esercitando la sua funzione di controllo e di indicazioni sanitarie, fa il gioco di Big Pharma senza curarsi della salute dei sui cittadini.
    Anche  i poveri medici che leggono quegli studi “addomesticati” o falsi, sono tratti in inganno e chi ne sopporta le conseguenze sono ovviamente i cittadini che si rivolgono alla medicina ufficiale ormai assoggettata alle direttive, le linee guida di BigPharma.
    Lo abbiamo visto chiaramente con la falsa epidemia della suina (H1N1 – influenza A) con la quale si sono evidenziate le pressioni terroristiche di Big Pharma attraverso i mas media, per  condizionare i politici con il ricatto della paura della influenza nefasta.,…tanto propagandata per poter spingere i cittadini a vaccinarsi con i loro vaccini.
    Ma quello che la popolazione non sa’ e’ che il Ministero della “salute” aveva stipulato un contratto capestro con penali per lo stato e liberatorio per i risarcimento danni dei vaccini per le case farmaceutiche.
    Inoltre il ministero della “salute” pur essendo stato informato dagli anni 1996, e’ stata fatta anche una interrogazione parlamentare a tale scopo, sui GRAVI danni di tutti i vaccini,
    vedi: http://www.mednat.org/vaccini/interrogazione_parl.htm
    Ad oggi NESSUN MINISTRO ha mai risposto all’interrogazione; per loro NON SE NE DEVE PARLARE MAI, chissa’ perche’ ?

    Siamo CONTRO la FALSA immunizzazione di Big Pharma e filiera….
    vedi: http://www.mednat.org/vaccini/contro_immunizzazione.htm

    Essendo il Ministero, succube per non dire altro, di Big Pharma, si e’ ben guardato  dal sospendere per “principio di precauzione” la somministrazione dei vaccini alla popolazione…ma continuato, anzi ampliato e continuamente spinto  alla vaccinazione attraverso i suoi comunicati…

    Questo e’ cio’ che un gruppo di ricercatori (medici, biologi, ricercatori), assieme al sottoscritto giornalista, hanno trovato, facendo una seria ed autofinanziata ricerca sui Gravi Danni dei Vaccini, gia’ nel 1995/1996 (vi segnaliamo i link con i vari documenti):
    http://www.mednat.org/Universo_Bambino/centrale1.htm

    I VACCINI producono gravi DANNI (piu’ o meno occulti) ai VACCINATI: umani ed animali…

    SIAMO CONTRO la falsamente detta IMMUNIZZAZIONE VACCINALE perche’ i  VACCINI sono MOLTO pericolosi per uomini ed animali !
    Altro che immunizzazione, vaccinarsi significa, ammalarsi facilmente di qualsiasi malattia, per le mutate condizioni del Terreno fisiologico.
    Le autorita e gli enti “sanitari” ripetono ogni giorno: “Non c’è nient’altro che possiate fare per proteggervi dalle malattie, perciò vaccinatevi”.
    Questa affermazione è una menzogna ed una falsita’ biologica.
    I vaccini bypassano le normali difese immunitarie, mandando in confusione il Sist. Immunitario, per tutta la vita !
    Le mutazioni genetiche indotte da TUTTI i  Vaccini sono ormai ben note.
    Anche la Polio, sclerosi, distrofie, leucemie, meningiti, malattie autoimmuni o rare, aids, allergie alimentari e non, celiachia, asma, autismo, diabete, ecc. sono scatenate dai vaccini per vari motivi, mutazioni genetiche + alterazione delle funzioni endocellulari, ecc.
    http://www.mednat.org/vaccini/mutazioni_genetiche.htm

    Nella sola UMBRIA la ns associazione ha raccolto quasi 5.000 segnalazioni di autismo, e l’Umbria e’ una piccola regione a densita’ di popolazione minima, pensate a quanti bambini autistici ci sono in Italia, proporzionalmente e rispettivamente  siamo attorno ai 350.000 malati  e forse piu, malati di disfunzioni dello sviluppo, che portano all’autismo, per le ischemie (e non solo quelle) indotte dai vaccini !
    http://www.mednat.org/vaccini/autismo.htm 

    Cio’ significa che Tutto cio’ che si dice da parte degli “enti” preposti alla salute umana, medici allopatici compresi, sui Vaccini (qualsiasi) e’ completamente FALSO !
    …perche’ i Vaccini, oltre ad intossicare,  infiammare,  creare ischemie ed immunodepressione per tutta la vita del soggetto vaccinato, per le gravi sollecitazioni alle quali e’ indotto l’organismo ed in particolare il sistema immunitario, essi  creano mutazioni genetiche nei mitocondri, trasmissibili alla prole….ecc.

    Questo perche i Vaccini a virus, sono un cocktail di sostanze tossiche e di proteine complesse a DNA molto pericolose, perche’ sono eterologhe=estranee, oltre ai contaminanti+adiuvanti+tossine contenuti nei Vaccini che aiutano la destabilizzazione delle funzioni di cellule, enzimi, flora batterica, sistema immunitario, DNA, ecc.
    http://www.mednat.org/vaccini/immunogenetica.htm

    Di fatto le vaccinazioni servono SOLO ad intossicare con  il contenuto dei vaccini, metalli pesanti, prodotti cancerogeni, sostanze tossiche, nanoparticelle comprese, antibiotici, prodotti antifertilita’, ecc, .ed a creare ischemie, per creare, mantenere ed ampliare il mercato dei malati, utilizzando e sfruttando propinando vaccini alla popolazione piu’ debole…..
    http://www.mednat.org/vaccini/contenuto_vaccini.htm

    Quindi e’ tutto un vantaggio, NON seguire le “direttive farmacologiche o vaccinatorie” dettate dalle case farmaceutiche, di cui gli enti governativi sono solo dei lacche’….
    http://www.mednat.org/vaccini/contro_immunizzazione.htm

    I VACCINI CAUSANO anche ATTACCHI MICRO-VASCOLARI
    Quindi l’unica soluzione e’ NON vaccinarsi MAI !
    http://www.mednat.org/vaccini/dannivacc.htm

    AUTISMO dai Vaccini
    http://www.mednat.org/vaccini/autismo.htm

    NON e’ l’uranio impoverito, sono i Vaccini che uccidono ed ammalano i ns soldati !
    http://www.mednat.org/vaccini/uranio.htm

    Muoiono tutte le pecore vaccinate:
    http://www.mednat.org/vaccini/pecore_sarde.htm

    Per ulteriori informazioni sui Gravi danni dei Vaccini vedi:
    http://www.mednat.org/vaccini/vaccini_base.htm

    Questo per fornirvi una piccola sintesi su queste gravi interferenze sulla salute della popolazione, utilizzata come carne da esperimento e da macello, da parte di BIg Pharma, con il beneplacet degli Enti che “dovrebbero” essere preposti alla “salvaguardia della nostra salute”…..ma che in realta’ salvaguardano solo i fatturati delle multinazionali dei vaccini.

    dr. Giovanni Paolo Vanoli – Giornalista specializzato da 40 anni in Sanita’ (Albo speciale) – Consulente in Scienza della Nutrizione e Medicine Naturali – webmaster di http://www.mednat.org  – e.mail:  info@mednat.org

    P.S. ..e poi non dite che non vi abbiamo avvisato…

    Rispondi

    • Barbara Ciocche Dice:

      Complimenti e grazie per la preziosa appendice.
      Qualora avesse materiale di cui è sua intenzione divulgare può inviarlo a segnala@pensareliberi.com

      La Redazione

      Dott.ssa Barbara Ciocche
      barbara.ciocche@pensareliberi.com

      Rispondi

    • Ghebura's Eye Dice:

      Bel commento….ah, io ho la sentenza di Dortmund (15 gennaio 2001) in mano da almeno un paio d’anni! Interessa a qualcuno?

      Rispondi

      • Luca Rivoli Dice:

        In lingua originale? Tedesco? E in che formato?
        Ci si può lavorare insieme.

        Si metta in contatto con la redazione se le fa piacere redazione@pensareliberi.com

        Saluti

        Rispondi

        • giorgio tremante Dice:

          SE SIETE A FAVORE DELLE VACCINAZIONI, LEGGETE QUESTO SE NE AVETE IL CORAGGIO!

          Per chi è a favore delle vaccinazioni, questo bel scritto, questa lettera concisa e convincente scritta dal medico neurologo dottor. Russell Blaylock di fama mondiale, saprà smantellare tutti gli argomenti utilizzati a sostegno di questa disumana pratica barbarica. Ho avuto il privilegio di incontrare il dottor Blaylock nel corso di una conferenza pochi anni fa. Lui è molto intelligente, un pensiero chiaro, logico medico che non ha paura degli effetti negativi sulla sua carriera nell’affermare la verità sulle atrocità delle vaccinazioni. Ascoltare un medico come il dottor Blaylock che non ha alcun interesse finanziario o di altro tipo su questo argomento, solo per parlare della verità per amore dell’obbiettività è infinitamente più prezioso che ascoltare medici e altri “esperti” che lo fanno per interesse.
          (Sarah, TheHealthyHomeEconomist.com)

          Vaccinazioni forzate, il Governo e l’interesse pubblico
          Dal Dott. Blaylock Russell, M.D.
          Dicembre 2009
          Coloro che sono attenti hanno notato una tendenza pericolosa: negli Stati Uniti, così come in tutto il mondo, e questo è il ricorso di certi governi a vario livello per imporre la vaccinazione forzata sul pubblico in generale. Il mio stato del Mississippi ha una delle leggi più restrittive per l’esenzione ai vaccini negli Stati Uniti, dove sono consentite deroghe solo su raccomandazione medica. Per ironia della sorte, questo è solo sulla carta, come molti hanno avuto ben tre medici, alcuni esperti sui danni neurologici causati dai vaccini, un’assicurazione scritta che chiede l’esenzione, solo per essere rifiutata da un pubblico ufficiale-sanitario dello Stato.

          Ancora peggiori sono gli Stati, come il Massachusetts, New Jersey e Maryland, dove le vaccinazioni forzate sono state imposte dai tribunali, dai legislatori statali, o sono ancora in attesa di tale normativa. Tutte queste politiche molto simili a quelle che si trovano nelle politiche nazionali degli imperi socialisti, nei paesi stalinisti, o nella Cina comunista.

          Quando i funzionari della salute pubblica chiedono la giustificazione legale per tali misure draconiane, è come costringere la gente ad accettare i vaccini che ritengono siano un pericolo, chiaro e presente per se stessi e per i loro cari che hanno avuto esperienze personali con gravi reazioni avverse a tali vaccini, essi di solito ricorrono alla necessità di proteggere la massa.

          Si deduce in fretta che, se i vaccini sono veramente efficaci quanto è propagandato dai funzionari della sanità pubblica, allora perché si dovrebbero temere i non vaccinati? Ovviamente la vaccinazione avrebbe almeno il 95% di protezione. Questa domanda li mette in una posizione molto difficile. La loro risposta abituale è che una “piccola” percentuale di vaccinati non ha sufficiente protezione e sarebbero ancora a rischio. Ora, se ammettono che la letteratura dimostra che, secondo loro, i tassi di fallimento del vaccino sono molto superiori al 5% e devono affrontare la prossima domanda ovvia – allora perché qualcuno dovrebbe assumere il vaccino se c’è una possibilità importante, non proteggerà?

          Quando è fatta ulteriormente pressione, vanno poi a ricorrere alla loro giustificazione preferita, il Santo Graal dei fautori del vaccino “l’immunità di gregge”. Questo concetto si basa sull’idea che il 95% (e qualche volta dicono al 100%) della popolazione devono essere vaccinati per prevenire un’epidemia. Le percentuali che sono richieste di vaccinazione crescono progressivamente. Ho riflettuto a questa domanda per un certo tempo prima che la risposta mi colpisse. L’immunità di gregge è per lo più un mito e vale solo per l’immunità naturale che si ha, contraendo la stessa infezione.

          È evidente l’immunità di gregge?
          Nella descrizione originale d’immunità di gregge, la protezione per la popolazione avviene solo quando la gente abbia contratto l’infezione naturalmente. La ragione di questo è che l’immunità acquisita naturalmente dura per tutta la vita. I sostenitori del vaccino lestamente si attaccarono a questo concetto e lo applicarono al vaccino con l’immunità indotta. Ma, c’era un grosso problema: l’immunità indotta dal vaccino dura solo per un periodo relativamente breve, da due a dieci anni al massimo, e quindi questo vale solo per l’immunità umorale. Questo è il motivo per cui hanno iniziato, in silenzio, a suggerire la maggior parte dei sostenitori dei vaccini, anche per le infezioni infantili come la varicella, il morbillo, la parotite e la rosolia.

          Poi hanno scoperto un problema ancora maggiore, le coperture sono state della durata di soli due anni o meno. È per questo che ora stiamo vedendo che coloro i quali sono andati nei collegi da giovani, e che entrano solo se sono pluri-vaccinati, anche a quelli che hanno resistito hanno dato loro l’immunità permanente, come l’MMR. Lo stesso è stato suggerito per gli adulti. Anche qui l’ironia della sorte ha voluto che, nessuno nel campo dei media o del campo medico si chiedesse che cosa stava succedendo. Hanno solo accettato che ciò deve essere fatto.

          L’immunità indotta dal vaccino contro l’allevamento è per lo più un mito che può essere semplicemente provato. Quando ero a scuola di medicina, ci hanno insegnato che tutti i vaccini per l’infanzia durano una vita. Questo modo di pensare esiste da oltre settanta anni. Ciò non è stato scoperto se non in tempi relativamente recenti, si è scoperto che la maggior parte di questi vaccini perdono la loro efficacia dai due ai dieci anni dopo essere stati eseguiti. Ciò significa che almeno metà della popolazione, che è la generazione del baby boom, non ha avuto l’immunità indotta dal vaccino contro una di queste malattie per le quali erano stati vaccinati molto presto nella vita. In sostanza, almeno il 50% o più della popolazione era protetto per decenni.

          Se ascoltiamo la saggezza di oggi, siamo tutti a rischio di epidemie risorgenti massicce è la caduta del tasso di vaccinazione al di sotto del 95%. Eppure, tutti noi abbiamo vissuto per almeno trenta o quarant’anni con il 50% o meno della popolazione che ha la protezione del vaccino. Cioè, l’immunità di gregge non esiste in questo paese per molti decenni e non si sono verificate epidemie di risorgenti. L’immunità di gregge indotta dai vaccini è una bugia usata per spaventare i medici, i funzionari della sanità pubblica, altro personale medico, e il pubblico per far accettare le vaccinazioni.
          Quando si esamina la letteratura scientifica, scopriamo che, per molti vaccini l’immunità protettiva è stata dal 30 al 40%, il che significa che il 70% o ill 60% del pubblico è rimasto senza la protezione del vaccino. Ancora una volta, ciò significa che con un tasso del 30% al 40% di efficacia al vaccino combinato con il fatto che la maggior parte delle persone ha perso la protezione immunitaria entro due o dieci anni dalla vaccinazione, la maggior parte di noi era senza il numero magico del 95% necessario per l’immunità di gregge. È per questo motivo che i difensori dei vaccini insistono nel dire che i vaccinati hanno tassi di efficacia del 95%.

          Senza il “mantra” dell’immunità di gruppo, questi funzionari della sanità pubblica non sarebbero in grado di giustificare la vaccinazione di massa forzata. Dicono di solito i medici che mettono in dubbio la mia affermazione che l’immunità di gregge è un mito, un semplice esempio. Quando ero studente di medicina, quasi quarant’anni fa, ci hanno insegnato che il vaccino contro il tetano sarebbe durato tutta la vita. Poi, trent’anni dopo che era stato inventato, abbiamo scoperto che la sua protezione dura non più di dieci anni, quindi, chiedo al medico di dubitare, se lui o lei, abbiano mai visto un caso di tetano? La maggior parte non l’ha mai visto. Io poi dico loro di guardare i dati annuali sulle infezioni di tetano, non si vede nessun aumento di casi di tetano. Lo stesso si può dire per il morbillo, la parotite, e le infezioni infantili. E ‘stato, ed è ancora, tutto un mito.

          L’intero caso per il riposo forzato di vaccinazione di massa su questo mito, è importante che noi dimostriamo la falsità di questa idea. Neil Z. Miller, nel suo ultimo libro “Il vaccino Manuale informativo”, fornisce una prova convincente che l’immunità di gregge è solo un mito.

          La strada per l’inferno è lastricata di buone intenzioni.
          Tali vaccinazioni obbligatorie per spingere a un numero sempre crescente di malattie sono un buon motivo. Alcuni sono sinceri e veramente vogliono migliorare la salute degli Stati Uniti. Essi ritengono che il vaccino-indotto crei il mito dell’immunità di gregge e allo stesso modo credono che i vaccini siano fondamentalmente sicuri ed efficaci. Non sono persone malvagie.

          Un numero crescente è fatto di quelli con una visione del mondo collettivista e vedono se stessi come un nucleo di élite, uomini saggi e donne che dovrebbero dire al resto di noi ciò che dovremmo fare in tutti gli aspetti della nostra vita. Ci vedono come animali ignoranti, che non sono in grado di comprendere le virtù del loro piano per l’America e per il mondo. Come bambini, dobbiamo essere costretti a prendere la nostra medicina, in quanto a loro avviso, non abbiamo alcun concetto di vero beneficio del farmaco dal cattivo sapore e dobbiamo essere alimentati a dovere.

          Ho anche scoperto che un piccolo numero di persone nelle agenzie di ordinamento e nei dipartimenti di sanità pubblica, vorrebbero parlare, ma sono talmente intimiditi e minacciati di licenziamento o di distruzione della loro carriera, che rimangono in silenzio. Per quanto riguarda i mezzi di comunicazione, sono assolutamente incapaci.

          Ho scoperto che i “giornalisti” (abbiamo pochi veri giornalisti in questi giorni) raramente capiscono cosa sono le rendicontazioni e sempre fanno affidamento su persone in posizioni di potere ufficiale, anche se queste persone non sono qualificate per parlare dell’argomento. La maggior parte del tempo, lo perdono nel corre ai Centers for Disease Control o dai medici universitari, a cercare risposte. Non riesco a contare il numero di volte che ho visto al dipartimento universitario un teste intervistato quando, era ovvio, che non aveva idea di quale fosse il soggetto in discussione. Pochi professori sono tali da perdere l’occasione di comparire su qualche fotografia o di essere citati su di un giornale.

          Si deve anche riconoscere che tali giornalisti e redattori sono sotto un enorme carico economico, in quanto, i produttori di vaccini sono gli inserzionisti più importanti in tutti i media e, per una ragione evidente, controlla il contenuto. Un certo numero di storie eccellenti su argomenti medici sono aggiunte ogni giorno. Questo significa che sarà sempre relegato alla ” frangia media “, così i nostri media sono chiamati. Nonostante l’alta qualità del giornalismo in molti dei “marginali” punti vendita, hanno un pubblico molto più piccolo. E nonostante questo stanno avendo un effetto enorme sul dibattito.

          Come il pubblico si risveglia, il collettivista si dispera.
          John Jewkes, nel suo libro “Ordeal by Planning, ha osservato che; come i collettivisti britannici hanno iniziato a vedere sorgere opposizione ai loro grandiosi piani, sono diventati più disperati e aggressivi nella loro reazione. Hanno poi iniziato una campagna per sconfiggere i loro avversari e attribuire la colpa di ogni fallimento alla riluttanza delle persone ad accettare i dettami pianificatori, senza alcuna discussione. Noi abbiamo notato in questo dibattito, certamente che gli avversari delle vaccinazioni forzate, sono indicati come scienziati di frangia, ignoranti, confusi, e nemici della sicurezza pubblica, “nemici del popolo” che ricorda una frase preferita da Stalin.

          Questa disperazione è basata sulla loro paura che il pubblico possa presto prendere coscienza del fatto che l’intero programma vaccinale, si basa su una sciocchezza, sulla paura, e sull’invenzione di fiabe. Una speciale paura è che il pubblico possa scoprire che la maggior parte dei vaccini sono contaminati da un certo numero di virus conosciuti o ancora da scoprire, batteri, frammenti virali, e DNA / frammenti di RNA. E, inoltre, che la nostra scienza dimostra che questi contaminanti potrebbero portare a una serie di malattie degenerative a lento-sviluppo, comprese le malattie degenerative del cervello. Questo è raramente discusso, ma è d’importanza fondamentale in questo dibattito.

          L’idea che gli adulti e i loro bambini sarebbero costretti a sottoporsi ed essere iniettati con decine di questi organismi e frammenti organici è terrificante. Nessuna agenzia di ordinamento compie un monitoraggio per vedere se le malattie croniche sono in aumento nei vaccinati, tuttavia abbiamo la prova convincente di un aumento massiccio in tutte le malattie autoimmuni, malattie neurodegenerative e alcuni tipi di cancro, in quanto è stato imposto l’avvento di un drammatico aumento del numero dei vaccini.

          Di particolare interesse è la constatazione che molti dei microrganismi contaminanti possono passare di generazione in generazione. Per esempio, nuovi studi hanno scoperto che SV-40, un contaminante principale del vaccino anti-polio fino al 1963, non esisteva solo come un virus latente per tutta la vita dei soggetti esposti al vaccino, ma era stato trasferito alla generazione successiva, in primo luogo con lo sperma, che si chiama trasmissione verticale. Questo significa che ogni generazione d’ora in poi sarà infettata da questo noto virus cancerogeno. Ci sono anche prove convincenti che alcuni vaccini antipolio fabbricati dopo il 1963 possano contenere il virus SV-40.

          Ciò che rende preoccupazione nel disastro di contaminazione causato dal virus SV-40 è la sua associazione con così tanti tipi di tumori – tra cui il mesotelioma, il medulloblastoma, ependimoma, meningioma, astrocitoma, oligodendroglioma, adenoma ipofisario, glioblastoma, osteosarcoma, linfoma non-Hodgkins, papillare carcinomi della tiroide, e carcinomi della tiroide anaplastici.

          Il governo federale ha fatto di tutto per coprire quest’associazione, nonostante l’evidenza scientifica che questo potente virus cancerogeno contenuto in questo vaccino ha infettato almeno un centinaio di milioni di persone in tutto il mondo. E, ci sono voluti più di quarant’anni solo per arrivare a questo argomento. Il collegamento fra contaminazioni e vaccino e le immunoexcitotossicità al rilevante aumento delle malattie neurodegenerative, dovrà probabilmente essere ancora più lungo, causa la crescita diffusa delle competenze radicate altamente nel governo e il loro controllo dei media, che è altrettanto ampio. Il fatto che le enormemente potenti e ricche fondazioni, come la Fondazione Ford, la Fondazione Bill e Melinda Gates, e la serie di fondazioni Rockefeller, stanno sostenendo le vaccinazioni forzate, rafforza notevolmente il potere dei governi di tutto il mondo.

          Queste fondazioni operano nell’ombra, influenzando la legislazione e le azioni dei governi attraverso l’Organizzazione Mondiale della Sanità e i singoli organismi governativi. Dietro ad ogni richiesta di vaccinazione forzata, mettendo in quarantena e mandando invasioni nelle case, si può trovare una di queste basi che forniscono sia il denaro sia gli esperti. Ricorda, le più grandi industrie farmaceutiche che producono i vaccini, stanno inoltre fornendo gran parte del denaro per le fondazioni per servire alle tavole di queste fondazioni. I Rockefeller sia di proprietà che a titolo definitivo, o con partecipazione hanno il controllo in tutte le principali industrie farmaceutiche. Ciò ha dato loro l’accesso assoluto e veramente potente per avere in mano le redini del potere sulla salute a tutti i livelli. Tuttavia, possono essere sconfitti dalla verità.

          Rispondi

          • Ghebura's Eye Dice:

            Vero, peccato che i media operino contro la verità! Quindi si deve agire per altre vie, diffondendo tramite la rete la verità, sperando che le persone facciano la cosa più importante: accendere il proprio cervello!

            Qui non si parla più solo dei vaccini, ma di una serie di prassi mediche alquanto discutibili e di dubbia efficacia dettate da interesse economici!

  5. giorgio tremante Dice:

    QUANTO DOVRA’ DURARE ANCORA QUESTO GENOCIDIO???

    Breve descrizione della nostra tragedia
    Per dimostrare quanto male possono fare le vaccinazioni, usate così indiscriminatamente sulle famiglie d’ogni parte del mondo, penso sia doveroso da parte mia narrare la mia vicenda, precisando però che purtroppo la mia storia non è da considerarsi un caso unico sporadico a se stante, ma è solo la punta di un iceberg che tenta di smascherare quella categoria di “scientismi” che impongono ancora col terrore l’uso delle pratiche vaccinali.
    La tragedia che ha colpito la mia famiglia, si è abbattuta su tre dei miei quattro figli.
    Premetto che i tre miei figli, colpiti da reazione da vaccino, sono nati perfettamente sani e che le manifestazioni di una possibile malattia sono comparse solo dopo la prima vaccinazione antipolio Sabin. A Marco, il mio primogenito, sulla cartella clinica fu descritta la sintomatologia che presentò dopo l’antipolio Sabin. I disturbi manifestati (nistagmo oculare, tremori e difetti alla parola) erano stati messi in correlazione al Sabin dal pediatra, mentre altri medici avevano supposto diagnosi diverse quali tumore al cervello o encefalopatia degenerativa, mai confermate da alcun’analisi eseguita sul bambino. Morì nel 1971 all’età sei anni. Col secondo figlio, nato nel 1970, non ci furono problemi. Ma il dramma si ripresentò con la nascita, avvenuta nel 1976, di due gemelli monoovulari. Nonostante la mia ferrea opposizione ad una legge che mi imponeva una assurda e pericolosa obbligatorietà, senza nessun accertamento preventivo, vennero vaccinati e il giorno successivo iniziarono già ad affiorare i primi sintomi di qualche alterazione. Sottoposi le cartelle cliniche dei primi ricoveri subiti dai miei figli a varie Università: negli Stati Uniti, in Inghilterra e perfino in Russia, proprio in quest’ultimo paese s’ipotizzò una malattia su carenze immunitarie che avrebbe confermato la responsabilità specifica delle vaccinazioni. Nella mia città, Verona, fu posta la diagnosi di “leucodistrofia di tipo metacromatico”, una malattia degenerativa del sistema nervoso, tale diagnosi non fu mai confermata dagli esami anche genetici ai quali ci sottoponemmo. Più tardi Andrea, uno dei due gemelli, si aggravò e venne ricoverato per disidratazione; nonostante la mia raccomandazione di non far uso di farmaci immunosopressori, in quanto il bimbo era un immunodepresso, fu usato del cortisone in vena ed in cinque ore la mia creatura morì. In seguito venni a sapere che lo stesso farmaco era stato somministrato anche al mio primo figlio prima del decesso. Neppure con l’autopsia riuscimmo ad avere elementi utili per salvare la vita al gemello rimasto, giacché ci fu negata la presenza di un medico legale di parte, per questo tale esame non poteva risultare attendibile alle nostre ricerche. Ad un mese dalla morte di Andrea, anche Alberto, il gemello rimasto, dovette essere ricoverato. Nonostante il parere dei medici fosse quello di lasciarlo morire, fu portato, su nostra richiesta, in rianimazione e interpellato un virologo di Napoli, che in precedenza aveva già esaminato il bambino, questi ci consigliò degli immunostimolanti. Sottoposto a terapia con “interferone”, il bimbo cominciò lentamente a migliorare. Dopo sei mesi di degenza il bimbo fu portato a casa senza lettera di dimissione. Qualche tempo dopo, richieste le cartelle cliniche, mi accorsi che erano difformi da quelle che fotocopiavo giornalmente durante il ricovero. Per questo presentai un esposto alla magistratura. In conseguenza a tale fatto fu emessa da un Giudice una comunicazione giudiziaria nei confronti del Direttore Sanitario dell’Ospedale in cui era stato ricoverato il bambino, estesa successivamente al primario della Pediatria per “Falso in atto pubblico”. Alla fine questo procedimento è stato archiviato.
    Molti altri ricoveri subì Alberto, sia nello stesso Ospedale di Verona che in altre rianimazioni: al Policlinico di Milano, a Merate in provincia di Como, a Melegnano, in provincia di Milano, e per ultimo fu trasferito d’ufficio da Melegnano al Policlinico di Verona. Durante tutti i vari ricoveri il mio compito era quello di far sì che venissero praticate terapie immunostimolanti che ci avevano dato i primi risultati positivi. Queste terapie ci venivano sempre consigliate dal professor Tarro di Napoli, che era stato allievo del Professor Sabin. Era sempre difficile se non impossibile far praticare questo tipo di terapia ad Alberto, poiché la classe medica compatta aveva sentenziato ormai che mio figlio dovesse morire. Ciò era sostenuto perché non fosse scoperta la responsabilità delle vaccinazioni usate su un soggetto, parzialmente immunodepresso. Nonostante del nostro caso si fosse interessato l’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini, facendo pressione perché il Ministro della Sanità Renato Altissimo istituisse una Commissione Ministeriale, questa senza mai aver visto Alberto stese una relazione fasulla per nascondere la verità del danno subito dai vaccini. L’ultimo ricovero Alberto lo dovette subire al Policlinico di Verona dove, secondo il parere dei sanitari, mio figlio doveva morire a breve tempo. Cercai disperatamente di portarmi a casa il mio bambino, visto quale era il loro modo di pensare perché l’unica soluzione del problema per loro era l’epilogo nefasto di tutta la nostra vicenda. In quel frangente, perché non riuscissi nell’intento di far sopravvivere la mia creatura, addirittura mi fecero togliere la “patria potestà” dal Giudice dei minori di Venezia, al quale mi rivolsi subito per fargli capire che stava commettendo un macroscopico errore. Riuscii a convincerlo e a farmi reintegrare nella potestà parentale, iniziando così fin dall’ormai lontano 1984 a gestirmi mio figlio a domicilio, creandomi una “sala di rianimazione” dove in precedenza era sistemata la nostra stanza matrimoniale. Durante tutti i ricoveri mia moglie Franca ha sempre seguito Alberto, rimanendo con lui giorno e notte, al fine di proteggerlo da ogni sopruso che la classe medica cercava di porre in atto.
    Molti altri soprusi dovemmo subire da parte della Sanità, anche quando Alberto non aveva più messo piede in un ospedale, polemiche di ogni tipo da parte delle Istituzioni sanitarie perché non si voleva ammettere che le vaccinazioni erano state la causa della sua malattia e della morte dei suoi fratelli.
    Finalmente, nel 1995, facendo ricorso alla legge 210 del 1992, vidi riconosciuto dallo Stato il “nesso di causalità” del danno patito sottoponendo i nostri figli alle vaccinazioni d’obbligo.
    Durante tutti questi anni mi adoperai per fondare associazioni in Italia per aggregare persone come me che avessero patito danni dalle pratiche vaccinali;
    inoltre cercai di far passare una legge, che avevamo messo a punto con dei Parlamentari, per togliere l’obbligatorietà di queste pratiche; ma questo traguardo in Italia non è stato raggiunto, poiché, secondo me, la politica sanitaria che viene attuata è rimasta succube ancora del potere delle Multinazionali dei Farmaci. Tutto ciò sta dimostrando che, anche in questo settore, una certa pseudoscienza, con la prepotenza del suo scientismo, privo d’ogni scrupolo, calpesta continuamente, con azioni il più delle volte illecite, ogni diritto umano e civile. Essa impone il suo potere basato essenzialmente su interessi speculativi che fondano il loro progredire non su un’aperta e corretta informazione, ma piuttosto su una voluta e completa disinformazione fino ad arrivare anche all’occultismo di certe realtà e spaccia per prevenzione queste pratiche di profilassi che tutto possono, tranne che prevenire alcunché.
    http://www.facebook.com/album.php?profile=1&id=100000877344712#!/photo.php?fbid=181193258586584&set=p.181193258586584&notif_t=photo_comment

    Rispondi

  6. giorgio tremante Dice:

    E’ sbagliato definire questo documento “CORRUZIONE”? Tenendo conto che va ad interferire direttamente sulla salute dei nostri figli, cercando inoltre di carpire la buonafede dei genitori che, assolutamente disinformati sui probabili eventuali effetti negativi che tale sperimentazione potrà comportare A BREVE O A LUNGO TERMINE, eseguita come è proposto nel documento direttamente su esseri umani inconsapevoli, quando ciò è assolutamente vietato dalla Legge.
    http://www.facebook.com/album.php?aid=5549&id=100000877344712#!/notes/giorgio-tremante-bis/e-sbagliato-definire-questo-documento-corruzione/148153371906475

    Rispondi

  7. Chiara Dice:

    Ciao a tutti. Sono un medico e lavoro in Pronto Soccorso.
    Sono davvero sconcertata nel leggere l’affermazione che “noi medici”, a quanto pare tutti, non curiamo in base alle nostre competenze. I protocolli sanitari nazionali e internazionali esistono e sono frutto dell’esperienza e non del guadagno sporco delle industrie farmaceutiche (che pure esiste senza ombra di dubbio, ma un medico intelligente e con un minimo di preparazione è in grado di discernere) e vengono seguiti, è vero, ma non come una legge assoluta, ma come “linee guida” che hanno valore soltanto indicativo e che non devono essere assolutamente sostitutive di quello che è l’atto medico vero e proprio e cioè la valutazione del paziente come persona e non come malattia da catalogare.
    Ho scelto questo lavoro, anzi lui ha scelto me, perché credo (e così mi è stato insegnato) che il principio che ne è alla base sia quello di prendersi cura di chi ne ha bisogno, qualunque significato si voglia attribuire a questa frase e non posso accettare di sentire la frase “licenza di uccidere” riferita a questa professione che amo e in cui credo.

    Per quanto riguarda le campagne vacccinali e il “terrorismo” ad esse legato, non è certo la classe medica a sponsorizzare vaccinazioni inutili, anzi, siamo noi per primi a combattere questa tendenza anche perché siamo sempre noi a doverci poi confrontare con milioni di persone erroneamente spaventate da mala informazione diffusa dai media circa epidemie e pandemie reali e non che da sempre esistono e che nella maggior parte dei casi, passano, appunto, per la maggioranza delle persone, senza danno alcuno. Diverso è il discorso di poche e selezionate categorie di persone che invece sono a rischio e che quindi beneficiano per esempio dell’annuale vaccino antiinfluenzale.

    Non entro nel merito della tragica morte dei due bimbi, né mi permetto di commentare o giudicare quello che è successo dato che non conosco i particolari e rispetto il dolore della famiglia.

    Mi dispiace e mi spaventa anche leggere come sia che nella premessa che anche nei commenti che seguono traspaia un giudizio negativo così totalitario estremo e categorico. Attenzione agli estremismi! E attenzione a fare affermazioni senza avere le giuste conoscenze come se fossero la verità assoluta! E mi dispiace anche che la classe medica venga accomunata automaticamente al commercio delle industrie farmaceutiche.
    Non è giusto per tutti i medici che con dedizione fanno il loro lavoro e cercano di farlo al meglio.

    Rispondi

    • Luca Rivoli Dice:

      Da come la metti sembra che quasi tutti i medici siano preparati e in grado di discernere. Troppo estrema direi come lettura.
      I protocolli sanitari sono frutto dell’esperienza? La prima cosa buttata li che mi viene n mente tra mille: far partorire le donne in posizione orizzontale e’ frutto dell’esperienza dei medici? Quante complicazioni post parto (fisiologico) derivano da questa usanza medievale?
      Qualcuno può aver esagerato da una parte, ma non cadiamo nel tranello opposto tipo Gesù che e’ morto dal freddo.
      Le opinioni per partito preso, e vale per tutti, lasciano il tempo che trovano.
      Sanità e scienza sempre più spesso non coincidono.
      Prendiamone atto e cerchiamo di migliorare le cose.
      Saluti

      Rispondi

  8. vitamins Dice:

    Hello! I just wanted to ask if you ever have any problems with hackers?

    My last blog (wordpress) was hacked and I ended up losing many
    months of hard work due to no data backup.
    Do you have any methods to prevent hackers?

    Rispondi

  9. hiv transmission probability oral sex Dice:

    This is a really good tip especially tto those new
    to the blogosphere. Simple but very precise info…
    Thanks for sharing this one. A must read article!

    Rispondi

  10. ibs treatment in women Dice:

    Ι’m excited tο find this web site. I wanted
    tо thank you for youг time just for this wonderful read!!
    І definitely loved every bit of it аnd i also have you saved аs a faѵoritе to see new information in your site.

    Rispondi

Trackback/Pingback

  1. Beppe Grillo non parla più di “signoraggio bancario” e di “cure proibite contro il canro”. Analizziamo la cosa. | Pensare Liberi News - 11 ottobre 2011

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  2. Beppe Grillo non parla più di “signoraggio bancario” e di “cure proibite contro il cancro”. Analizziamo la cosa. | Pensare Liberi News - 11 ottobre 2011

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  3. vittime da vaccino - 12 ottobre 2011

    […] d’intitolazione del giardino ai miei figli Marco e Andrea “VITTIME DEI VACCINI”. fonte:VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario | Pensare Liberi News Rispondi quotando condividi con facebook + Rispondi var […]

  4. ORA PARLO IO – Vittime dei vaccini – Quanto dovrà durare ancora questo genocidio? | Pensare Liberi News - 20 ottobre 2011

    […] Questa è la volta di un nostro lettore molto particolare al quale abbiamo già dedicato un apposito editoriale sulla tragedia delle vittime dei vaccini che troverete qui [VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario] […]

  5. LA VOCE DELLA VITTIMA – Essere distrutti dalla camorra e dalla giustizia | Pensare Liberi News - 24 ottobre 2011

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  6. SE SIETE A FAVORE DELLE VACCINAZIONI, LEGGETE, PRENDETENE CONOSCENZA E AGITE COME RITENETE PIU’ OPPORTUNO | Pensare Liberi News - 25 ottobre 2011

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  7. Cronache di un conto corrente bancario scomparso e l’omertà della magistratura | Pensare Liberi News - 28 ottobre 2011

    […] DAI!” grazie ai quali non si parla seriamente di Free Energy, di Signoraggio Bancario, di Danni da Vaccini, di Scorbuto Subclinico (anche in presenza di pluripremiati Nobel). Questa nostra ultima analisi o […]

  8. “Ricomincio da capo” – La settimana di un blogger | Pensare Liberi News - 14 novembre 2011

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  9. ORA PARLO IO: Ammalati di cancro, abbandonati da tutti, mobbing e ironia sul lavoro | Pensare Liberi News - 17 novembre 2011

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  10. Verità sul cancro raccontate da chi ha esperienza diretta | Pensare Liberi News - 25 novembre 2011

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  11. Corsa al vaccino per l’australiana “Perth” – Andiamoci piano | Pensare Liberi News - 28 novembre 2011

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  12. La casta non vuole vedere il cancro – Questa è una parola spaventosa | Pensare Liberi News - 30 novembre 2011

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  13. LIBERO ARBITRIO | Pensare Liberi News - 3 dicembre 2011

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  14. GOTT MIT UNS (Dio è con noi) | Pensare Liberi News - 29 dicembre 2011

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  15. IL GIURAMENTO DI IPPOCRATE – La ricerca scientifica in campo medico | Pensare Liberi News - 9 gennaio 2012

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  16. Tachipirina-Efferalgan (paracetamolo), vaccini e altri danni – Niente allarmi, ma tanta informazione! | Pensare Liberi News - 20 gennaio 2012

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  17. Vaccinazioni di massa e danni da vaccino – Cosa è vero e cosa è falso | Pensare Liberi News - 3 aprile 2012

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  18. Beppe Grillo – Ora la casta è pentita “era meglio se lo lasciavamo parlare del signoraggio!” | Pensare Liberi News - 18 aprile 2012

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  19. Vaccini per bambini, ecco la prova del pericolo | Pensare Liberi News - 29 settembre 2012

    […] VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario […]

  20. VITTIME DEI VACCINI – Come da protocollo sanitario | www.itmnewday.it - 5 giugno 2013

    […] fonte:pensieriliberi.com […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: