ALLARME TUMORI IN CAMPANIA – Aumentano i casi di cancro rispetto alla media nazionale


Secondo un’indagine condotta dall’istituto dei tumori dell’ospedale Pascale di Napoli in Campania i casi di cancro sono aumentati in maniera preoccupante e sono percentualmente più numerosi che nel resto d’Italia.

Si tratta soprattutto di tumori alla mammella, alla prostata ed ai testicoli. Si presume che la causa possa essere dovuta alla forte presenza di materiali inquinanti nell’aria e nel terreno. Se anche la causa di ciò si potesse ascrivere in una qualche percentuale alla carenza nella raccolta dei rifiuti, noi crediamo che non sia essa la causa predominante, siamo piuttosto portati a pensare che la causa di un inquinamento così diffuso e dannoso sia dovuto al fatto che la Campania è stata usata per decenni come discarica di rifiuti tossici provenienti dalle parti più industrializzate del paese e pertanto maggiori produttrici di tali veleni. Per anni ed anni si è permesso che carichi tossici attraversassero l’intera penisola, senza che nessun controllo fosse effettuato, per venire a scaricare in Campania.

Complici di questa operazione criminale, ovviamente gestita dalla camorra, sono state le autorità nazionali e locali, quindi, il gravissimo insulto è stato patrocinato da politici corrotti e collusi con la malavita organizzata. Costoro, per loro tornaconto personale, vuoi economico o in termini di bonus elettorali si sono venduti la loro terra, hanno permesso al male di insinuarsi nelle nostre case, hanno tradito il mandato che noi avevamo consegnato loro e ci hanno condannato a morte.

E’ inaccettabile ed illogico che centinaia di discariche abusive abbiano potuto operare per anni in un territorio che dovrebbe essere costantemente monitorato, solo la complicità di chi doveva vigilare ha potuto far compiere questo sfregio ad una regione penalizzata sotto molteplici aspetti. Io so che se cerco di tirare su un muretto in giardino mi piombano addosso polizia locale, guardia di finanza, polizia, carabinieri e chissà chi altri, mettono i sigilli e se non faccio attenzione finisco pure al fresco, c’è invece chi ha potuto gestire ed occultare milioni di tonnellate di rifiuti velenosi senza che nessuno se ne accorgesse. Poi a noi tocca mangiare pomodori cresciuti su cinquanta centimetri di terra buttata a coprire alla meglio i più disparati e pericoloso veleni, gustare splendide pesche alla diossina e beccarci il cancro.

Questo da la misura di quanto sia corrotta la nostra attuale classe politica, di quanto essi tengano ai loro privilegi e benefici, avendo in massimo dispregio il mandato ”a ben governare” ricevuto dai cittadini elettori. Ciò avviene perché i politici sono divenuti una casta, alla quale si accede solo se si accettano le regole che la governano: collusione con la malavita, ricatto, corruzione e concussione e ovviamente se ci si è lungamente allenati a leccare il di dietro dei potenti a cui si vuole sfilare la poltrona di sotto. La casta politica italiana è così numerosa perché i suoi appartenenti possono esercitare il potere nella consapevolezza di essere impuniti qualsiasi azione riprovevole facciano.

E’ del 13 gennaio la notizia che il Parlamento ha negato l’autorizzazione a procedere contro l’on. Cosentino accusato di aver favorito il clan dei casalesi cercando di fargli ottenere un finanziamento bancario per la costruzione di un centro turistico, presentando per altro una documentazione completamente falsificata. Io ci vedo una miriade di reati tra cui l’associazione mafiosa. Se si fosse trattato di un reato d’opinione potrei anche capire che il Parlamento doveva pronunciarsi in merito, ma trattandosi di reati comuni, odiosi per di più, non capisco e non accetto che un soggetto del genere debba godere di immunità.

Mi chiedo: se mai riusciremo a scovare i politici corrotti e degeneri che hanno permesso si trasformasse la Campania in una regione velenosa dovremo aspettarci che il Parlamento li mandi liberi mentre tanti poveracci sono morti, stanno morendo o moriranno a causa loro?

A me sembra che qualcosa non funzioni, troppe porte sono state chiuse a nascondere inconfessabili segreti.

Forse è giunta l’ora di aprirle a spallate.

Luigi Orsino

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

DIVENTA NOSTRO FAN SU FACEBOOK E SOSTIENICI DIFFONDENDO

Software Gestionale Pubbliche Assistenze

Annunci
, ,

Informazioni su Luigi Orsino

Studi di medicina presso l'Università Federico II di Napoli. Imprenditore, scrittore, blogger. Molto attivo nel contrastare la criminalità organizzata, camorra ed ogni altra mafia, contro cui ho lottato duramente e lungamente. Ancora oggi continuo a lottare, e a subire intimidazioni ed attentati, ma per fermarmi dovranno uccidermi. Amo scrivere, di tutto: articoli, racconti, romanzi, poesie. Gli animali, tutti, sono miei simili, il lupo è il mio animale "Totem". Adoro guidare, in off road soprattutto.

Vedi tutti gli articoli di Luigi Orsino

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

8 commenti su “ALLARME TUMORI IN CAMPANIA – Aumentano i casi di cancro rispetto alla media nazionale”

  1. Rosa Dice:

    Caro Luigi, mi permetto il “tu”, e complimenti per questo articolo. Io ad Avellino, mi sono ammalata quando c’è stata l’emergenza rifiuti. Le esalazioni del percolato, quando i cassonetti erano montagne di….sacchetti stagnanti, mi hanno aggredito. E la mutazione cellulare maligna era molto aggressiva. Concordo che bisogna aprire quelle porte per non far MORIRE altre persone. Ho fatto il test del Dna e non sono portatrice di tumore. Sono andata in un centro di genetica molecolare…… Cari lettori, sostenetemi perchè mi vogliono togliere la parola, tutti vogliono negare ciò che affermo.

    Rispondi

  2. Rosa Dice:

    La Campania in provincia, verso Ariano Irpino, è una discarica a cielo aperto. Esiste “Difesa Grande” una discarica chiusa e mai bonificata e si trova in una valle dove non si può più coltivare nulla: hanno rovinato la ridente Irpinia, una provincia piena di bellezze naturali, dove l’aria era respirabile, incontaminata. Non ho prove certe, ma spiegatemi perchè mi devo sottoporre a frequenti controlli? Perchè non sono sana come tutti ? Perchè ho dovuto tentare cure invasive? Perchè? Perchè? E lo ripeto con rabbia vistosa, eclatante e infinita. Perchè? Proprio io? Mi rispondano i politici, la casta che ha tutti i privilegi…..Ho la diagnosi che è nefasta, ho un futuro incerto….il G3 aggressivo, ad ALTO GRADO DI MALIGNITA’….non si scherza!!!!.

    Rispondi

  3. Rosa Dice:

    La Campania in provincia, verso Ariano Irpino, è una discarica a cielo aperto. Esiste “Difesa Grande” una discarica chiusa e mai bonificata e si trova in una valle dove non si può più coltivare nulla: hanno rovinato la ridente Irpinia, una provincia piena di bellezze naturali, dove l’aria era respirabile, incontaminata. Non ho prove certe, ma spiegatemi perchè mi devo sottoporre a frequenti controlli? Perchè non sono sana come tutti ? Perchè ho dovuto tentare cure invasive? Perchè? Perchè? E lo ripeto con rabbia vistosa, eclatante e infinita. Perchè? Proprio io? Mi rispondano i politici, la casta che ha tutti i privilegi…..Ho la diagnosi che è nefasta, ho un futuro incerto.

    Rispondi

  4. Ferraioli Domenico Dice:

    Complici di questa operazione criminale, ovviamente gestita dalla camorra, sono state le autorità nazionali e locali, quindi, il gravissimo insulto è stato patrocinato da politici corrotti e collusi con la malavita organizzata. Costoro, per loro tornaconto personale, vuoi economico o in termini di bonus elettorali si sono venduti la loro terra, hanno permesso al male di insinuarsi nelle nostre case, hanno tradito il mandato che noi avevamo consegnato loro e ci hanno condannato a morte.

    si! è vero è verissimo ci hanno condannato a morte e noi continuiamo ad osannarli chi da una parte chi dall’altra.
    Noi cittadini abbiamo rinunciato alla nostra sovranità e chi era preposto alla nostra salvaguardia ci ha consegnati alla camorra.quando ci siamo risvegliati ci hanno pure riempiti di botte.

    Rispondi

  5. Rosa Dice:

    Le sue affermazioni, signor Domenico, sono giuste. Purtroppo anche noi cittadini siamo stati complici consapevoli o inconsapevoli…lo lascio ai lettori il giudizio. Grazie del suo commento e del coraggio che ha dimostrato lei, sig. Domenico.

    Rispondi

  6. CARMELO DI PERNA Dice:

    Avete dimenticato le discariche di MONTECORVINO PUGLIANO; quella ex Troisi Filippo dove, come da delibera del Comune di Montecorvino venivano conferiti rifiuti tossici e/o speciali di una quarantina di Comuni e non ancora bonificata – e quell’altra consortile del Commissario di Governo in Loca Parapoti dalla quale fuoriusciva il percolato. Avete dimenticato di aggiungere che nelle citate località casi di cancro sono aumentati in maniera preoccupante e sono percentualmente molto più numerosi che nel resto d’Italia e/o della provincia di Salerno. MA NESSUNO SI MUOVE!

    Rispondi

  7. GERRY Dice:

    SONO TUTTI NA MASSA DI CANI,PER SOLDI SI FA MORIRE TANTA GENTE,MA VERRA ANCHE IL LORO TURNO

    Rispondi

Trackback/Pingback

  1. IL SONNO DELLA RAGIONE GENERA MOSTRI (Francisco Goya, Pittore spagnolo – XVIII – XIX Secolo) | Pensare Liberi News - 19 gennaio 2012

    […] ALLARME TUMORI IN CAMPANIA – Aumentano i casi di cancro rispetto alla media nazionale […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: