Il Signoraggio Bancario e la fame dei popoli? Una pausa di riflessione


Da qualche giorno una domanda mi rigira per la testa e vorrei condividerla con tutti voi. Non mi è ancora chiaro se si tratta di un dubbio o di una provocazione nei confronti di un sistema famelico e spietato che sta decimando vite e, qual che è peggio, futuro di tutti noi.

Come oramai saprete affrontiamo da tempo il tema del signoraggio bancario e sapete anche quanto ci stia a cuore denunciare questo abominio, ma, vi chiedo:

Qualora aveste un lavoro, una certa stabilità economica, una casa, istruzione e prospettive per i vostri figli, a voi del signoraggio bancario cosa importerebbe?

Ammetto che la domanda possa sembrare stupida, ma qualcosa mi dice che potrebbe non essere tale e non è mio intento, in questa sede, dare una risposta al riguardo. Voglio solo esporre e chiedere, magari soffermandomi su ciò che ancora mi sfugge.

Dico questo perchè negli anni ’80 eravamo eccome sotto signoraggio bancario, ma andavamo in ferie tutta la famiglia tre volte l’anno e un semplice operaio si dava da fare per spendere tutti i soldi entro la fine del mese. Io stesso, figlio di operaio specializzato (mestiere scomparso), ho avuto la stessa infanzia dei figli dei medici del mio paese. Eppure la Lira a quei tempi era già privata di Bankitalia SpA e il debito pubblico era alle stelle! Per non parlare di quanto rubassero i politici, gli intrecci con la mafia a viso scoperto, complotti internazionali a tutto spiano, raccomandazioni e nepotismo come base esistenziale del paese!!

Mi direte “ma è proprio per ciò che accadde in quegli anni che ora siamo ridotti così”… e questa non me la bevo! Siamo stati troppo bene e ora dobbiamo stare male perchè ce lo meritiamo? A causa della nostra ingordigia? Forse perchè abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità senza interrogarci sul futuro dei nostri figli? Forse perché abbiamo inquinato il pianeta con le bombolette spray e le auto? Cattivi! Eppure ci dicevano “usate i mezzi pubblici!”, mentre sul curriculum era obbligatorio specificare “automunito”… ladri di biciclette, ecco cosa mi viene in mente, il film di De Sica.

Oppure: siamo stati divorati dal signoraggio bancario. Ok, ma… no, no, non quadrano i conti, troppe cose non tornano… a me. Speriamo non sia così anche per voi altrimenti siamo nelle canne!

E’ accaduto qualcosa nel 2001 che va ben oltre il signoraggio bancario. C’è stato un cambio di marcia forzato, studiato a tavolino per molti anni, che ci ha portati a fallire socio-economicamente. La democrazia stava fallendo, le informazioni iniziavano a circolare, il popolo sapeva cose… sapeva delle cose (sapeva delle cose… shhhhhhhhh). Bisognava tornare a un sistema feudale, il popolo sotto controllo, al limite della miseria e le informazioni solo per pochi e non per tutti!

La crisi è eclatantemente pilotata! Il signoraggio esiste, ma non ha necessariamente a che fare con l’affamare i popoli. I popoli li affami quando togli loro casa e lavoro e non certo se stampi moneta al posto loro. Sarebbe come dire che io non mangio perchè qualcun altro produce cibo al posto mio! NO, io non mangio nel momento in cui non posso permettermi di comprare il cibo, anche se questo cibo costa addirittura meno di quanto costerebbe a me produrlo in casa (oggi è così, pensiamo ad esempio al costo delle uova).

Quindi? Qualche persona intelligente e sana di mente mi dica qualcosa. Grazie!

Altri articoli che ti potrebbero interessare:

DIVENTA NOSTRO FAN SU FACEBOOK E SOSTIENICI DIFFONDENDO

Software Gestionale Pubbliche Assistenze

Annunci

Informazioni su Luca Rivoli

Pensare di nuovo da persone libere per ritornare a essere liberi.

Vedi tutti gli articoli di Luca Rivoli

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

8 commenti su “Il Signoraggio Bancario e la fame dei popoli? Una pausa di riflessione”

  1. mora di rovo Dice:

    ecco, appunto. Il problema è che non c’è qualcuno che venga a darti delle risposte, che ne sa più di te, che in questo è certificato da un TITOLO, che quindi in materia è un TECNICO e che quando ti fa cadere dall’alto una risposta è interessato alla VERITA’ e alla tua CONOSCENZA: dobbiamo imparare noi. già noi che cerchiamo di mettere insieme pranzo e cena (e mutuo) e che a sQuola abbiamo imparato -forse- un sacco di cose, ma non a discernere. Ed è ovviamente maledettamente difficile, e solo perche ci sono posti come questo dove cosa giusta o cosa sbagliata possiamo far girare i saperi, le domande e i tentativi di risposta: una specie, forse, di salto evolutivo: cervelli fisicamente separati che lavorano convergenti. e quindi convergo il mio in una domanda: perchè dici i conti e troppe cose nn ti tornano?

    Rispondi

    • Luca Rivoli Dice:

      Grazie per il tuo interessante commento.
      Per rispondere alla tua domanda: non mi tornano in conti in merito alla teoria secondo la quale il signoraggio bancario ci avrebbe condotti alla miseria.
      Sul fatto che ci illudiamo e ci abbiano lasciati illudere di vivere in una democrazia c’è da dire, appunto, che da sempre, sino ad oggi, noi cittadini (sudditi?) viviamo sotto molti signoraggi. Quello monetario è solo uno. Pensiamo al signoraggio immobiliare (800 euro di affitto al mese o di mutuo trentennale o quarantennale per una casa da 240.000 euro), pensiamo al signoraggio alimentare dove è quasi proibito produrre cibo e chi lo fa, il produttore diretto, muore di fame per far arricchire la grande distribuzione, pensiamo al signoraggio sanitario dove industrie farmaceutiche ci tengono in pungo tenendoci non morti e non sani contemporaneamente.
      Il signoraggio fa parte di un mondo dove ci sarà sempre chi avrà di più e vorra sempre di più, quindi fa parte fisiologicamente di questo mondo.
      Per questo non credo che sia il “signoraggio”, in qualunque forma, ad averci ridotti alla miseria economico-sociale, ma penso che si tratti di un preciso cambio strutturale, necessario per poter mantenere sotto controllo la popolazione. Lo si fa da millenni e credo che Il Principe di Machiavelli sia uno dei saggi più interessanti mai scritti.

      Rispondi

  2. Rosa Dice:

    Il problema di fondo è che viviamo in un momento storico in cui le differenze di classe sono più profonde. Mi sembra che siamo tornati in un’epoca medioevale, dove da una parte vi erano gli abbienti, i ricchi e dall’altra i poveri. Il ” boom economico, il 68′, il terrorismo, la mafia, la corruzione, il falso perbenismo, l’integralismo cattolico, l’integralismo islamico, l’ipocrisia delle menti, l’indifferenza esasperata….hanno condotto il nostro Paese nel disastro più totale. E noto che si continua a non pensare, a ignorare ciò che ogni giorno succede. Ho avuto il coraggio di parlare e sto pagando in prima persona l’isolamento morale…come se raccontassi scempiaggini. Non mi arrendo e un saluto a tutti i lettori.
    Rosa

    Rispondi

  3. Rosa Dice:

    E’ un editoriale che fa riflettere. E’ completo: grazie Luca.
    Rosa

    Rispondi

  4. Marco Dice:

    Ciao vorrei esporre il mio punto di vista magari lo trovi interessante.
    Il signoraggio monetario nelle sue due forme principali crea debito pubblico (i soldi coniati per noi sono un debito da saldare) e perdita del valore della moneta (vedi le riserve frazionarie).Se noi nell’economia mondiale diventiamo un paese non più in fase di sviluppo ma siamo travolti dai paesi che si stanno industrializzando subiremo il contraccolpo,o almeno le banche e le multinazionali occidentali perderanno strada(potere) nei confronti di quelle che si sviluppano in paesi in forte crescita.
    Così queste entità (banche multinazionali occidentali) speculano su di noi a tal punto da inserire direttamente i propri dirigenti ai capi di enti governativi e da approvare robe tipo il pareggio del bilancio per farci pagare debiti che nella realtà di uno stato democratico non dovrebbero essere intesi come conti da onorare,ma solo come indici per comprendere lo stato di salute di un paese(se c’è sovranità monetaria).Cioè io nel gioco del monopoli quando inizio a giocare è prendo una data cifra non dovrò restituirla mai,ma è utile ricordare con che cifra si è iniziato.Oggi il banco del monopoli sta fallendo contro gli altri giochi da tavolo e ci salassa chiedendoci addirittura di più di quanto ci abbia mai dato.Questo per dirti la sovranità è un passo indispensabile nel processo di cambiamento,se esso vuole essere effettuato a favore del benessere del popolo.Poi le politiche da adottare per la nostra posizione nel mondo sono altra cosa da discutere.

    Rispondi

    • Luca Rivoli Dice:

      Ciao e grazie prima di tutto per il commento.
      Non vorrei sembrare scontato nel dire che il vero cambiamento che vedo possibile e’ quello che riguarda ogni singolo nucleo familiare e non la società in toto.
      Non credo sia possibile cambiare il mondo, ma sono fermamente convinto che si ognuno di noi possa prendere in mano la propria vita e quella della propria famiglia e trasformarla, liberandosi dalle inevitabili schiavitù. In fondo la politica si occupa da millenni di come governare il popolo.
      Farsi governare implica automaticamente l’essere in uno stato di sottomissione nei confronti delle politiche. Io penso che sia possibile ricalibrare la propria vita mettendoci molta più autonomia e diminuendo drasticamente la governance globale o locale che sia.
      Un saluto

      Rispondi

  5. Nicastro Damiano Dice:

    Rispondi

Trackback/Pingback

  1. Il Signoraggio Bancario e la fame dei popoli? Una pausa di riflessione - 16 giugno 2012

    […] dica qualcosa. Grazie!Altri articoli &#1089h&#1077 ti &#1088&#959tr&#1077bb&#1077r&#959 interessare:Fonte – Il Signoraggio Bancario &#1077 la fame dei popoli? Una pausa d&#1110 riflessione-Articoli Simili:Maurizio Zamparini ed il signoraggio bancario…Zeman lo sa?Perché Sortino de […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: