IO STO CON I MARO’

7 aprile 2013

Cultura e Società


ImmagineTutti conosceranno la storia dei due fucilieri di marina ingiustificatamente trattenuti in India.

I due militari scortavano una nave italiana in acque internazionali infestate da pirati, in risposta a quello che ritennero un attacco risposero in base alle regole d’ingaggio, fecero fuoco ed uccisero due uomini. In seguito la nave italiana fu attirata con l’inganno in acque territoriali indiane, posto sotto sequestro e i militari tratti in arresto ed accusati dell’omicidio di due pescatori inermi. La tesi indiana è indimostrabile in quanto tutte le prove sono sparite, l’imbarcazione dei presunti pescatori è stata fatta sparire così come ogni altra prova a discarico dei nostri militari. Il comportamento onorevole e accomodante dei Marò, che spontaneamente entrarono in territorio indiano, depone a loro discolpa.

Pertanto io non dubito sull’innocenza e sulla buona fede dei nostri militari.

Immagine

Devo però dire che al coraggio di questi ragazzi si contrappone l’inadeguatezza del governo italiano sempre pronto a chinarsi innanzi a chiunque faccia la voce grossa. Essere italiani significa non essere tutelati in nessun modo, chiunque può portare offesa al popolo italiano e non doverne poi rispondere. Mi chiedo: se al posto dei nostri marò vi fossero due marines americani l’India sarebbe altrettanto intransigente?

Sperate di non dover mai contare sull’intervento del Ministero degli Esteri italiano per farvi trarre fuori dai guai mentre siete all’estero, sarete dimenticati e se mai cercheranno di far qualche cosa saranno molto di più le botte prese che quelle date. Certo non per colpa dei nostri militari ma sicuramente per colpa di chi mette paletti insormontabili ad un intervento deciso. In certi casi l’Italia preferisce mettere mano al portafogli e pagare, ciò equivale ad incentivare i malviventi a considerare gli italiani bersagli preferenziali.

Dobbiamo dunque assistere a questo ennesimo insulto al nostro, già fin troppo calpestato, orgoglio nazionale? Si!

Con una classe politica intenta ad arricchirsi a scapito di tutti noi e con tutti i mezzi a loro disposizione come possiamo sperare che prendano provvedimenti per tutelare la vita e l’onorabilità di due militari che stavano compiendo il loro dovere.

Onorabilità e dovere sono purtroppo vocaboli sconosciuti a chi occupa i palazzi del potere, certa gente riconosce validi solo i messaggi scritti sulle banconote, al posto del sangue nelle loro vene circola viscido liquido pregno di vigliaccheria e avidità.

Questi due giovani militari, con il loro comportamento marziale e responsabile, mi hanno donato un po’ di  orgoglio nazionale.

Grazie, il popolo italiano è con voi. Sono sicuro che se mai succederà saprete dove puntare, in futuro, i vostri fucili.

Grazie ancora ottimi figli d’Italia

Luigi Orsino

Annunci

Informazioni su Luigi Orsino

Studi di medicina presso l'Università Federico II di Napoli. Imprenditore, scrittore, blogger. Molto attivo nel contrastare la criminalità organizzata, camorra ed ogni altra mafia, contro cui ho lottato duramente e lungamente. Ancora oggi continuo a lottare, e a subire intimidazioni ed attentati, ma per fermarmi dovranno uccidermi. Amo scrivere, di tutto: articoli, racconti, romanzi, poesie. Gli animali, tutti, sono miei simili, il lupo è il mio animale "Totem". Adoro guidare, in off road soprattutto.

Vedi tutti gli articoli di Luigi Orsino

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

3 commenti su “IO STO CON I MARO’”

  1. Giovanni Molè Dice:

    Quello che scrivi è molto vero, purtroppo. C’è di che vergognarsi per il comportamento delle nostre (nostre…insomma!) autorità. Sull’orgoglio nazionale, mi astengo da qualunque considerazione per mancanza di dati oggettivi sui quali potermi basare. Leggi pure specchi su cui potermi arrampicare. Anche se un pò invidio il tuo “patriottismo”.

    Rispondi

    • Luigi Orsino Dice:

      Caro amico, hai perfettamente ragione. Il mio “patriottismo” è reso possibile da un mio personale distinguo, non so se corretto o meno. Ritengo due entità nettamente distinte e cotrapposte la terra in cui affondano le mie radici, fatta di uomini qualunque, onesti padri di famiglia, lavoratori, gente perbene insomma e il paese politico fatto e retto da una casta di depravati delinquenti. Sai penso all’Italia come se guardassi una cartina fisica e una politica, quella fisica mi appartiene mentre la politica mi ripugna.
      Comunque grazie, ottima osservazione la tua.
      Luigi

      Rispondi

  2. rlfilippini Dice:

    Monti e il suo governo mi sono diventati odiosi
    I nostri marò erano in Italia, benissimo non ci voleva nulla per trattenerli bastava leggere la costituzione che vieta il trasferimento di chicchesia ad un paese ove vige la pena di morte
    ciao
    roberto

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: