L’illegalità che comanda….

7 aprile 2013

Cultura e Società


Musica, cucina e moda: queste sono le arti che ci hanno reso famosi nel mondo e siamo stati fin da sempre, dei veri e propri maestri in esse. Tuttavia, “non è tutto oro ciò che luccica”, perchè non siamo conosciuti solo per i nostri pregi, ma anche per i nostri notevoli difetti. Uno di questi è la criminalità organizzata e la malavita. Nel nostro Paese, entrambe hanno assunto un fenomeno preoccupante. Infatti, la mafia condiziona i vari aspetti economici e sociali in modo da creare uno stato nello Stato. Ad esempio, si preoccupa dello smaltimento delle scorie tossiche provenienti dalle centrali nucleari dei vari paesi europei, creando, discariche abusive. Queste ultime, arrecano danni irreparabili all’ambiente e al patrimonio naturale. Così il territorio viene saccheggiato, privato di quelle bellezze naturali che da sempre, lo hanno contraddistinto. Le persone che abitano in quei luoghi inquinati, respirano sostanze nocive e rischiano di contrarre varie neoplasie. Oltre a ciò, la criminalità si impegna in varie gare di appalto per la costruzione di palazzi che….costruiti con materiale scadente, potranno crollare come pezzi di carta. Come si debellerà questa piaga? Si riuscirà ad estirparla? La risposta è complessa in quanto, non basta denunciare. Non basta mettere in pericolo la propria vita. Lo stato è latitante.

Tutti noi preferiamo l’omertà e facciamo diventare l’Italia un grande parco sgangherato, devastato, deturpato. Mi sembra che l’imbarcazione sia senza nocchiere, senza una meta da raggiungere. Sartre affermava che”l’uomo è schiavo della libertà” e questa che libertà è?

Rosa Mannetta

Annunci

Informazioni su Rosa Mannetta

Mi chiamo Rosa Mannetta e sono una malata di cancro in follow-up dal 2008. Ho affrontato la chemioterapia a bersaglio molecolare e, dopo cure devastanti, sono qua a raccontare situazioni inenarrabili. Insegno lingua italiana agli stranieri. Assumo dei farmaci che mi rendono stanca, con una notevole astenia e spesso mi devo assentare, con la decurtazione dello stipendio, come tutti i dipendenti pubblici. Ciò mi succede perché le commissioni mediche non mi hanno riconosciuto l’art. 33 della legge 104 del 1992 e ho solo l’art. 21, cioè non sono sottoposta a trasferimenti. I miei amici malati di cancro mi hanno detto che devo segnalare la situazione dell’abbandono in cui viviamo, della dignità negata, dei pregiudizi espressi e non, della mancanza di affetto delle persone che dovrebbero esserci vicine. E’ da tempo che descrivo questa situazione, ma sono una voce che muore nel deserto delle coscienze, delle sensibilità inermi. Noi malati sopravvissuti, siamo dei naufraghi in balia del vento, su una zattera improbabile. Siamo in un periodo di grande crisi istituzionale, ma noi non possiamo essere cittadini di un Paese che non considera le nostre rivendicazioni. Forse ho sbagliato a sottopormi alla polichemioterapia e a 40 sedute di radioterapia... Chissà…Forse, come diceva U. Foscolo, il sepolcro, mi rappresenta e ci rappresenta. Mi viene un dubbio: "Sarebbe stato opportuno diventare un cadavere in una bara?". Ero candidata a morire! Forse una lapide è più efficace. Lo dico e ne sono convinta.

Vedi tutti gli articoli di Rosa Mannetta

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

3 commenti su “L’illegalità che comanda….”

  1. Assicuratore Dice:

    Sartre la sapeva lunga … sono tempi duri, ma se lavoriamo sodo ci risolleveremo, e oggi è un giorno importante per dare un segnale da Roma.

    Rispondi

  2. momozart Dice:

    http://www.artmomo.com/blog/?p=663

    Pregasi specificare che l’immagine utilizzata è di Momò Calascibetta

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: