SOTTO IL CIELO DEL SUD

16 maggio 2013

Cultura e Società


Immagine

Sono uomo del sud, tutto in me è radicato nella mia terra. Respiro l’aria di questa terra, ne assaporo i profumi, mi nutro della salsedine odorosa del mio mare. Soffro per i mali che affliggono questo ventre materno in cui sono cresciuto, piango per le disgrazie che colpiscono la mia Patria.

Semmai qualcuno dovesse pensare che è nostra abitudine piangerci addosso lo invito a venire qui da noi e provare a fare impresa. Anche noi, come al nord, soffriamo per la recessione, con la differenza che a chi aveva già poco se gli togli ancora qualcosa lo annienti. Non abbiamo infrastrutture adeguate, non abbiamo risorse economiche equamente distribuite, non abbiamo uno stato che ci protegga e preservi dagli assalti di una criminalità mafiosa e non che diviene ogni giorno più potente ed aggressiva. Noi come gli imprenditori del nord ci dobbiamo confrontare con un apparato statale che applica un’economia di rapina, non tasse, dunque, ma veri e propri atti criminali mascherati da interventi necessari a sanare un’economia malata. In realtà l’unico male di questa economia è la pianificazione a tavolino di una recessione costruita per agevolare i grandi gruppi di potere e le loro oscene speculazioni. Oltre all’attacco di questo stato malevolo, noi del sud, siamo costretti ad affrontare, con le nostre sole forze, un potere mafioso che costituisce uno stato nello stato. Un potere che va sotto braccio con gli apparati statali, con esso fa affari e con esso si spartiscono il territorio.

Fare impresa al sud è come giocare alla roulette russa: puoi star certo che prima o poi l’arma farà fuoco e distruggerà tutto quello che hai costruito in anni di duro lavoro con immensi sacrifici. Se non si riesce a fare impresa i posti di lavoro calano inesorabilmente ed altrettanto inesorabilmente chi patisce la fame è attratto dalla criminalità. Sfido chiunque a vedere piangere i propri figli per la fame e non essere disposti a fare qualsiasi cosa. Anche vendersi al demone camorra.

Se poi qualcuno di noi non accetta di piegarsi ai compromessi, non si lascia affascinare dalle prospettiva di una vita facile ma inizia una lotta serrata contro la mafia, viene lasciato squallidamente solo. Le istituzioni invece di proteggerti e sostenerti ti perseguitano e castigano, perché a ben vedere se combatti contro la criminalità organizzata combatti anche chi con loro è colluso. Se sei emarginato per esserti ribellato non è difficile capire chi sono i collusi con le mafie.

So bene che non avrò mai più la possibilità di rialzarmi dal fango in cui sono stato gettato, che sì mi copre ma non mi sporca. Ove mai avessi la possibilità di riprendere a lavorare è qui che lo farei, qui nella mia terra, qui dove affondano le mie radici e da dove nessuno mai potrà mandarmi via, ne da vivo ne da morto. Non mi fermerò mai, le minacce non servono, finchè avrò un alito di vita mi batterò per schiacciare i parassiti, distruggere la malavita e loro compari. Sempre mi batterò contro i camorristi da strada e dei palazzi del potere.

Qui sotto il cielo del sud vivrò o morirò, in ogni caso avrò vinto.

A quella feccia che si chiama camorra io dico:” Potete anche smettere di minacciarmi, me ne infischio delle vostre promesse di violenza. Sapete dove mi trovo, non perdete il vostro tempo in inutili intimidazioni. Fate quel che promettete o avrete perso la faccia per sempre.

Luigi Orsino

Annunci

Informazioni su Luigi Orsino

Studi di medicina presso l'Università Federico II di Napoli. Imprenditore, scrittore, blogger. Molto attivo nel contrastare la criminalità organizzata, camorra ed ogni altra mafia, contro cui ho lottato duramente e lungamente. Ancora oggi continuo a lottare, e a subire intimidazioni ed attentati, ma per fermarmi dovranno uccidermi. Amo scrivere, di tutto: articoli, racconti, romanzi, poesie. Gli animali, tutti, sono miei simili, il lupo è il mio animale "Totem". Adoro guidare, in off road soprattutto.

Vedi tutti gli articoli di Luigi Orsino

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

4 commenti su “SOTTO IL CIELO DEL SUD”

  1. Filomeno Cafagna Dice:

    Egr. Sig. Orsini,
    Quanto sostiene nel suo scritto è sacrosanta verità ma, nella chiosa lei dice;”So bene che non avrò mai più la possibilità di rialzarmi dal fango in cui sono stato gettato, che sì mi copre ma non mi sporca.” Bhe! in merito a quest’unica affermazione mi permetta di dissentire con questo mio scritto:

    IO SONO…

    Io sono per Te, come il sole del mattino
    e se per me Sole esser saprai a te…
    mostrerò lo splendore del mio animo.

    La giustizia è il mio ideale,
    l’amicizia la mia morale,
    aborro l’ipocrisia
    ed il ripetuto perdono
    non compare nella mia filosofia.
    La mia spada inguainata terrò
    e non esiterò ad estrarla per difenderti,
    ma alla stessa stregua la brandirò per offenderti
    se tu ripetutamente, l’avrai fatto verso di me.
    .
    Io sono…
    la risposta ad un invocazione,
    sono l’orgoglio di un’antica nazione,
    sono il fuoco che nella mia terra avanza,
    Sono la fiamma che tutto “avvampa”,.
    sono il terrone non più indifferente
    quanto con mè sei irriverente,
    della mia Patria son difensore
    anche se per me, ella …
    non mostra amore.

    Io sono il SUD!
    e da questo torpore mi devo destare
    perchè le mie piaghe devo lenire
    affinche nuova dignità, a te…
    possa donare.
    Questo, Io sono.

    di CAFAGNA Filomeno

    Rispondi

  2. cafagna69 Dice:

    Sig Orsino, si fà quel che si può. e tengo a dirLe che è su quello scritto che regolo la mia esistenza.

    Rispondi

  3. web design Dice:

    Continuate così, bravi!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: