Il Brasile: l’oro perduto…

28 giugno 2013

Cultura e Società


GROUP F BRAZIL VS CROATIA

Il Brasile è il paese dai mille volti: dalle ballerine affascinanti, alle proteste di questi giorni, si enfatizzano tanti modi di dire. L’ondata di proteste è iniziata contro l’aumento delle tariffe del trasporto pubblico e poi, si sono propagate contro le spese sostenute per le strutture sportive per i mondiali del 2014. La politica e i suoi personaggi, si sono trovati in difficoltà di fronte ai manifestanti che in varie città hanno fatto ascoltare la propria “voce”. Dilma Rousseff, presidente del Brasile, ha promesso l’indizione di un referendum sulle riforme costituzionali che devono essere varate. Al solito, le promesse. In ogni stato, la politica comincia ad avere “paura” e sono evidenti le parole della stessa Rousseff, contro la corruzione che dilaga in modo preoccupante. Si devono effettuare investimenti sulla sanità e sulla scuola: la dispersione scolastica non ha confini. Tecnicamente, il Brasile ha un’economia solida, ma la distribuzione della ricchezza e’ nelle mani di pochi potenti. Gran parte della popolazione vive ai margini della società e le “favelas”, le capanne di cartone, ne sono un esempio. Il diritto alla salute è un diritto dei privilegiati che si sottopongono anche ad interventi estetici, per essere piu’ “belli”, per contrastare le rughe e la vecchiaia. Non a caso, in questo paese, il chirurgo estetico è ricercato come un guaritore di incubi, dalle signore dell’aristocrazia del potere. La salute è altro: e’ un modo per stare bene, esteso a tutti. Il prezzo è questo per una società moderna? Camus scriveva che”l’impegno dell’uomo si deve trovare nel significato di esistere…” e noi assistiamo alle vittorie dei giocatori brasiliani che incantano quando giocano al calcio. E’ la festa dello sport continua.

Annunci

Informazioni su Rosa Mannetta

Mi chiamo Rosa Mannetta e sono una malata di cancro in follow-up dal 2008. Ho affrontato la chemioterapia a bersaglio molecolare e, dopo cure devastanti, sono qua a raccontare situazioni inenarrabili. Insegno lingua italiana agli stranieri. Assumo dei farmaci che mi rendono stanca, con una notevole astenia e spesso mi devo assentare, con la decurtazione dello stipendio, come tutti i dipendenti pubblici. Ciò mi succede perché le commissioni mediche non mi hanno riconosciuto l’art. 33 della legge 104 del 1992 e ho solo l’art. 21, cioè non sono sottoposta a trasferimenti. I miei amici malati di cancro mi hanno detto che devo segnalare la situazione dell’abbandono in cui viviamo, della dignità negata, dei pregiudizi espressi e non, della mancanza di affetto delle persone che dovrebbero esserci vicine. E’ da tempo che descrivo questa situazione, ma sono una voce che muore nel deserto delle coscienze, delle sensibilità inermi. Noi malati sopravvissuti, siamo dei naufraghi in balia del vento, su una zattera improbabile. Siamo in un periodo di grande crisi istituzionale, ma noi non possiamo essere cittadini di un Paese che non considera le nostre rivendicazioni. Forse ho sbagliato a sottopormi alla polichemioterapia e a 40 sedute di radioterapia... Chissà…Forse, come diceva U. Foscolo, il sepolcro, mi rappresenta e ci rappresenta. Mi viene un dubbio: "Sarebbe stato opportuno diventare un cadavere in una bara?". Ero candidata a morire! Forse una lapide è più efficace. Lo dico e ne sono convinta.

Vedi tutti gli articoli di Rosa Mannetta

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

2 commenti su “Il Brasile: l’oro perduto…”

  1. newsvine.com Dice:

    Despite its rather humorous title, FatLoss4 Idiots introduces the somewhat novel Calorie-Shifting approach to Weight Loss and the Myths and Realities of dieting food plans by Gina Kolata.
    Check the carbs, and sugar in foods, they are devoid of anything
    healthy for you as long as Weight Watchers has been
    in a position to.

    Rispondi

  2. Rocker Switch Dice:

    Excellent enthusiastic analytical eye meant for fine detail and may foresee issues before they
    will take place.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: