SCENARI DA BRIVIDI !

11 novembre 2014

Cultura e Società


Momenti di autentica follia a Bruxelles. Ennesimo smacco alle nostre istituzioni e alla nostra cultura a causa di un’ennesima decisione sconcertante che coinvolge anche le tabelline!

tabelline

Voci di corridoio da Bruxelles lasciano trapelare notizie inquietanti sull’ennesimo diktat che si vorrebbe imporre al fisco italiano. La parola d’ordine chiaramente è risparmiare, su tutto. Sopratutto sui numeri. Si, avete letto bene. Sembra infatti che esista uno studio appositamente commissionato dalla Commissione (scusate il giro di parole) e costato anche parecchi milioni di Euro, secondo il quale nella tabellina dell’1 dovrebbe scomparire il 2. Infatti la Commissione starebbe studiando un sostituto di questo ingombrante e costosissimo numero che naturalmente in Italia diverrebbe (se utilizzato) anche sostituto d’imposta.

Ma cerchiamo di capire lo scenario che si presenterebbe. Ad esempio alle elementari i bimbi non direbbero più “…1, 2, 3, 4,…” ecc. ecc., ma piuttosto diranno: “…1, un altro, 3, 4 , 5…” ecc. ecc.

Fin qui quello che finora sarebbe solo un possibile scenario futuro. Vediamo le reazioni.

L’accademia della Crusca, ha già presentato formale protesta per il fatto che mettere dei lemmi al posto di numeri sarebbe umiliante e spregiativo per la lingua italiana. Infatti, quell’insulso “un altro” al posto del “2” a molti esponenti della cultura italiana (ma anche dello spettacolo) non va affatto a genio. Secondo alcuni studiosi questo sarebbe l’ennesimo attacco a una lingua già provata da quelle decine e decine di innesti anglofoni che da anni ne stanno minando l’autenticità e il valore storico e culturale.

Una reazione esagerata ? Sarà. Ma al momento sembra che il 2 verrà tolto solo dalla tebellina dell’1, anche perchè se si dovesse decidere di toglierlo ad es. anche dalla tabellina del 2, che come è noto ai più comicia proprio con il 2, non si saprebbe effettivamente come cominciare quella tabellina creando – de facto – una impasse dalla quale sarrebbe arduo tirarsi fuori e una situazione piuttosto imbarazzante per i nostri maestri. Ma la Commissione Europea, nella sua proverbiale prontezza, ha varato un nuovo piano di finanziamenti per commissionare un altro studio di fattibilità. Il mondo accademico, in particolar modo degli studiosi di matematica, i docenti di fisica, da Zichichi a Odifreddi è in subbuglio e sembra che anche Ettore Majorana sia ricomparso dopo oltre 76 anni di volontario esilio per difendere il 2. Ciò nonostante, non ha voluto spiegare dove fosse finito per tutto questo tempo.

E la politica ? Il mondo della politica grida indignata allo scandalo, anche se alcuni esponenti del principale partito di governo ritengono questa più un’occasione che una condanna e dal canto loro rispondono che se una simile svolta epocale dovesse essere richiesta dall’Europa, noi dovremmo senza dubbio adeguarci.

Anche le associazioni femministe sono sul piede di guerra, perchè a quanto pare in quel … “un altro” senza apostrofo di chiara accezione maschile non tiene conto dell’accezione e della sensibilità al femminile. “Ci hanno escluso, come al solito, maschilisti retrogradi, arroganti e insensibili pensano sempre e solo con quello che hanno tra le gambe. Ma noi faremo mettere un apostrofo in quel “un altro“, potete giurarci, se si rinuncerà al 2 (che d’altronde è sempre stato maschile, fin dalla comparsa dei primi numeri) è giunto il momento che si dia spazio ad …”un’altra“.”

Ma a ben vedere, nelle tabelline dei tedeschi, dei bimbi francesi o di quelli inglesi, il famigerato e costosissimo 2 sembra sia ancora presente, vivo e vegeto. E sembra pure che non dia disturbo a nessuno.

“Chissà perchè solo a noi tolgono i numeri dalle tabelline per sostituirli con parole indefinite e senza senso…” è quanto si sente dagli ambienti complottisti.

Il Presidente della Repubblica, informato su queste che sembrano molto più che semplici indiscrezioni, non ha rilasciato dichiarazioni. Ma da ambienti istituzionali vicini al Quirinale si intuisce un certo disagio da parte del primo cittadino italiano che, come sapete, ultimamente è già abbastanza stanco e provato e sarebbe pure in odore di dimissioni.

Palazzo Chigi, nel frattempo, ha diffuso in una nota la posizione ufficiale del premier Renzi. “Questa cosa non passerà, andrò direttamente a Bruxelles e parlerò con Juncker. Sarebbe una beffa, dopo tutti i sacrifici che gli italiani hanno fatto perché ci hanno assicurato che l’Europa necessitava di quei sacrifici per il bene comune, ora ci vogliono pure togliere il 2 dalla tabellina. Ma non esiste!! Farò ciò che devo, da italiano, andrò lì e mi farò valere. E non ci andrò con il cappello in mano”.

Capito ? Qualunque sia il destino delle nostre tabelline, L’Europa è avvisata. L’Italia non rinuncerà sicuramente a ciò che gli sta più a cuore, come la salute mentale dei propri scolaretti.

Annunci

Informazioni su Giovanni Mole'

Non sono un giornalista, non sono nemmeno laureato, ho un’istruzione mediocre perché mediocre è stata la mia carriera scolastica. Però, come tantissime altre persone di questo strano pianeta, ho molte cose da dire, perché penso tanto, mi interrogo su moltissime questioni, più o meno importanti, e quindi cerco avidamente delle risposte. Sono molto passionale e ho molte passioni e interessi. Sono informato più o meno su tutto quello che mi circonda, la realtà del mio tempo. Realtà che faccio fatica ad accettare e che mi provoca un certo disagio. Mi piace comunicare, parlare (scrivere in questo caso) se ho delle cose concrete da dire, pensieri sensati da tirar fuori. Diversamente, se ho dubbi o ignoranza, preferisco il silenzio. Meglio ascoltare. Non sono un uomo di fede, lo sono stato. O credevo di esserlo. Ma rispetto (anzi, invidio) profondamente chi ha fede, chi crede che ci sia un Dio che ancora non si sia stancato di noi. Quindi non mi piace il pregiudizio, sotto qualunque forma. Ho rispetto delle opinioni altrui, anche di quelle che avverso nel modo più acceso, ma se non sono d’accordo su una cosa non vuol dire che non sia pronto a cambiare idea e ricredermi. Se lo ritengo giusto e necessario.

Vedi tutti gli articoli di Giovanni Mole'

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: