Money di Maria Grazia Zagaria

14 ottobre 2018

Cultura e Società


MONEY !!!

“L’equilibrio generale”, da mantenere e possibilmente migliorare nel tempo, è condizione indispensabile per la sopravvivenza e lo sviluppo dell’impresa. Il raggiungimento dell’equilibrio generale, in realtà è rappresentato dalla capacità di gestire la variabilità esterna e di ottimizzare la combinazione delle risorse interne in relazione ai prefissati obiettivi.
Immaginiamo, quindi, lo Stato come una grande impresa funzionante, il cui obiettivo è quello di aumentare la produttività, quindi il guadagno, per poter reinvestire e mettere in circolazione moneta, il cui effetto moltiplicatore è il propulsore essenziale per la vita stessa dello Stato-azienda.
Moneta! E’ la parola d’ordine per poter funzionare. Quando c’era solo il fattore produzione “terra”, allora i “potenti” signorotti si impossessarono di enormi latifondi! Quando nacquero le industrie, ci fu l’accaparramento da parte del “potere” della gestione e proprietà delle più grandi industrie creando prestigiose holding!
Fino ad arrivare all’era del “dio denaro”! Poter accedere alla moneta, senza subire troppi costi, è l’obiettivo di qualsiasi governo. Innanzitutto lo Stato deve assolutamente garantire il lavoro affinchè possa circolare moneta e deve fare in modo da creare le condizioni per incrementare la nascita di industrie e lo sviluppo del lavoro in tutte le sue forme.

La base prima per tale obiettivo è una congrua riduzione del costo del lavoro, oltre alla creazione di imprese a partecipazione statale, agli incentivi ed alla possibilità di accedere al prestito di denaro ad un costo più basso. Ma come mai il costo del denaro è così alto, se si tratta di “denaro virtuale”? Se la banca scrive su un supporto informatizzato l’ammontare del credito elargito, non mettendo a riserva l’intero importo, ma investendolo addirittura(ricavandone un guadagno ulteriore), come mai, poi, calcola e percepisce l’interesse sull’intero importo aggravando pesantemente il cittadino che ricorre al prestito?
Altro dubbio amletico è: “Come mai la Banca Centrale Europea(BCE) stampa moneta il cui costo è bassissimo, ma pretende dagli Stati richiedenti il prestito, il valore reale più gli interessi, impoverendo gli Stati stessi?
Così la BCE ottiene titoli del debito pubblico per un importo lievitato?”
E’ assurdo che stampare un biglietto di “carta” da 100,00 euro costi circa 0,10 centesimo di euro(costo topografico) e la BCE chiede e scrive nel suo bilancio un ricavo di 100,00 euro(costo facciale) più gli interessi! Come mai fra i costi di tale bilancio vediamo scritto 100,00 euro invece che 0,10 centesimi di euro? (citaz. Dott. Paolo Majolino) “Carta che a garanzia non ha più l’oro, ma titoli di Stato! E…mentre la BCE dà carta, le banche commerciali danno “denaro vero” alla BCE! Quindi alla fine siamo noi cittadini ad indebitarci!
L’anatocismo?
Non è illegale?!
Quale vantaggio ne traggono gli Stati? Chi muove i fili?
In realtà la BCE essendo una banca privata, mira all’arricchimento personale dei potenti partecipanti alla stessa! Pochi magnati a discapito di grandi collettività!! Aprire gli occhi e rendersi conto di come veramente vadano le cose è terribile! Essere cattivi ed egoisti innesca un sistema che porta alla distruzione delle masse di interi Stati, perché per far fronte a situazioni debitorie scandalose sono costretti ad un aumento della tassazione sconsiderato che ricade sui più deboli abbattendo considerevolmente la domanda di lavoro.
Da qui il sorgere del “male di vivere” per poter soddisfare i bisogni primari. Si innesca una spirale con effetto moltiplicatore negativo in ogni campo sociale, arrivando persino a debellare la dignità umana. Quando si oltrepassano alcune barriere sfociando nell’egoismo sfrenato, nella corruzione, nella corsa all’arricchimento, ogni mezzo può giustificare il fine! E’ giunta l’ora di porre fine a questo disastro sociale e prendere coscienza che il male moltiplica solo se stesso e non c’è condivisione possibile. In contrapposizione, una gestione altruistica rivolta al bene sociale, genera come effetto moltiplicatore unicamente prosperità sociale. Infatti, come sarebbe la circolazione di moneta se il suo costo fosse rappresentato dall’economia reale? L’effetto a catena porterebbe sicuramente ad una ripresa economica senza precedenti! Il costo basso del denaro richiederebbe una bassa imposizione fiscale per il contribuente che costituirebbe il motore trainante per una florida ripresa economica!

Maria Grazia Zagaria

 

Annunci

Informazioni su Rosa Mannetta

Mi chiamo Rosa Mannetta e sono una malata di cancro in follow-up dal 2008. Ho affrontato la chemioterapia a bersaglio molecolare e, dopo cure devastanti, sono qua a raccontare situazioni inenarrabili. Insegno lingua italiana agli stranieri. Assumo dei farmaci che mi rendono stanca, con una notevole astenia e spesso mi devo assentare, con la decurtazione dello stipendio, come tutti i dipendenti pubblici. Ciò mi succede perché le commissioni mediche non mi hanno riconosciuto l’art. 33 della legge 104 del 1992 e ho solo l’art. 21, cioè non sono sottoposta a trasferimenti. I miei amici malati di cancro mi hanno detto che devo segnalare la situazione dell’abbandono in cui viviamo, della dignità negata, dei pregiudizi espressi e non, della mancanza di affetto delle persone che dovrebbero esserci vicine. E’ da tempo che descrivo questa situazione, ma sono una voce che muore nel deserto delle coscienze, delle sensibilità inermi. Noi malati sopravvissuti, siamo dei naufraghi in balia del vento, su una zattera improbabile. Siamo in un periodo di grande crisi istituzionale, ma noi non possiamo essere cittadini di un Paese che non considera le nostre rivendicazioni. Forse ho sbagliato a sottopormi alla polichemioterapia e a 40 sedute di radioterapia... Chissà…Forse, come diceva Ugo Foscolo, il sepolcro, mi "rappresenta e ci rappresenta". Mi viene un dubbio: "Sarebbe stato opportuno diventare un cadavere in una bara?". Ero candidata a morire! Forse una lapide è più efficace. Lo dico e ne sono convinta. Sopravvivere ad un cancro...forse è stato uno svantaggio assoluto.

Vedi tutti gli articoli di Rosa Mannetta

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: