archivio | agosto, 2019

“Anima” di Francesca Falco

30 agosto 2019

0 commenti

#poesia

Anima …..perché tutto rimane in ogni centimetro di lama che apre ferite profonde, in ogni granello di sale masticato in silenzio tra le pieghe del sonno che non vuole venire, sulla pelle che conserva memoria del mare, del vento del sud della preghiera fatta a quattro mani giunte: “Non ci perdiamo”. Tienimi perché ho paura […]

Continua a leggere...

Il confine di Zen Alchemico

14 agosto 2019

0 commenti

#attualità

Quando vedi il confine fra terra e cielo, la linea sottile per poter intravedere la luce. Vedi la rete sottile che collega le varie anime, ed una soltanto può collegarsi a te, che conosce la tua vera essenza. Quando il legame si forma la linea si interpone fra le due anime, quasi gemelle, volano si […]

Continua a leggere...

“Addio…” di Alba Polverino

11 agosto 2019

0 commenti


Addio cuore che palpiti. Addio occhi che scrutano e cercano anche nel buio. Eri ciò che desideravo. Eri nell’aria. Eri nella mente. Eri tutto ciò che guardavo. Eri nel profondo del mio essere ma…non eri per me. Alba Polverino

Continua a leggere...

“Mobbing” di Anna Mazzara

11 agosto 2019

0 commenti

#società

Ho cancellato i sogni e scappo via. Indietreggio davanti a bulli e infami. Non voglio abbassare la testa a chi con piedi salati calpesta verdi prati fino a seccare la pace nelle profonde viscere. Indietreggio dignitosamente guardando le stagioni a seguire confidando al cielo un nome inebriato di glicine ad allontanare atti e parole. Adesso […]

Continua a leggere...

“La luna e il mare” di Nello Zaino

11 agosto 2019

0 commenti


Quando la luna fece luce nel profondo delle acque marine tutto cambiò, il colore delle acque, il tramonto, l’ondeggio delle acque tutto fu così bello. In lontananza vidi una barca senza alcun viaggiante tanto mi impressionò che la mia curiosità mi spinse a guardar tutto ciò, ma non vidi nessuno….cosa pensai che….solo il soffio del […]

Continua a leggere...

“Non vendere i sogni, mai” di Umberto Lucarelli

11 agosto 2019

0 commenti

#cultura

Michele Giorgi è sveglio perché il “frigorifero gracchia instancabile come una rana”. Il nostro autore scrive: “La notte è buia, è profonda, silenziosa….e solo nella notte io vago per il lungo cammino nei sogni” e Michele ripercorre le sue esperienze giovanili. I ricordi sono un cortometraggio veloce e intenso: l’esperienza del servizio militare, il primo […]

Continua a leggere...