LE PSICOSI MANOVRATE DI EZIO FORSANO

9 dicembre 2020

Cultura e Società


LE PSICOSI MANOVRATE

A questo punto trovare il bandolo della matassa potrebbe sembrare impossibile ma credetemi non lo è. Ad avvalorare la mia tesi ci sono informazioni estrapolate da servizi giornalistici alternativi a quelli che io chiamo, edulcorati per le masse.

Seppur da una parte si tenti di travisare o nascondere il problema Covid con problemi legati al Natale, alle piste da sci, ai famigerati bonus vacanze (grande invenzione del governo che poteva risparmiarsi questa tecnica in un momento non consono vista la pandemia in corso n.d.r.), la realtà è decisamente diversa, molto più squallida di quella che già è.

Ascoltando alcuni recenti servizi giornalistici (e di cui ero comunque già a conoscenza), si parla sempre più assiduamente di questo Piano Pandemico Nazionale fermo nei meandri dei burocrati dal 2006. Un caso? Assolutamente no.

Le solite oscure manovre dei soliti potenti che, speculando sulla vita di milioni di persone, hanno deciso per l’ennesima volta di inventarsi un sistema per incassare favori e denaro dall’alto. In mezzo a questa situazione ci sono immischiati tutti gli attuali vertici governativi. Ma il bello (o il brutto dipende da come volete vederla), è che pur essendo noti documenti, mail, telefonate, nessuno ne parla. O almeno tace un certo tipo di stampa complice di questa figure pericolose.

Sapevano tutto già dal 2017 circa l’arrivo di quest’ondata pandemica. Quasi fosse qualcosa organizzata ad hoc. Il sospetto è forte.

Come non si comprendono i mille perché riguardanti la presenza del virus negli ospedali bergamaschi a cui nessun direttore sanitario ha dato le dovute attenzioni. Risultato: questi sono beatamente sulle loro poltrone, l’informazione martellante ci ubriaca di numeri e pareri di medici o presunti tali, a discapito di tutti noi che in realtà non ci stiamo capendo più nulla. Ma è stato tutto pianificato a tavolino e il mio auspicio e che la Magistratura arrivi in fretta a colpire chi di dovere.

Le migliaia di decessi gravano sulle coscienze di questi “vampiri” della politica, il cui unico scopo è l’arricchimento e la gloria personale o dei soliti quattro.

Le masse riflettano. Vi esorto. Riflettete…

Ezio Forsano

Informazioni su Rosa Mannetta

Mi chiamo Rosa Mannetta e sono una malata di cancro in follow-up dal 2008. Ho affrontato la chemioterapia a bersaglio molecolare e, dopo cure devastanti, sono qua a raccontare situazioni inenarrabili. Insegno lingua italiana agli stranieri. Assumo dei farmaci che mi rendono stanca, con una notevole astenia e spesso mi devo assentare, con la decurtazione dello stipendio, come tutti i dipendenti pubblici. Ciò mi succede perché le commissioni mediche non mi hanno riconosciuto l’art. 33 della legge 104 del 1992 . I miei amici malati di cancro mi hanno detto che devo segnalare la situazione dell’abbandono in cui viviamo, della dignità negata, dei pregiudizi espressi e non, della mancanza di affetto delle persone che dovrebbero esserci vicine. E’ da tempo che descrivo questa situazione, ma sono una voce che muore nel deserto delle coscienze, delle sensibilità inermi. Noi malati sopravvissuti, siamo dei naufraghi in balia del vento, su una zattera improbabile. Siamo in un periodo di grande crisi istituzionale, ma noi non possiamo essere cittadini di un Paese che non considera le nostre rivendicazioni. Forse ho sbagliato a sottopormi alla polichemioterapia e a 40 sedute di radioterapia... Chissà…Forse, come diceva Ugo Foscolo, il sepolcro, mi "rappresenta e ci rappresenta". Mi viene un dubbio: "Sarebbe stato opportuno diventare un cadavere in una bara?". Ero candidata a morire! Forse una lapide è più efficace. Lo dico e ne sono convinta. Sopravvivere ad un cancro...forse è stato uno svantaggio assoluto. LO RIBADISCO: è stato uno svantaggio assoluto.

Vedi tutti gli articoli di Rosa Mannetta

Iscriviti

Iscriviti al nostro feed RSS e ai nostri profili sociali per ricevere aggiornamenti.

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: